La Pressione, questa … conosciuta

di - 10 Agosto 2011

SAGHE MENTALI IN STATO DI GRAZIA
La Rubrica dell’(In)Esperto di Stefano Grazia

EPISODE 10_SALTO DI CATEGORIA SI MA ANCHE NO … E LA PRESSIONE, QUESTA … CONOSCIUTA

Avendo sotto gli occhi I risultati di quest’anno di Arianna Capogrosso, risultati che pochi italiani/e prima di lei hanno mai ottenuto, anch’io mi son chiesto come alcuni di voi se non fosse il caso ora di provare la categoria superior. Il Prof Buzzelli che la segue dal punto di vista atletico e che ha venduto al padre, che e’ un coach, il suo ormai famoso (o famigerato, dipende dai punti di vista) SensoTraining, mi rispondeva che in realta’ era gia’ nei programmi … voglio pero’ aggiungere una cosa, rivolgendomi soprattutto ai bogar e ai nuntio: se da un lato giocare coi piu’ grandi e prendere qualche bella stesa fa sicuramente bene alla salute del 12-14enne,c’e’ anche da dire che molto spesso la fuga nelle categorie superiori e’ una scusa per fuggire il confront coi pari categoria dove l’obbligo di vincere crea talora o anche il piu’ delle volte una insopportabile pressione: in fondo se perdi con uno piu’ grande di te sei giustificato…arriva, forse per tutti, un momento-forse una fase di passaggio- in cui i ragazzini, insomma, preferiscono giocare e perdere coi piu’ grandi piuttosto che affrontare il pari eta’ o addirittura un avversario di un anno o due piu’ giovane … la presunta ‘isteria’ della Capogrosso (raccontata con riprovazione da un Viandante Occasionale) dunque potrebbe semplicemente essere la spia della ‘pressure’ di dover confermare sempre gli eccellenti risultatri ottenuti (e si, lo so, non ci vuole uno psicologo di fama mondiale per raggiungere tali conclusioni ) quindi la mia conclusion, generalizzata, e’ che si, benissimo giocare qualche torneo senza pressure ma al tempo stesso secondo me puo’ essere ancora utile giocare ogni tanto qualche torneo nella tua categoria e non giustificare troppo la fuga …dalle responsabilita’!
Adesso mi rendo conto che dovrei sviluppare un po’ l’argomento perche’ altrimenti l’articolo e’ un po’ troppo corto e uno potrebbe dire: si, vabbe’, ma non lo potevi scrivere subito come un Post e da li’ magari si sviluppava l’argomento … mmm si, forse, ma da quando ci siamo trasformati in una Chat Line se da un lato e’ bello sapere che c’e’ sempre qualcuno che ti possa tenere compagnia, su Spazio tennis a parlare di Tennis e Figli o su UbiTennis a parlare di Rogi e Rafa e, non dimentichiamolo, del Goat (argomento tra l’altro sempre piu’ intricate perche’ se e’ vero che Federer non puo’ essere giudicato il piu’ grande di sempre perche’ al suo apice aveva I confronti diretti con Nadal (e non solo) a suo sfavore, come la mettiamo col nuovo candidato che e’ 0-5 con The Djoker, e per di piu’ su tre superfici diverse? Da farci subito un articolo…), dicevo che, e noterete che come allungo io la broda non c’e’ nessuno, da quando ci siamo trasformati in chat a volte alcuni argomenti si perdono, sommersi da 40-50 post del tipo ‘mi ami? Chiudi prima tu, no chiudi prima tu, si ma dimmi che mi ami’. E questo della PRESSURE, che abbiamo comunque piu’ volte affrontato meriterebbe ulteriori approfondimenti: Federico Di Carlo, definito da Monet uno strizzacervelli quando in realta’ e’ una sorta di Mental Tutor e la differenziazione e’ intesa in senso positivo, potra’ sicuramente pescare nel suo repertorio una serie di definizioni di quelle che io chiamo alla Baci perugina (o alla Leo Buscaglia), ma quello che vorrei da lui e’ una serie di esempi pratici, magari che sconfinino nell’aneddotica, caso per caso, e come ha risolto, se lo ha risolto, il problema. Perche’ alla fine io rimango sempre dell’idea che il Mental lo puoi insegnare solo, e comunque in minima parte, a chi los cojones li ha gia’. Da parte mia posso ripetere quello che disse gia’ tre,Quattro anni fa Jose’ Lambert, uno egli Head Coaches della Bollettieri, a mio figlio, e cioe’ che a quell’eta’ la maggior pressione la si provava giocando contro un avversario piu’ giovane e contro…una femmina. Il che mi ha fatto subito pensare: cavolo, le donne sono svantaggiate: loro contro le femmine ci giocano quasi sempre! Be’, guardate che e’ una Battuta relative: in effetti quante ragazzine giocano da dio contro i maschietti, quando possono appoggiarsi ai colpi e comunque giocare senza avere nulla da perdere, per poi naufragare miseramente quando devono affrontare un avversario del loro stesso sesso. Capita anche e soprattutto fra I Tristonazzi Adulti: quante volte mia moglie si e’ sentita dire, dopo che aveva strapazzato l’avversaria magari 61 62, a mo’ di giustificazione: ah si, ma sai: io sono abituata a giocare con gli uomini… Al che mia moglie, che comunque e’ una che giocava tirando a tutta col drittaccio imparato osservando Camporese e che quindi e’ esattamente il contrario di una pallettara, rispondeva acida: ah, si? Ma guardati un po’ in giro: quanti tornei ci sono in cui I maschi e le femmine giocano insieme? Meglio che impari allora a giocare contro le donne ….


Ma tornando a bomba, la Pressione, questa sconosciuta …. o conosciuta bene, benissimo, se e’ vero che anche fra volgarissimi Tristonazzi e’ spesso di casa sottoforma di Virus del Servizio o d’Incapacita’ di battere gli Inferiori o semplicemente sottoforma di Braccino nei Punti Importanti, come la superiamo o semplicemente come la controlliamo se e’ vero, come e’vero, che la prima cosa da farsi e’ riconoscere la sua Esistenza?

Vediamo se Qualcuno ha qualche suggerimento concreto … qualche trucco, qualche espediente pratico, qualche riferimento letterario o anche biblico …

© riproduzione riservata

363 commenti

  1. nicoxia

    Stefano io rispetto tutti quelli che mi dicono cosa pensano di me indipendentemente da quello che dicono.
    Sull’argomento,Alexia approdata al tabellone di terza ha affrontato una 3 4 il primo set 4 pari con palla del 5 4 per lei lo ha perso 6 4 io ho assistito impassibile con espressione non contenta per come stava giocando.Il secondo lo ha iniziato nella maniera giusta con molta fiducia ed io ho cominciato ad incitarla nel continuare cosi con dei continui brava uno a zero due a zero tre a zero quattro a zero e io sempre più soddisfatto continuavo a mostrargli la mia approvazione,la particolarità è che il quattro a zero era per l’ altra,poi oltre a giocare bene ha iniziato in completa fiducia a sbagliare meno fino ad avere 3 palle per il 5 pari per poi perdere 6 4.
    Nel dopo partita mi ha detto che nel secondo set siè divrtita molto di più ma alla mia domanda perchè non l’avesse fatto da subito non mi sapeva rispondere,è intervenuto il fratello dicendomi vedi papà io ora riesco a farlo di più perchè penso solo alla mia crescita non devo confermare niente lei si.
    Il lavoro è duro ma bisogna lavorarci giorno dopo giorno e sopratutto crederci che i risultati tornando all’argomento precedente servono se sono indirizzati nella giusta crescita.

  2. …azzo, io questo articolo, scritto almeno un mese fa, l’avevo ideato per stimolare FDC, quasi un ramoscello d’ulivo, manco me lo ricordavo piu’ ( ale li aveva programmati prima di andare in ferie)ma mi sa che ce lo siamo giocati di nuovo…e’ ancora di la’ che sbraita sulla sua sensibilita’ ferita e comunque, io faccio quel che posso, di piu’ non so e mi sto anche gia’ rirompendo i maroni, se proprio lo volete sapere… vediamo se siamo in grado di seppelire l’ennesima ascia di guerra e di dissentire senza essere offensivi e permalosi…

  3. Stefano,
    faccio la cosa che mi riesce più naturale e più istintiva. Parlo delle cose senza entrare nel merito delle questioni personali. Quello della pressione, che ha una moltitudine di sfaccettature tutte diverse viene affrontata in modi completamenti diversi a seconda delle accezioni che il termine assume volta per volta. Si sente parlare alternativamente di stress, nervosismo, ansia, apprensione, agitazione, palpitazioni, paura etc. A ciò si aggiunga che i sintomi e gli effetti di tali stati possono essere di tipo cognitivo, somatico e comportamentale. Scrivo questo soltanto per chiarire che un intervento su tale argomento in generale, e sicuramente su un blog, può essere solo generico e comunque risulterebbe sempre incompleto.
    Uno degli elementi che rende più difficile l’intervento è che queste reazioni avvengono nella maggior parte dei casi a livello emotivo (attivazione delle aree limbiche del cervello)e soprattutto nei giovani atleti a livello inconscio. Capire le cause ed interagire sugli effetti è cosa spesso difficile (richiede rapporto di fiducia con l’atlleta, soprattutto)e non di facile soluzione. Richiede un lavoro approfondito sul soggetto ed organizzare lavoro e soluzoni personalizzate.

  4. pulsatilla

    Stefano,
    la reciproca antipatia fra te e Federico ormai è assodata.
    Quello che mi ha sorpreso in senso molto negativo è stato l’attacco personale furioso di Max contro Ivano. Io leggo tutti e due con molto interesse, seguo le loro conversazioni che quando si addentrano nalla “polpa” del tennis credo siano molto utili e stimolanti per tutti. Ivano, che non conosco personalmente, mi pare scriva con molta passione e sincerità. Francamente non capisco l’acredine così massiva a senso unico in un dibattito scorso via molto bene, interessante, tecnico, per certi versi anche innovatore rispetto a certi standard.
    Si discute, pensare di possedere la verità può essere molto pericoloso…

  5. atti

    Pulsatilla..
    se è un po che segui il blog… non dovresti stupirti piu’ di tanto…
    Lo stesso tipo di discussione, forse anche peggio, si era scatenata un po di mesi fa, sullo stretching ..prima e dopo…i pasti !

    Diciamo che pochi hanno una capacità di incassare alla Rocky Baloa che ha il doc (orami responsabile di ogni cosa…buco dell’ozono compreso).. o meglio un autoironia..di non prendere tutto quello che ci diciamo per oro colato.

    Che poi pari pari è quello che succederebbe se un qualsiasi genitore si permettesse di contrastare apertamente le convinzioni del maestro di turno… è una guerra persa in partenza…
    Non me ne voglia Ivano, che è sia maestro che genitore…infatti è per questo che non è ancora scappato come gli altri predecessori !!!
    Max che agisce oramai da battitore libero perde la pazienza piu’ facilmente… non è piu’ abituato….mentre noi siamo dei Richelier della diplomazia…e solo di tanto in tanto usciamo fuori dai gangheri !!!…anche qui l’allenamento è fondamentale…..

    No tornando alla pressione, penso che i ragazzini di adesso facciano ancor piu’ fatica delle nostre generazioni… conta molto lo stile di vita… difficile quando tutto ti arriva per grazia ricevuta…
    l’ambiente circolo non ti agevola e anzi aumenta la pressione e le aspettative…
    ed in generale quando perdono (o vincono) con un coetaneo e/o pari classifica…raramente si divertono…ma è anche normale che sia così…la tensione della gara è soggettiva…mica possiamo essere tutti uguali…l’importante è imparare a gestirla nel modo migliore e piu’ proficuo per l’obbiettivo… per cui anche sbattere la racchetta unatantum…non è la fine del mondo se poi mi fa scaricare la tensione e ripartire… dipende… non credo ci sia una cura unica per tutti.

  6. Gus

    Pillole sempre da inesperto:

    • Le abilità motorie (tra cui ovviamente la capacità di anticipazione) richiedono un processo addestrativo basato su un numero elevato di ripetizioni (sono pillole per cui evito di aggiungere tutto quello che servirebbe), ecc.ecc. E questo è quanto dicono i sacri testi dell’allenamento, non Gus che conta nulla.Il periodo ideale per allenare ed ottenere l’aumento preponderante del miglioramento di queste capacità è fino ai 12/13 anni (biologici, ecc.ecc.).Se queste cose sono vere (e se qualcuno pensa che non siano vere una lettura ai vari Weineck, Bosco, ecc.ecc. non farebbe male) allora mi viene difficile pensare che il modo migliore di allenare tali abilità motorie sia una partita a tennis tra due ragazzini di 8-10 anni.
    • Se qualcuno vuole sapere cosa cercano i giocatori “pro” più di ogni altra cosa (discorso di questi giorni) basta che guardi le scelte che fanno per quanto riguarda le racchette, le corde e soprattutto a quali tensioni. (gli uomini più delle donne).

  7. ivano

    Gus
    Purtroppo è cosi’………
    Ma si migliorano anche dopo quell’eta’……….
    Il problema grosso è che l’anticipazione motoria è una dote genetica……………..
    o l’hai o non l’hai…………
    Comunque se tu immagazzini molte informazioni da 7 a 16 anni stai sicuro che la migliori notevolmente……….infatti questo è l’unico modo per allenarla(partita)

  8. ivano

    Pulsatilla
    Post numero 4
    Grazie per i complimenti !!!!!!!
    Probabilmente ieri sera Alessia ha perso una partita…….oppure non ha raggiunto obiettivi nell’allenamento quotidiano e super Max era molto nervoso:) 🙂 🙂 🙂 🙂

  9. nicoxia

    Ivano dici che dai 7 ai 16 la migliori facendo partite,ma l’anticipazione motoria che intendi tu mi vuoi dire in una partita tra bambini di 7 8 anni quando gli servirà come gestualità ad un professionista?
    Cerco di spiegarmi un movimento di un bambino che l’altro dovrà anticipare non gli capiterà mai più da professionista allora secondo la tua logica non può essere migliorabile.

  10. nicoxia

    Secondo me migliora appunto perchè la mente è più pronta ad imparare le nuove gestualità.

  11. ivano

    Nicoxia
    Tutto serve………
    Il ragazzino anche a quell’eta’ inizia a prendere informazioni con l’occhio iniziando quindi i vari processi di anticipazione……..
    Man mano che si cresce e che si migliora si prenderanno sempre piu’ informazioni e soprattutto sempre piu’ tecnicamente giuste……….

  12. bogar67

    Probabile che ieri sera che ero senza pc mi sono perso qualcosa tra Ivano e Mad Max, a prescindere da tutto condivido quanto scritto da pulsatilla al post nr. 4.

  13. Maurizio

    Ivano, mi piacerebbe sapere quale ritieni siano le doti tennistiche più evidenti delle tue figlie.

