Challenger Perugia 2019: Moroni da favola, Quinzi vince ancora in rimonta

di - 10 Luglio 2019
Gianluigi Quinzi - Foto Marta Magni
Gianluigi Quinzi - Foto Marta Magni

Gian Marco Moroni si prende la scena degli Internazionali di Tennis Città di Perugia | Sidernestor Tennis Cup. Il romano classe ’98 ha eliminato la testa di serie numero 6 Salvatore Caruso (protagonista di un splendido Roland Garros in cui ha raggiunto il terzo turno del tabellone principale) con il punteggio di 6-1 6-4, staccando il pass per gli ottavi di finale del Challenger di Perugia targato MEF Tennis Events.

Moroni: “Gran partita, posso crescere ancora tanto” – Prestazione maiuscola di ‘Jimbo’, più che soddisfatto al termine del match: “Ho giocato una gran partita. Nel primo set ho approfittato di un avvio non entusiasmante da parte del mio avversario, poi nel secondo mi sono trovato sotto nel punteggio ma sono riuscito a rimontare sino alla vittoria”. Al netto di una continuità da ritrovare, in questa stagione Moroni ha messo in mostra a fasi alterne le proprie grandi qualità: “Sin qui è stata una stagione segnata da problemi fisici e personali, ma la voglia di lottare mi ha permesso di continuare a credere nel lavoro quotidiano e nella possibilità di fare sempre meglio. Gli infortuni mi hanno fatto apprezzare ancor di più la fortuna che ho di potermi dedicare a tempo pieno a questo sport, che è la mia vita. Qualche buon risultato è arrivato, tuttavia so di poter crescere ancora tanto”. Intanto si guarda al prosieguo della settimana in terra umbra: “Sento di avere le qualità per giocarmela con tutti. La vittoria di un titolo spesso si decide su pochi punti, bisogna essere bravi a sfruttare le occasioni. Spero che la mia arriverà presto”.

Quinzi vince e convince – Seconda rimonta consecutiva di Gianluigi Quinzi, che dopo aver battuto Roberto Marcora al primo turno ha avuto la meglio dello slovacco Filip Horansky per 3-6 6-2 6-2. Nuovi segnali positivi da parte del mancino marchigiano, abile a sfruttare al meglio il proprio rovescio in fase offensiva e a rispondere con continuità ai pesanti servizi degli avversari. ‘GQ’ ha tanta voglia di far bene e di smentire le critiche, e sin qui a Perugia i fatti parlano per lui.

Bonadio sfiora l’impresa – Avanti Stefano Napolitano, giustiziere in due set dello spagnolo Oriol Roca Batalla, mentre un altro spagnolo, la testa di serie numero 3 Albert Ramos Vinolas, ha vinto il “match of the day” con il punteggio di 7-5 6-7 7-6 contro Riccardo Bonadio, ko dopo 3 ore e 22 minuti di gioco. Agli ottavi di finale anche l’argentino Facundo Bagnis, che ha fatto fuori il dominicano Jose Hernandez-Fernandez.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *