Che Avesse Ragione Nicoxia?

di - 29 Luglio 2011

SAGHE MENTALI IN STATO DI  GRAZIA

La Rubrica dell’Inesperto

EPISODE 5_Che avesse ragione anche Nicoxia, il piu’ buono  (e pedante) che ci sia?

Questo articolo l’ho invece scritto a Maggio ancor prima di andare negli Us e avere quella mistica  esperienza nel Grand Canyon con mio figlio ma sapevo che prima o poi avrei trovato l’occasione  per tirarlo fuori (l’articolo!, cosa avete mai capito?). E si, avete indovinato: nella foto Nicky sta  correndo a piedi nudi nella neve, uno dei nostri esercizi di routine per dimostrare a tutti che Mad Max in realta’, coi suoi 15′ di propriocettivita’ a piedi nudi ogni giorno, e’ una sissy, roba da femminuccie … Noi lo facciamo tutti i giorni nella neve … ANCHE IN AFRICA!

Ho gia’ stabilito che quando finalmente c’incontreremo a cena da qualche parte, io e Nicoxia ci abbracceremo piangendo e commossi davanti a una coppa, di Champagne (io) e di Barbera (lui), ci giureremo eterna amicizia come nella canzone di Gaber. Pero’ nella Rubrica dell’Inesperto io continuero’ a dargli di tanto in tanto del Pedante o del Lupo de Lupis perche’ cosi’ e’ se vi pare e se non vi pare non leggete e passate direttamente ai posts. Ma oggi, mentre stavo giocando un doppio in coppia col Carlos Rodrigues nero, il coach nigeriano rientrato in patria dopo 11 anni di USTA e che, chissa’, potrebbe forse far ritrovare la gioia di giocare alla Canaglia di Lagos, mentre giocavamo insieme contro I Ragazzi Terribili Kabirou e Abdul, lui sbaglia un colpo da fondo e grida a se stesso: STOP JUMPING! USE THE KINETIC CHAIN!!! Poco dopo ne sbaglio uno io e grido sempre a me stesso: VA A CACARE CON LA C, VECCHIO DI MERDA E PUZZOLENTE!!!! E improvvisamente ho avuto come un’epifania e mi sono affrettato verso la sedia (una sedia pieghevole da spiaggia comprata in Angola e che mi porto dietro insieme col cooler pieno di bibite fresche per affrontare le 4-5 ore di tennis nei week ends di Abuja al National Stadium) e me le sono trascritte nel moleskhine , il taccuino reso famoso da Hemingway e Chatwin e che io, noblesse oblige, uso da anni per placare la mia ansia grafomana. Cosa mi sono annotato dunque?,che ,in effetti qualcuno avrebbe potuto e ancora potrebbe dire Tale il Padre … E insomma, come ti aspettavi che venisse fuori tuo Figlio? Che e’ cio’ che sostiene Nicox Carlone e un po’ anche Mad Max (e dio non voglia che abbia ragione…per sua figlia, intendo! Uah, uah…scherzoooooo!) Mah … Il fatto e’ che io certo non ho mai nascosto che mi piace ogni tanto la bella catarsi di un C’MON! o di un Ole’! o anche di un bel Porco Quel Porco d’Un Porco Porco!, ma la vedo piu’ come una esplosione fine a se stessa, alla Johnny Mac, o al Panatta che sotto di due sets con il Barazza distrugge la racchetta al cambio di campo e poi va a vincere al quinto … Io poi non ho mai buttato per terra una racchetta in vita mia, al massimo massimo ho dato con la stessa una botta sul nastro … Ma ho sempre urlato, di gioia e di rabbia e poi, zip. Pensiamo al prossimo punto (Dov’e’ quel dannato bunker nemico?, sempre per ri-citare le Sturmtruppen di Bonvi). Un po’ come fa, alla fine di ogni punto, la Sharapova, che si gira verso la fence, la rete, la tribuna alle spalle, e conta le corde o dice due bestemmioni fra se e se, poi si gira di nuovo verso l’avversaria e fa due-tre saltelli per ri-attivarsi, ed e’ pronta a giocare il punto piu’ importante del Match, che come ben sapete tutti, e’ sempre The Next , il Prossimo.