  14. Maurizio

    Vorrei dire la mia sull’anticipazione motoria, ma non solo per l’argomento i se stesso, ma più in generale sull’allenamento in campo, fuori dal campo o in partita.
    Gli studiosi dell’argomento, sono concordi nell’affermare che l’allenamento soprattutto nei giochi sportivi deve avvicinarsi il più possibile alla situazione target e qui segna un punto Ivano. Ma se fosse così semplice, basterebbe fare partite su partite ed il gioco sarebbe fatto. Perché allora fare altri tipi di allenamento?
    Una risposta può essere che un determinato compito può essere migliorato esasperandolo, per esempio rispondere a servizi battuti non dal fondo ma da metà campo ETC.
    Nel nostro caso, il concetto di anticipazione può essere esasperato ed allenato non in partita?
    Occorre mettersi d’accordo con le parole, io penso che la capacità di reazione sia una componente della capacità di anticipazione e qui prende un punto Max se è vero che come dice anche Ivano può essere allenata anche fuori dal campo.
    Ho scoperto però che anche l’anticipazione motoria tennistica può essere allenata efficacemente anche fuori dal campo, come?
    Questa però me la tengo per ora per me, ne parleremo in occasione dei CI in Sardegna.
    Ivano, se non ci vedremo ti manderò una mail con la tipologia di allenamento dell’anticipazione senza giocare partite, aggiungo solo che questo allenamento lo praticano efficacemente nel football americano.

  15. ivano

    Maurizio
    La dote piu’ importante di mia figlia grande è il “Coraggio”……………….
    Quella invece di mia figlia piccola è il fatto di essere “Crociata”

  16. ivano

    Maurizio
    Sull’anticipazione motoria mi devo prendere 3 gg di pausa perchè non ce la faccio piu’…………….leggiti cominque il post di mammager che è di rinforzo a quello che dico io……..mi sembra il numero 245,sull’altro editoriale

  17. ivano

    Maurizio
    Si la lateralita’……….
    Quando con Dorocenko feci il primo aggiornamento esordi’ cosi….nelle vostre scuole se avete un crociato lavorateci gli omogenei tutti a casa…………….

  18. ivano

    Vero ma il coraggio è una dote che non si vende alla coop………..
    Ci sono pure dei grandi giocatori che sono omogenei……..
    Basta trovare il proprio percorso…………….

  19. pulsatilla

    Ivano,
    m’hanno detto che tutti e due i miei figli sono crociati.
    Tu come fai per riconoscere questa caratteristica?

  20. Gus

    Da quanto mi risulta la teoria dell’allenamento per i ragazzi prevede all’incirca 50-60 partite di torneo l’anno. Numero che almeno per quanto riguarda il mio sport mi vede concorde. Ora però il problema è quali partite (lasciamo stare pressure o non pressure). Personalmente ritengo che non abbia molto senso fare 50 partite vinte facilmente e 10 “serie”. Credo che il tennis giovanile abbia questi problemi e quindi ho da sempre pensato che le ragazze più forti salgano il più presto possibile di categoria e giochino tornei non di pari categoria di età ma pari categoria tennistica ovviamente non snaturando il proprio programma di crescita. Meglio, appunto, 50-60 partite in cui si giochi e si impari che 45 partite inutili vinte a mani basse e 10-15 alla pari. Personalmente penso sia meglio un buon allenamento che una partita di certi tornei giovanili in cui quella che vincerà il torneo potrebbe giocare con la mano sx fino come minimo alla semifinale. Sempre da profano del tennis, sia chiaro.

  21. ivano

    Pulsatilla
    Per riconoscere la lateralita’ oculo-manuale devi prendere un foglio di carta(A4)e farci un piccolo forellino nel centro……a quel punto lo fai tenere in mano all’allievo a braccia distese e piano piano lo fai avvicinare agli occhi avendoli dato un obiettivo da inquadrare………l’occhio con il quale mette a fuoco l’obiettivo è il suo l’occhio dominante…………….

  22. ivano

    GUS
    La teoria prevede di far disputare su esempio 15 tornei l’anno,5 dove sappiamo che vince facile,5 dove sappiamo che se la lotta e 5 dove sappiamo che perde facile………
    Questa è la teoria poi nella pratica uno puo’ fare quello che vuole……………

  23. ivano

    Pulsatilla
    Scusa non avevo finito di rispondere alla tua domanda……
    A quel punto quando abbiamo individuato l’occhio dominante per essere crociati dobbiamo avere occhio destro dominante e giocare a tennis con il braccio sinistro…..oppure al contrario occhio sinistro dominante e giocare con il braccio destro…….

  24. ivano

    Pulsatilla
    Per farti capire bene dovrei farti vedere degli esempi…..visto che siamo al pc e non si puo’ te lo semplifico molto……….
    il crociato nel tennis è favorito perchè è in grado di colpire la palla nel DX piu’ avanti rispetto a un omogeneo…….
    Quindi siccome è stabilito che il 70 per cento dei colpi si giocano con il DX questo è il grosso vantaggio……..

  25. ivano

    Scusa ancora non ho completato……..
    Il vantaggio se colpisco piu’ avanti sta in termini di tempo(ovvero ne ha meno chi gioca contro)altro vantaggio è quello di poter colpire in posizione chiusa(ovvero di fianco) e prendere la palla davanti,quindi tirare piu’ forte……..

  26. Gus

    Grazie Ivano per la risposta.
    Io parlo di partite, la teoria che tu riporti di tornei (che come è ovvio non sono la stessa cosa).
    In ogni caso, per motivi di personale approfondimento, tu potresti dirmi chi propone questa teoria, così posso recuperare il dettaglio e capirne meglio le motivazioni. Ti ringrazio in anticipo.
    Gus.

  27. ivano

    Gus
    Le partite vanno in base hai tornei che fai……..te non puoi mica sceglire le partite da fare !!!!!!!!
    Puoi scegliere i tornei dove presumi che il tuo allievo andra’ a fare questa o quella partita……….
    La teoria è sempre quella del Number one………Roberto…..

  28. atti

    Ovvio
    …Un crociato vuol farsi le crociate… per poter calpestare la terra (santa) da vincitore!

    No…Mi piacerebbe sapere a quanti ragazzi, fra quelli delle agonistiche è stato fatto questo test (lasciamo perdere le Sat)
    … che poi tanto banale non è ….

  29. Gus

    Ivano: si infatti, ma forse mi sono spiegato male io. Nel tennis non puoi programmare esattamente quante partite farai (anche per me è facile da capire), ma pianifichi la stagione. Immagino che alla fine però giocheranno più o meno 50-60 partite, quelli bravi o che fanno troppi tornei facili anche di più. Il resto ce lo siamo già detti. Roberto ….. ??

    Grazie Gus.

  30. credevo d’aver compiuto il famoso passo indietro gia’ tempo fa per poter permettere la ripresa dei varu dibattiti senza perdere pezzi piu’ o meno importanti … vorrei ribadire ancora qui che I have no beef con FDC ma semmai abbiamo diverse opinioni sulla materia che lui pratica come hobby o real profession, non e’ chiaro, magari ce lo puo’ dire, materia che entrambi giudichiamo fondamentale solo che io ritengo che sia solo affinabile e non trasmettibile e coe’ come l’antocipazione motoria, insomma, non e’ una cosa che da zero porti a 10 ma semmai da 9 o 9.5 porti a 10′ e intendiamoci a certi livelli anche questo fa la differenza…per es la consiglierei sia a Federer che a Murray che comunque non pupi certo accusare di non avere ls cojones… Ma ritornando a noi, ahime’ ancora una volta noto che mentre altri possono sbeffeggiarmi impunemente o accusarmi di cose che credo solo io sono finora riuscito ad accettare o con un sorriso o con una scrollata di spalle (raramente, lo ammetto)o con una replica piu’ o meno insofferente, gli altri appunto alle mie repliche sbroccano di brutto… quindi o io sono ancora piu’ maleducato di mio figlio( teoria di madmax,nicoxia e FDC) oppure ‘The Others’ sono molto piu’ sensibili di quel che vogliono apparire oppure semplicemente difettano piu’ di me di autoironia, autocritica,sense of humour e amche del ridicolo, che alla fine siamo un branco di scocomerati che parlano di tennis come se fossero i Massimi Sistemi.. comunque visto che continuo a urtare le sendibilita’ altrui mi impongo una pausa almeno nei posts mentre forse, ma solo forse, riusciro’ ad inserire alcuni altri articoli gia’ preparati anche se qui le difficolta’ che ho con figlio e computer mi hanno quasi azzerato le motivazioni…lo so, e’ una fase passeggera, e appunto non faccio proclami inutili… comunque,mi scuso, I apologize, je suis desole’ e Peco Desculpa… solo 4 lingue,non cinque, ma magari se mi sforzavo mi veniva in mente qualcosa anche in espanol…

  31. bogar67

    Dopo tre anni i blog sembrava che tutto era saputo e risaputo ed invece……….
    Grazie sinceramente Ivano!

  32. ivano

    Gus
    Roberto Lombardi……..
    E’ stato il mio mito,la mia icona….
    Quello che ho imparato in 15 anni di lavoro sui campi è merito della sua grande scuola maestri…………Dio lo riposi………

  33. Mi vergogno un po’ ma …son dovuto andare a documentarmi! Poi mi sono ricordato che c’ero passato gia’ anch’io e diversi anni fa, tanti che ormai me ne ero dimenticato…Si riferivano alla dominanza dell’emisfero laterale destro o sinistro…in effetti e’ la prima cosa che guardavano per capire se dovevi essere impostato destro o sinistro…io per esempio sono un destro con dominanza sinistra, ho fatto quel test visivo, faccio cose con la sinistra tipo respirare a sinistra nello stile libero, colpire relativamente piu’ forte col rovescio a due mani, sono anche convinto che se a golf fossi stato impostato come mancino giocherei meglio…Avrei giurato che anche Nicholas fosse cosi’ visto che giocava a due mani il dritto con impugnatura sinistra e invece gli fecero due-tre tests e dissero che era sicuramente un destro … lo videro in parecchi, Bollettieri e Chip Brooks inclusi,non ricordo esattamente chi altri…mi rimane qualche dubbio….

  34. Luca

    Per me Adriana Capogrosso fa bene a giocare solo con le under 12, così é obbligata a vincere e sarà ricordata anche in futuro per le sue numerose vittorie. Le auguro di vincere ancora 5 tornei quest’anno.

  35. andrew

    Bellissimi i siparietti Lombardi-Tommasi, quando Lombardi partiva con l’occhio dominante e Tommasi non voleva neanche sapere di cosa stesse parlando….

  36. nicoxia

    Stefano facemmo una discussione ancora su ubitennis,però mi sa che all’epoca approfondisti poco perchè se se destro con dominanza sinistra quindi crociato ti dovrebbe venire meglio il dritto che il rovescio come dici.
    Per sfruttare questo vantaggio però bisogna sapere alcuni accorgimenti di posizione,l’open stance se ci pensate supera questo ostacolo.

  37. Gus

    Roberto Lombardi a me è sempre piaciuto e le puntate su supertennis erano delle chicche.

    Una domanda a te che sei maestro, esiste una documentazione tecnica dei corsi FIT per istruttori e maestri scaricabile dal sito della Federazione?

    O in qualche modo recuperabile se non direttamente di dominio pubblico?

    Grazie

  38. Per quello che riguarda la dominanza a mio modo di vedere il fattore che ha determinato ad alzare il livello del tennis moderno è il rovescia a due mani. Attivare la parte sinistra del corpo vuol dire stimolare le aree cerebrali dell’emisfero destra. In una statistica che ho compiuto su 200 giocatori agonisti dell’età compresa tra i 12 e 18 anni è venuto fuori che l’87% sono ambidestri. A volte ci sono giocatori che a quella età ancora non hanno scelto la mano dominante. Dal punto di vista del funzionamento del cervello nelle prestazioni sportive gli esami condotti in laboratorio (EEG,MEG, MRI)hanno evidenziato che il cervello funziona al meglio quando avviene “il riequilibrio della dominanza degli emisferi”. E’ stato infatti rilevato che per quello che riguarda il movimento, negli sportivi di elite vi è un’attivazione abbastanza omogenea di entrambi i lobi cerebrali. Dal momento che la popolazione mondiale è per il 90% destrimane, con lateralizzazione sx dominante, l’alta percentuale di ambidestrismo nel tennis è un fatto che a mio parere ha grande rilevanza.

  39. puo’ darsi, infatti non ricordo, ma faccio fatica a ricordare anche i pazienti del giorno prima se non ho la cartella sott’occhio! il mio dritto ha il problema che in pratica fra spalla con la cuff rotator sindrome e l’obbligo della open perche’ non mi sono mai appoggiato bene sulla zampa sinistra a causa del doppio intervento al crociato ( anche li’! ) …mi viene piu’ naturale il rovescio…. poi alla fine, come l’henin : ) anch’io gioco piu’ dritti…e per es meglio quelloinside out di quello cross court … ma io sono destro e non so se ho davvero la dominanza a sinistra, ripeto, ma certe cose mi vengono naturali a sinistra … nicholas invece quando comincio’ a giocare fino a 7 anni gioco’ da quadrumane con la particolarita’ di un impugnatura da mancino nel dritto e da destro nel rovescio, questo gia’ a dimostrare una tendenza a complicarsi la vita…

  40. il post 52 si riferisce a nicox…per quanto riguarda il rovescio a due mani e l’ambidestrismo….se uno sa staccare e fare anche lo slice, il rovescio a due mani e’ superiore a quello a una mano e secondo me, ma mi sa che sono l’unico a pensarla cosi’, anche piu’ bello dal punto di vista estetico…pensate che io quando cominciai a 34 anni ,i fu insegnato il rovescio a una mano ma dopo un paio d’anni volli passare a quello a due mani…il contrario di Sampras! primo, perche’ a me piacevano Connors e Agassi, secondo perche’ mi veniva meglio il timing in avanti…comunque una delle prime cose che sentii alla Bollettieri quando nei primi anni 90 frequentavo l’Adult Program ( ci andavamo due settimane all’anno, si spendevano 700 dollari tutto compreso, vitto -che era ottimo
    !-e alloggio, ed era una bellissima vacanza…si stava in appartamentini a due camere con altri due, si faceva vita di gruppo, si usciva alla sera coi coaches…poi hanno voluto trasformare l’academy in una resort di lusso, inseguire Saddlebrook con la hopmann e l’arnold palmer golf academy e hanno costruito villini e piscine per gli adulti ma hanno rovinato il magic…e ovviamente triplicato i prezzi!!!), comunque una delle prime cose che sentii fu che Borg quando colpiva a due mani col rovescio aveva come braccio dominante il sinistro … piu’ avanti vedemmo la Sharapova che per 6-9 mesi volle provare a giocare da mancina…il risultato fu comunque che il suo rovescio divenne un’arma letale… nicholas ogni tanto si allenava con la sinistra e una volta ha anche battuto un suo compagno di academy … la tragedia e’ che poi ci ha perso in torneo giocando con la destra…la volta successiva ha rimesso le cose a posto con un 61 62 ma tanto per dire quanto conta la mente…comunque nivholas ha sempre giocato il BH a due mani ma aveva un ottimo slice a una mano e spesso di divertiva a giocare il rovescio a una mano che, da guardare, era davvero bellissimo, da manuale …pero’ e’ chiaro, essendo lui non di dimensioni taurine, non esisteva che abbandonasse quello a due mani …piuttosto, a tornare indietro, forse avrei insistito a farlo giocare di piu’ da mancino all’inizio, almeno fino ai 7-8 anni, alternando, cosi’ da irrobustire di piu’ il lato sinistro e poi lasciare. omunque scegliere a lui e ai tecnici….