Ecco, se mai mio figlio, ma non accadra’, tornasse ad Abuja e stanco di ciondolare senza fare nulla tutto il giorno se non rincoglionirsi su feisbuk, mi chiedesse dopo 3-4 settimane di riemergere dal Grande Nulla e di riprendere ad allenarlo, probabilmente ricomincerei proprio da qui, dai Rituals, e gli direi: ok, visto che non mi posso certo arrabbiare se metti in rete quello che avrebbe potuto essere un winner, concentriamoci su quello che invece possiamo controllare… mi devi cioe’ dimostrare che hai davvero voglia di provare a cambiare quello che un destino cinico e baro ti ha rifilato in sorte, e cioe’ quell carattere non da stronzo ma da maniacale perfezionista per cui se le cose non vanno come pare a te, ti vien voglia di tirare giu’ il cielo e di mollare tutto … proviamo dunque a fare non dei winners, ma dei rituals, cose cioe’ che se le vogliamo fare le possiamo avvero fare, sempre. Per esempio, alla fine di ogni punto, tornando al fondo, NON calpestiamo le righe : passiamo di qui e di la’ e stiamo ben attenti a non calpestarne una nemmeno per sbaglio. Poi andiamo alla rete, prendiamo l’asciugamano e mentre ci togliamo via cio’ che metaforicamente ci a tremare le vene e I polsi, magari ci diciamo anche Yeah, I love it! Oppure contiamo le corde, sono sempre 16 x 18, ma non si sa mai… Oppure facciamo due saltelli di attivazione e poi ci voltiamo e siamo pronti a fronteggiare di nuovo l’avversario, potremmo anche sussurarci la frase citata sopra, Bene, dov’e’ quel dannato bunker nemico…

La cosa buffa, o triste, e’ che mio figlio mi guardera’ con quell’espressione un po’ cosi’, che hanno loro, anche se non sono andati a Genova, nei confronti dei loro padre, ma intanto l’altro giorno giocavo con Abdul e l’ho sentito, lo giuro!, dire a un certo punto, dopo aver perso il punto: I love it!

Me l’aveva sentito accennare a Pasqua e l’aveva subito implementato nel suo arsenale …Nemo Propheta In Patria, ahime’.

© riproduzione riservata

21 commenti

  1. nicoxia

    Stefano se il barbera è quello barricato che produce Simply sono d’accordo,tu bevi pure lo champagne,se intendi il tuo barbera ti sbagli il mio palato è diverso da quello che pensi.
    Per me Nicholas diventerà quello che lui e ripeto lui vorrà diventare le qualità le ha tutte,il merito di questo è anche tuo,per quanto riguarda il tennis per le impressioni che ho captato ,non chiedermi oltre,non mi sembrano una sua priorità ma probabilmente da alcuni atteggiamenti ce ne si poteva accorgere prima.

  2. nicoxia

    Stefano,Nicholas lo assumerei come manager di mia figlia,fra qualche anno mi dirai se ho sbagliato previsione.

  3. Atti

    Cmq sto andando a visionare di persona un ragazzino Italo-africano … che pero’ ha un padre un po così….
    Un dottore che si diletta con la scrittura.. e ultimamente anche con i versi in rima….

    Vediamo se la realtà è come la racconta suo padre….

  4. Stefano,
    ti scrivo ciò come resoconto dell’attività con tanti tennisti/e junior e non solo: il mentale diventa un fattore soltanto quando chi lo apprende pone completa fiducia in chi glielo insegna, crede nella efficacia del mentale e ci lavora veramente sopra con gli allenamenti. Non è niente più, niente meno che lavorare sulla parte tecnica o la preparazione atletica.

  5. Stefano Grazia

    Nicox, sta a vedere che sei piu’ permaloso del Principe Buzzurro e di Arcipetrus … lo champagne da fghetto era autoironico per me, figurati che io lo allungo con la sparkling water per farmi,come si chiama, lo spritzel… e come ogni espatriato nigeriano che si rispetti mischio anche la birra, la Star, con la Sprite …Solo in nigeria pero’, che in jamaica o in congo e nemmeno in angola mi e’ mai passato per la mente ma forse Red Stripe, Encravateur e SuperBok sono migliori della Star ( ma no che non e’ malaccio …)

  6. ecco, l’ho fatto…
    si, atti, lo so, divertitevi,e mangiate una fetta di sfogliata di Graziati anche per me, io sto sacramentando coi problemi di internet, cellulare e bancomat che in africa ti prendono il 50% del tuo tempo e ti procurano l’ulcera …

  7. la foto coi piedi nudi nella neve e’ vera ed e’ stata scattata sul Grand Teton, il parco che introduce lo yellowstone…arrivati dai 40 e passa gradi del Grand Canyon ci siamo trovati in pantaloncini corti con tre metri di neve ai bordi della strada … ed e’ anche la dimostrazione che la capacita’ di soffrire quando non importa c’e’ tutta!, magari per il gusto di una foto ma non per migliorarsi in allenamento… a dimostrazione soprattutto che quando la decisione sara’ sua, chissa’ … Ma io che ho sempre detto? Che a 12-14 il pallino sarebbe passato nelle sue mani … pero’ a volte non riesco a capire se mi si rimprovera questo, se mi si rimprovera d’aver mollato troppo presto, o di non averlo capito prima oppure semplicemente di non averlo costruito per non mollare … ecco, qui io ho qualche dubbio sulle nostre effettive possibilita’ di determinare il fato altrui, ma vi concedo il beneficio del dubbio, io Confuso Confucio, alla merce’ del Principe Buzzurro, almeno fino alla prossima volta, che ce n’e’ sempre una …

  8. nicoxia

    Vedi Stefano,quando dicevo che il blog è fuorviante,io faccio una battuta e tu dici che sono permaloso perchè non avevi la possibilità di vederci sorridere mentre io e Simply lo scrivevamo,hai ragione tu ci divertiremmo di piu e ci comprenderemmo di più di persona,naturalmente per colpa mia visto il mio modo di scrivere.

  9. bogar67

    @Stefano Grazia
    sul discorso dei tubi raccogli palle, la maestra che faceva lezione individuale a Merano voleva 46 (quarantasei) euro ora, ora io mi sono guardato bene, non essendo un dipendente ENI 🙂 dal fare a mia figlia un’ora, sabato mattina corso è finito e siamo andati via, un signore di professione fisiatra che stava con me in albergo per suo figlio scarso invece ha sborsato questa cifra.
    E’ chiaro che a qulla cifra, recuperare anche 10 minuti con i tubi non sarebbe stato male.
    Mi chiedevo anche come una Junior fa ad emergere in un contesto così caro come quello di Bolzano-Merano, con mia moglie però notavamo in giro oltre ad un’organizzazione perfetta, pulizia delle strade e un carovita da paura che la macchina più scarsa in giro per la città era Bmw x1, magari esagero però ci sta o ci stava ricchezza. Leggendo l’adige, un quotidiano locale, mi ha colpito la notizia che la catena chicco a Bolzano chiudeva perchè non poteva pagare affitto dei muri, be 20000 euro al mese, mi sono detto magari fossi stato io il proprietario che affitta, tennis e non solo peri figli a volontà altro che turni 0/6.
    Tornando al tennis, visto i costi, ho chiesto in giro ma la Meliss come ha fatto? risposta FIGLIA DI MAESTRO.
    Ora, tornando in sardegna parlando con un genitore di una coetanea della Meliss, mi diceva: “un paio di anni fa la Meliss è venuta in sardegna per un vacanza a cala gonone conla famiglia, durante la giornata io e mia figlia eravamo a mare e quelli in campo cesti su cesti a 40 gradi”, ecco vedete la cultura del lavoro ci vuole se no si rimane 4.3 come la figla del mio interlocutore, onore invece al maestro bolzanino, non penso che sua fglia poi non si sarà goduta il sole ed il mare della sardegna.

  10. nicoxia

    Bogar67,giusto per farti dormire,la filosofia Rolando è quella che ho cercato sempre di attuare solo che lui me l’ha dimostrata in pratica.
    Diciamo che si sposerebbe bene anche con Max e Nunzio meno con te e Stefano,anche perchè Stefano si stuferebbe dopo una settimana di pagare per vedere Nicholas seduto al bar.
    Dopo 20 minuti di riscaldamento l’attenzione era tale da apprendere molto più velocemente qualsiasi dettaglio tecnico,ma la difficoltà ripeto è mantenerla constantemente nel lavoro giorno dopo giorno.
    Un piccolo episodio dopo un ora di lavoro intenso,Annalisa si rivolge a Simply dicendogli ho finito l’acqua,guardandola negli occhi l’acqua è un problema tuo hai 30 secondi per procurartela dopo 28 secondi era con la racchetta in mano e con l’acqua sulla panchina.