  41. ivano

    Gus
    Sul sito federale non si trova niente della scuola maestri…….e soprattutto della vecchia gestione Lombardi………..
    La nuova gestione Dell’Edera che per altro sara’ sicuramente ottima come la precedente(anche perchè Michy è un amico) vedo che viaggiano via telematica………quindi non saprei come aiutarti……

  42. ivano

    Stefano
    Provo a dare qualche indicazione(perchè per capire bene ci vorrebbero degli esempi visivi)……
    La lateralita’ crociata da’ dei grandissimi vantaggi sul diritto(DX)in quanto in fase di impostazione tecnica un allievo con quella lateralita’ posso tranquillamente farlo giocare con impugnatura eastern(che come noto ha un raggio d’impatto leggermente arretrato) e sono lostesso sicuro che il mio allievo andra’ a colpirla ugualmente davanti quindi con tutti i vantaggi del caso(dati dall’impugnatura) ed anche posso insegnare la posizione chiusa(di fianco) che anche qui’ son sicuro che l’allievo crociato mi colpira’ la palla davanti(ed anche qui’ con tutti i vantaggi del caso)………
    In contrapposizione la lateralita’ omogenea mi crea dei cambiamenti tecnici da fare gia’ in fase d’impostazione……al posto della eastern dovro’ agire con una semi-western che almeno in parte aiuta l’allievo per l’impatto un pochetto avanzato e soprattutto lo conforta nel controllo visto che aiuta la rotazione(questo perchè l’allievo non la becca davanti….Non la vede davanti !!!!!)….
    A questo punto per l’allievo omogeneo ci viene in aiuto la stence ovvero non posso chiederli di stare di fianco perchè si farebbe male 🙂 (perdendo quindi tutti i vantaggi del caso in potenza) ma aprendola (la stence) in semi o in open ecco che il nostro allievo mette meglio a fuoco la palla e quindi gli diamo nuovamente fiducia in quel colpo…………Sara’ sempre pero’ un aggiustamento tecnico che fa perdere potenza al colpo e centimetri all’impatto……..
    Personalmente ho studiato un’altro stratagemma per gli omogenei ovvero lavorare non sulle stance e basta ma pure sulla testa…..ovvero se io faccio allenare a tenere la testa piu’ in diagonale rispetto alla palla ho notato che aumento il campo visivo dell’allievo quindi poco alla volta diminuisco pure il gap con i crociati………….

  43. nicoxia

    Il blog secondo me dovrebbe servire a questo,ad esprimere una propia opinione o valutazione ad esempio su sensotraining ognuno ha detto la sua ma nessuno ha chiesto l’opinione di chi l’ha creata,forse perchè presi dall’affermarsi più che dal comprendere,la domanda la facio io essendo sicuro che Buzzelli risponderà come ha fato per la pedana a Maurizio visto che era stato un suo progetto in collaborazione con Bosco,Proff Buzzelli ci può esporre la sua interpretazione sull’utilità del Sensotraining?

  44. a parte che un intervento di salvatore e’ sempre ben accetto, ma ti pare Bogar che il Prof non si sia mai dato la possibilita’ di esprimermi? Gli feci un intervista prima e poi, in un successivo articolo sul SensoBuzz, sono quasi certo che il Prof ebbe ad intervenire.In effetti solo ora noto che sei tu, nicox: avevo dato per scontato che una domanda cosi’ l’avesse fatta bogar…Piuttosto la domanda andrebbe formulata diversamente e cioe’: ad un psio di anni di distanza dal parto del SensoTraining ormai universalmente noto, almeno sul blog, come Senso Buzz, quali sono i feed back, i riscontri, le conclusioni e quali le aspettative?

    Scusa bogar, come vedi a volte pecco di pregiudizio anch’io!!!

  45. Purtroppo ho dei momenti di black out totale di connessione selettiva: cioe’ solo alcuni siti sono affetti fra cui ahime’ spaziotennis, planet-rugby ma anche google per cui escluderei che qualcuno ce l’abbia solo con me… quindi se non mi sentite per un po’, potrebbe essere per questo …

  46. bogar67

    Stefano Grazia, ma al post 56 è nicoxia che fa domanda non io, ma che sei in Jamaica a fumarti na canna? 🙂

  47. atti

    Per il senso Buzz sarebbe interessante anche un parere di qualche coach e/o giocatore che lo sta usando….e mi risulta che fra i primi 100 siano piu’ di uno…

    Serve ? non serve ? è un qualcosa in piu nella preparazione ? …

    Fermorestando che poi è sempre il giocatore che deve metterci del suo… perchè nemmeno il sensobuzz… ahime… fa miracoli !!

    E poi l’ideale è sempre di usarlo con qualcuno che ti vede e che è in grado di farti svolgere correttamente gli esercizi… sopratutto se parliamo di ragazzini.

  48. mario zanetti

    @Atti
    Posso riportare un messaggio che mi ha mandato Tathiana Garbin qualche tempo fa su una mia richiesta di informazioni sul Sensotraining :

    Ciao Mario , si l’ho usato e’ un apparecchio utile ma non puo’ certo sostituire tutta la preparazione atletica ma e’ uno strumento che aiuta la concentrazione , i riflessi e la velocita’. E’ quella cosa in piu’ che il preparatore atletico puo’ utilizzare durante le sue sessioni di lavoro

  49. atti

    Mario… ottimo contributo!
    Una sintesi perfetta da parte della Garbin.

    Fra l’altro è asattamente quello che ha sempre detto Stefano Grazia…

  50. pulsatilla

    Siamo sempre a parlare del sensotraining.
    Per la preparazione atletica ci vuole un preparatore atletico che sappia fare il preparatore atletico e un ragazzo che sia disposto a fare la preparazione atletica. la definizione espressa in questo modo elimina già il 90% dei tennisti e PA circolanti nel suolo italico.
    Detto questo, il sensotraining è stato concepito con l’intenzione di coniugare l’attività motoria con l’attenzione, si tratta di fare scatti brevi su sollecitazioni acustiche o visive. E’ facilmente intuibile l’utilità dela macchina.

    Senso training a parte, possibile che nessuno abbia fatto un commento sul post 55 di Ivano?
    Quello sì che mi sembra un contributo su cui vale la pena riflettere e parlare. Fra l’altro mi sembra di capire la sua predilezione per la eastern (io condivido), dunque per il gioco piatto e potente (almeno in attacco), lasciando la semiwestern per i meno dotati (e anche qui ci sarebbe molto da discutere, gli spagnoli non credo sarebbero molto d’accordo…)

  51. Maurizio

    Ivano, però sul rovescio le cose si ribaltano, e sono più di uno i giocatori che hanno fatto e fanno la differenza con quel colpo.

  52. bogar67

    Stefdano Grazia
    scusa ti accorgi mentre stai scrivendo che era Nicoxia che fa la domanda e sbagli perchè poi continuare discorso nello stesso post, cancella e riscrivi. Io ho letto nelle prime due riga che tuo post era diretto a nicoxia e ho smesso di leggere.

  53. buzzelli

    Carissimi, sono in ferie e leggo giornalmente il blog. Vorrei rispondere in maniera esaustiva alla domanda posta da nicox purtroppo mi si e` rotta la tastiera del computer e non riesco a scrivere. Vi sto scrivendo dal blackBerry ma sinceramente adesso mi e` difficile relazionare con questo tastierino. Rimando ad appena possibile. Comunque grazie di tutto quello che avete detto.anche se l approccio scientifico al metodo che utilizza il sensot non e` cosi` banale come potrebbe sembrare. A volte le cose semplici racchiudono complessita` insospettabili. Per scrivere ste due cose ci ho messo un`infinita`!

  54. si chiamano artifizi letterari … ma, te lo dico con ironia affettuosa quindi non prendertela : bogar, sei di una mancanza di tatto e forse anche di educazine/ cultura imbarazzante o meglio disarmante 🙂 … e quando ti giustifichi fai anche piu’ danni!,non so chi dovrebbe sentirsi piu’ offeso, se io o nicoxia, comunque…sai quante cose ti sei perso e quanti errori wvresti evitato se avessi letto un po’ di piu’ fino in fondo!
    scherzo con faccina che non so mai perche’ non mi viene …:)

  55. nicoxia

    Stefano quando io scrivo penso di fare un favore a qualcuno se l’altro non mi legge io non mi offendo non mi devo vendere niente,chiunque pensi che scrivo solo cavolate è autorizzato a saltare i miei post pari pari,secondo me quella di Bogart67 voleva solo essere una battuta però io sono un buono e mi si puòprendere in giro facilmente.

  56. Mammager

    Pulsatilla
    Nessuno ha commentato il post di Ivano sulla dominanza perchè molti di noi hanno trascorso il pomeriggio a cercare invano di convincere i nostri figli destrorsi omogenei a cambiare occhio dominante :); Bogar, non potendo avere un responso attendibile dal piccolo di un anno e mezzo, ma accortosi che impugna western la sua racchettina con la mano destra, ha subito tirato fuori da un cassetto un vecchio occlusore per coprirgli l’occhio destro e solo una seria minaccia della moglie di chiamare i suoi cugini d’Arma ha impedito il compimento del misfatto. 🙂 🙂 🙂
    Sinceramente a me, le parole di Ivano ‘sarà sempre un aggiustamento tecnico’ pesavano come un macigno :(… avevo già riposto la racchetta nel fodero e cominciato a raccogliere le prime informazioni sul MIT quando è arrivata la soffiata: Federer è omogeneo! e Nadal pure! Allora la scalata alla vetta non è preclusa! MIT rimandato. Domani fartlek!

  57. ivano

    mammager
    Eccomi………
    Mi dispiace deluderti ma sia Roger che Rafa sono piu’ che crociati……
    La soffiata non è esatta !!!!!!!!
    Comunque tranquilla non disperare continua a lavorare bene……..magari se veramente tuo figlio è omogeneo segui il mio consiglio che funziona……….

  58. ivano

    Mammager
    Ti racconto la storia di Rafa cosi’ come ci è stata raccontata a noi maestri da Dorocenko che ha lavorato appunto con Rafa quando era piccolo…………
    Allora siccome Rafa è ambidestro giocava sia diritto che rovescio a due mani,il motivo era appunto per cercare di individuare in maniera sicura e definitiva quale era il suo occhio dominante……all’eta’ di otto anni si sono accorti che il suo occhio dominante era certamente il destro quindi per renderlo “Crociato” doveva per forza diventare mancino…….
    Da quel giorno Dorocenko comincio’ a farlo giocare non piu’ a 2 mani ma il diritto con la mano sinistra……….
    Queste sono le testuali parole di Dorocenko……….

  59. ivano

    Su Federer non è possibile sbagliarsi basta vedere come tiene la testa quando colpisce la palla di rovescio……….
    E’ praticamente parallela alla rete di recinzione,quello è il segnale inequivocabile che per mettere a fuoco la palla ha bisogno di aspettarla leggermente dietro……

  60. bogar67

    Mammager 🙂
    Sul bimbo di un anno e mezzo no!!! ma su mia figlia esperimento del foglio fatto, solo che la bimba diceva che riusciva a mettere a fuoco con entrambi gli occhi per cui esperimento fallito stavolta tra l’ilarità di mia moglie che ogni tanto è vero gli scappa la frase denuncio te e quei pazzi del sito dove ti colleghi 🙂
    A settembre, appena riinizio, chiedo alla mamma di un altro allievo che è oculista di vedere. La prima volta che avevo sentito parlare di occhio dominante è stata quando un mio amico esperto di tennis aveva visto un video di mia figlia, mi aveva proprio detto se non ricordo male occhio sinistro dominate per cui avrà un buon dritto.
    Ora non so come da un video di pochi secondi si possa vedere però se ci ha visto giusto e ci spero è una conferma che è un grande intenditore.
    Mia moglie è una crociata, con il sinistro ci vedeva meglio del destro al punto tale che portava occhiali prima di operarsi e risolvere il tutto.

  61. bogar67

    @Mad Max
    fatti sentire su fB per avere conferme su come organizzare parte della trasferta in Sardegna.

  62. bogar67

    nicoxia
    tra meno di 15 giorni avrò la certezza con l’amica oculista, mia figlia vedeva e mi ha detto che metteva a fuoco da entrambi gli occhi, probabile che non abbia capito ne io che proponevo esperimento ne lei cavia 🙂 come bisognava fare.
    Vorrei però sottolineare che la figlia omogenea di Ivano è stata campionessa Italiana Junior e proprio lui che ha ripreso questo argomento ci crede mettendo sul piatto altre doti tra cui il coraggio, le impugnature etc. Insomma non ne farei un dramma 🙂

  63. ivano

    Ci sono tanti professionisti che secondo me sono omogenei…………..mi viene in mente cosi’ a occhio Ljubicic,Gasquet,Volandri,Schiavone………..ovvero tutti quei giocatori che con il diritto fanno un po’ fatica,la colpiscono leggermente dietro……….
    Voglio quindi dire che Dorocenko sara’ pure un grande ma quando io mi sono accorto che mia figlia grande era omogenea il primo pensiero è stato quello di mandarlo a quel paese(Dorocenko):) 🙂 🙂 🙂 🙂

  64. ivano

    Maurizio
    Si è proprio cosi’,di rovescio si ribalta la frittata e gli omogenei sono avvantaggiati…….non ti disperare se Alessia è omogenea……….pero’era certamente meglio il contrario……..

  65. Mammager

    Ivano,
    lo so, lo so, che sono criociati! E’ bastato verificare in rete…. Avevo solo voglia di scherzare un po’. 🙂 Tornando seri. In effetti il suo maestro gli ha aperto un po’ la stance…. mentre dovresti spiegarmi meglio la questione della direzione della testa: dici ‘più in diagonale rispetto alla palla’…. deve ruotare la testa più a DX?
    Per quanto riguarda il punto di impatto, io insisto sempre sul ‘non aspettare che arrivi, valla a prendere facendo un ultimo passo in avanti’ perchè in effetti altrimenti non impatta dietro ma neppure davanti.
    Quel che non mi quadra è che, pur essendo omogeneo ed impugnando semiwestern, a detta di tutti il suo dritto è mooolto pesante e potente. Secondo la tua tesi quindi, se fosse crociato tirerebbe già frigoriferi!
    Il rovescio invece è a una mano, l’impatto è davanti ed è capace di nascondere la direzione che darà alla palla.
    Ivano, comunque grazie per i tuoi consigli. Si vede che hai una grande passione, non solo per il tennis, ma anche per l’insegnamento in sè, dalle tue parole traspare la gioia di condividere ciò che sai, lungi da te l’idea che ti rubino il mestiere. I tuoi allevi sono proprio fortunati 🙂

  66. Mammager

    Bogar,
    prova a fare il test direttamente con le mani. Deve tenere le braccia distese davanti a sé, le mani incrociate lasciando un punto di luce nell’incavo indici – pollici; fissare un obiettivo (che puoi verificare, tipo una penna, una pallina) con entrambi gli occhi ben aperti, poi provare a chiudere un occhio per volta, senza avvicinare le braccia. L’occhio dominante è quello col quale continua a vedere l’obiettivo.

  67. bogar67

    mammamager
    grazie, riprovo 🙂 però per avere la certezza al 100% chiederò alla mia amica oculista. Ti quoto le ultime 4 riga per Ivano e so di non essere il solo qui sul blog!!

  68. Mammager

    Certo!
    Domanda facile, facile 🙂 : come si mantiene alta la concentrazione? Qualsiasi consiglio è il benvenuto

  69. bogar67

    @monet
    🙂 🙂 🙂
    mi associo alla domanda di Mammager, Monet cosa ti ha insegnato Sgarbi in questi mesi, puoi scriverci qualcosa?
    Al roland garros, nel finale di gara ad ogni pallina che entrava, il tuo figliolo si girava verso un gruppetto di uomini con nel mezzo una ragazza a fare il tifo, era quello il modo di concentrarsi?

  70. monet

    bogar a me gli strizzacervelli insegnano poco,se parlano con me per 10 minuti sono loro poi a doversi cercare qualcuno che li analizzi….al Rollando nel finale era una farsa,non riusciva a fare niente che potesse farlo concentrare tale era il dolore alla gamba.
    lib,a iscriversi non conta nulla, se giochi in italia e non hai punti l’unica cosa è andare e segnarsi,poi si vedrà!!

  71. ivano

    Monet
    Un’altra curiosita’ delle mie !!!!!!!!!!!
    Mi piacerebbe sapere se incide e quanto il fatto di dover viaggiare sempre in aereo?
    Vi è mai successo di inficiare una prestazione causa il volo aereo molto difficile…….
    E soprattutto siccome io ho paura di volare ce la si puo’ fare a superarla??????
    O mi tocca per forza di cose rimanere a vita maestro di circolo ??????
    Che peraltro mi piace molto ma magari ogni tanto qualche puntatina in uno slam non ci starebbe male !!!!!!

  72. monet

    è successo una volta sola,l’anno scorso a ottobre a Buenos aires,arrivati alle 2 del mattino ,hanno messo fabio in campo a mezzanotte,meno un quarto,puoi immaginare i teloni del fondo campo come bestemmiavano ogni volta colpiva fabio 🙂 anche io dopo centinaia di voli ho ancora strizza dell’aereo,stai sereno volare diventa una cosa normale come il mangiare e altre cose,io non dormo neanche se il viaggio è di 12 13 ore,mio figlio appena rulla sulla pista si addormanta e si fa svegliare al momento dell ‘atterragio….beato lui!!

  73. bogar67

    Ivano paura di volare? 🙂 🙂
    allora devi rassegnarti, non potrai essere il coach di tua figlia a meno che non vuoi farla diventare un’altra Remondina, tornei solo in Europa con prevalenza 10000 e 25000 in Italia 🙂
    Presumo a questo punto che con tua figlia in croazia e nei paesi dell’est sei andato a 4 ruote!!
    Per le prestazioni sportive credo che incida, ricordo che i tifosi del Palermo non erano contenti delle prestazioni di Mark Bresciano che viaggiava spesso per l’Australia o l’est Asiatico per rispondere alle convocazioni della sua nazionale.

  74. ivano

    Monet
    Caxxo dopo centinaia di voli hai ancora strizza ???????
    Allora temo che se dovesse diventare il mio mestiere sarei in estrema difficolta’ !!!!!!!
    Cambio discorso……
    Parlavamo di Fabbiano……ieri sera sono andato a vederlo giocare e stasera pure ci torno………un open a Forte dei marmi…….
    Mi ha raccontato che si allena con Magnelli e non piu’ con Brandi…….
    E poi parlando mi ha detto una sacrosanta verita’ che spesso anche a me che sono un maestro mi passa…….
    Si critica spesso (in televisione poi Tommasi e Clerici)le scelte di programmazione dei giocatori…….lui mi spiegava che si trova meglio sul veloce ma che con la classifica che ha non puo’ programmare niente ma bensi’ iscriversi ed essere pronto a giocare dove si entra…….
    Quindi voglio dire che spesso prima di criticare i giocatori si dovrebbe conoscere bene come è il funzionamento del sistema altrimanti la miglior cosa da fare è di stare zitti e semmai incoraggiarli……

  75. Maurizio

    Recordaba el dìa en que toni planteo que dejara de jugar el drive a dos manos porque sabìa que aquel golpe no tenìa futuro en el tenis actual.
    Rafa tenìa nueve anos y su tìo le dijo muy serio, Sòlo conozcoa un jogador de nivel, fabrice santoro, que juegue los dos golpes a dos manos.
    Y fue tambìen en èsa epoca cuando ambos decidieron que jugara con la izquierda porquè tambìen chutaba con el piè izquierdo cuando jugaba al fùtbol.
    Insomma, non fu una scelta di Dorochenko farlo giocare a due mani, lo faceva Rafa gia istintivamente, e la scelta di farlo giocare con la sinistra deriva da fatto che calciava di sinistro quando giocava a calcio.
    Ironicamente Toni aggiunge, veramente giocava male sia con la destra che con la sinistra.
    Questo è un estratto della sua biografia ufficiale a cura di jaume pujol galceran e manel serras “Rafa Nadal Crònica de un fenòmeno” edito da RBA.

  76. bogar67

    Ivano
    quando è cosa conigli di giocare ed allenarsi fin da piccoli su più superfici o solo sul veloce? Stavo pensando che da questo inverno ogni sabato due ore di terra battuta!

  77. ivano

    Bogar
    Si tutte la trasferte le ho fatte a 4 ruote…….
    Mia figlia invece si siverte molto in aereo,le piace proprio e questa è un’altra caratteristica che depone in suo favore,quando faccio le mie valutazioni……..
    Sai ho scoperto che pure nel nord europa si arriva in macchina senza enorme fatica………ovvero macchina fino alla svizzera poi imbarco su treno che ci fa fare tutta la svizzera e la germania che altrimenti in macchina non passerebbe mai e via di nuovo in macchina quando siamo in cima alla germania per poi dopo poco prendere il traghetto in danimarca e arrivare in Svezia con la tua macchina avendo guidato molto poco…….
    Non male 🙂 🙂 🙂

  78. ivano

    Maurizio
    Non parla di Dorocenko??????
    Che ti devo dire a noi ha detto cosi’ proprio riguardo alle lateralita’……..
    Magari si è pure scordato !!!!!!!

  79. bogar67

    Ivano abitando in sardegna con le navi della Tirrenia mi preoccupa di più la nave che l’aereo, mi è capitato che si spegnesse il motore in alto mare!! mia figlia è abituata a viaggiare in aereo, fino adesso è stata in tutti e 4 i continenti con voli anche di 13 ore consecutive però la strizza in fase di decollo e atterraggio come a Monet viene anche a me.
    Mi rispondi sulLe superfici?

  80. ivano

    Maurizio
    Non credo pero’ nemmeno che Dorocenko che a quel tempo lavorava per la fit potesse andare in giro a fare convegni dicendo delle falserie su Nadal !!!!!!
    Probabilmente si saranno scordati di questi particolari……

  81. ivano

    Bogar
    Se hai la possibilita’ di farla giocare su piu’ superfici è meglio……….fai un po’ e un po’……….
    Magari 4gg veloce e 2 gg terra

  82. Maurizio

    Nel mio lavoro avevamo fatto un esperimento in un gruppo di lavoro, uno raccontava una breve storia ad un altro e questo ad un altro, dopo qualche passaggio, l’ultimo raccontava la storia a tutto il gruppo, era completamete diversa, c’era da ridere di gusto.

  83. ivano

    Maurizio
    Perchè Virgili ???????
    Per altro lo ho pure allenato qualche giorno durante un torneo quando aveva 12 anni…..

  84. Maurizio

    te lo dico via mail.
    Su questi blog quando eravamo ospiti di scanagatta ne avevamo parlato a lungo.

  85. monet

    chi è Dorocenko dovreste chiederlo al babbo di Virgili……..lui si che lo conosce bene……

  86. monet

    ora gira con Gimeno Traver,e se virgili non gioca piu a tennis penso che lui ci abbia messo del suo……

  87. pulsatilla

    Questa storia che un professionista come Dorochenko, sbagliando i carichi di lavoro, sia il responsabile delle protrusioni discali del povero Adelchi, a me non convince.
    Il ragazzo peraltro è molto sfortunato perchè ha subito infortuni e malattie le più svariate.
    Che un preparatore atletico sia additato come unico resposabile dei suo guai fisici francamente mi sembra eccessivo.
    E se invece alla base ci sia un errore di impostazione tecnica di alcuni movimenti come ad es. il servizio, che per la colonna sappiamo essere deleterio?
    Quanti giocatori hanno problemi di colonna senza aver mai sollevato un peso in vita loro? Tanti!

  88. bogar67

    Pulsatilla
    anche se non ti sei mai esposto con name e surname fin dai primi post (i tuoi riesco a leggerli tutti) 🙂 ho capito che tu hai molto cultura sulle vicende tennistiche di tennis in particolare tra Campania, Lazio, Unbria, Marche e Abruzzo.
    Mi hai lasciato in sospeso tempo addietro con le “tante opportunità” sulla 2003 marchigiana vincitrice del lemonbowl, credevo si trattassse solo di soldi ma guardando supertennis.tv ho notato una giornalista con identico cognome, centra qualche cosa? Non è che me ne freghi più di tanto, era solo una curiosità,gossip va 🙂

    Tornado a Dorochenko che da quanto scrivete è un PA anche ammesso che si tratta di un’errata impostazione del servizio ad aver procurato i problemi alla colonna di Virgili, lui lavorando in sintonia con il coach-maestro-tecnico etc (non so chi è) non doveva accorgersene ed intervenire?

  89. pulsatilla

    Bogar,
    Virgili è toscano. Hai dimenticato la Toscana, per un segugio come te è un errore imperdonabile…(scherzo)

    Per il resto..dici che ti ho lasciato in sospeso con una 2003 marchigiana. Francamente non ho capito niente e non so a cosa ti riferisci. Ti puoi spiegare meglio?

  90. pulsatilla

    Per quanto riguarda Dorochenko, non conosco la situazione pregressa nei dettagli. Volevo solo dire che a volte le malattie insorgono e non è colpa di nessuno. Soprattutto i problemi di colonna che sono molto frequenti nei tennisti.

  91. Madmax

    Bogar tutto confermato poi ti rispondo su fb..

    Pulsatilla..

    Basta domandare… 🙂

    Il motivo del mio attacco è lo stesso del perchè ce l’ho con la maggior parte dei maestri..

    Dei mezzi giocatori (e questo sarebbe il meno, ma visto che tengono a farci sapere che loro le cose le conoscono in quanto sanno come fare un punto allora è meglio specificare il tipo di giocatori che sono stati…) che non hanno mai prodotto un vero giocatore (e questo se me lo concedi è molto importante invece) si permettono senza tra l’altro averne le competenze in materia (la Lurea in Scienze Motorie ad esempio, oppure aver magari fatto la tesi sul modello prestativo nel tennis) di dire a chi al contrario le ha e i top players li ha allenati (ma non per finta come qualcun altro che conociamo bene..) che sbagliano o che non dicono la verità, quando qui invece sappiamo tutti benissimo chi la verità non la dice mai..

    Come anche chi di competenze ne ha ben poche..

    E questi sono i classici che ancora sostengono che la PA non serve e la fanno loro in campo.. Non solo.. Sono gli stessi che non capiscono perche poi ad un certo punto i loro allievi non progrediscono più.. ma tant’è..

    E sono anche quelli che devono riempirsi la bocca per far sembrare che abbiano delle competenze, visto che non producendo risultati sarebbe difficile altrimenti da credere..

    Vedi bene che poi qualcuno che ignora la verità e ci casca pure, lo si trova sempre.. 😉

    Non a caso il secondo saggio è stato quello sulla lateralità.. (Bravissimo Dorochenko ad intuirne il business)

    Toeria mai realmente dimostrata (il vantaggio intendo) come nemmeno il contrario a dir la verità ed appunto per questo che per sicurezza lo si stimola e lo si allena… l’altro occhio..

    Ma come dice sempre un mio caro amico, siamo sempre lì e per chi non lo sa, non sarà mai possibile farlo.. 🙂 …. ne allenare l’altro occhio nè allenare l’anticipazione motoria.

    E le impugnature semmai le si dovrà variare a seconda dell’altezza dell’atleta.. perchè più uno è piccolo di statura e più spesso (a meno che riesca a giocare come Federer cosa non difficile ma difficilissima) si troverà a giocare palle alte e quindi con la eastern che spinga la vedo dura..

    Ecco quindi svelato l’arcano sul perchè mi sono arrabbiato e anzi penso assolutamente che queste persone debbano essere prima prese a pedate nel culo e poi allontanate definitivamente dal tennis..

    Sempre con rispetto eh…

  92. Madmax

    Pulsatilla..

    Per forza, per coerenza..

    Voglio dire, lo sviluppo di Alessia è sotto gli occhi di tutti ed io ho sempre detto che è perchè lavora molto.. Non sono mica come qualcun altro che dice che è per lo Spirito Senso… anzi no ho sbagliato…Santo..

  93. Madmax

    E nessuno di chi dico io mi faccia arrabbiare che poi mi tocca parlare.. 🙂

    E già faccio fatica a tenerla se poi mi si dà un aiutino.. 🙂

  94. Mammager

    Pulsatilla
    off topics – ho scoperto che il tuo nick è lo speudonimo di una giovane scrittrice che non conosco, ma che sembra intrigante. ‘La ballata delle prugne secche’… è da leggere?

  95. Vincenzo Gerbino

    Buonasera a tutti, signor D’auria trovo spesso quello che dice molto vicino a quello che penso. Non conosco il signor Ivano dico solo che quello che dice dorotchenko e’ preistoria .

  96. pulsatilla

    mammager,
    non l’ho letto, il nick l’ho rubato a mia moglie.

    Max,
    non credo che ci sia qualcuno qui dentro che metta in dubbio l’importanza della PA.
    ma se anche ci fosse, dai