  11. Madmax

    speriamo che non sia tutto qui il metodo…

    alessia poi questo problema non l’ha perchè non la faccio bere!! ah ah

  12. bogar67

    @nicoxia
    se ho capito bene è una filosofia che mi sta bene dai 13 annni in su, prima ho una filosofia del divertimento con delle regole cmq da rispettare infatti la Pairone terminato il periodo da Bertino che a leggerlo e a frequentarlo è ottimo come vedo io il tennis a questa età è andata da Rolando. Al maestro Bertino ho chiesto della Pairone e se lui si definiva un formatore, mi ha detto che lui allena anche, in effetti al camp ci stava una rumena di nome michele zmau del 96 che ci sta provando e che si allena con lui però rimango convinto che lui è ottimo fino a 13 anni poi ci vuole altro, più severità ed intensità negli allenamenti.
    Ho fatto qualche domanda alla zmau classifica 2.7, al tc monviso si allena con maschi di 2 anni più grande e frequenta a poche decine di metri dal circolo un liceo scientifico ad indirizzo sportivo, fa dalle 14,30 alle 18,30 tutti i giorni, ha il pa che si occupa anche di Gubulev e il mental trainer, tutte cose che io in sardegna mi sogno.

  13. dimmi che ti stai Rollando
    dimmi quando quando quando

    A me sembra la filodofia di zmourinho, un documentario sullo Special One che ho fatto vedere anche a Nicholas e che aveva anche sta storia in cui al primo allenamento al Real Mourinho dice ok, pausa di un minuto per l’acqua..Dopo un minuto fischia e quasi tutti che si erano fermati stanchi a chiaccherare gridono: ehi, mister, ma io non ho ancora bevuto…
    E Mourinho: tuo problema, non mio… vedrai che la prossima volta bevi…

    Ma e’ facile se non hai la Canaglia.. la Canaglia e’ perfino ammirabile perche’ mentre quelle pecore dei vostri figli …uh, uh, che paura, il lupo cattivo… corrono a bere, lui strascicando i piedi avrebbe rallentato ulteriormente pensando: va la’ che aspetti, tanto a me che me frega? Una questione di principio …
    E Cosimo di Rondo’ sali’ sugli alberi e non ne scese piu’ .. per chi ha letto Il Barone Rampante …
    Ovviamente scherzavo sui vostri figli pecore ma non vorrei che voi pensaste che Nicholas non sia stato allevato col ferro e col fuoco … il fatto e’ che a me piaceva fare il Sergente dei Marines ma mi piaceva anche forse avere Il Richard Gere come allievo ribelle…C’era un evidente conflitto d’interessi…
    Maddai che e’ andata bene lo stesso..? mi son fatto degli amici, no?…:)!

  14. bogar67

    @Stefano Grazia
    Ovviamente per tuo figlio quel tipo di filosofia, se ho ben capito, ci voleva dai 7 anni, fore avresti risparmiato un bel pò di soldini e ti compravi i muri di bolzano per poi affittarli alla chicco!!! 🙂 🙂 gli avresti costruito un futuro meno incerto di quello tennistico 🙂

  15. tranquillo bogar, non ho preoccupazioni per il futuro di mio figlio, o almeno non ne ho maggiori a quelle di tutti voi … E checche’ tu ti ostini a pensare, non ho manco il minimo rimpianto … la vita va vissuta, le decisioni giuste o sbagliate vanno prese, i conti si fanno alla fine, e non fra un anno o due, forse nemmeno fra dieci … l’abbiamo sempre detto no? cosa vuoi che me ne freghi dei muri di bolzano, l’importante e’ fare quel che ti piace o guadagnare cosi’ tanto da permetterti di farlo, non si scappa …quindi un po’ di spazio per scegliere c’e’ sempre…: )!

  16. nunziovobis il fondamentalista

    Sarò fondamentalist, ma non coglione!!! anzi ti dico di piu, la faccio bere io a forza ogni 10 minuti, qui non ci saranno gli africani, ma diciamo che come clima ci siamo quasi

  17. pibla

    “Ecco, se mai mio figlio,……………….., mi chiedesse dopo 3-4 settimane di riemergere dal Grande Nulla e di riprendere ad allenarlo……..”

    3-4 settimane, ad occhio, impossible, minimo minimo ci vuole qualche mesetto, 3-4 però potrebbero bastare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *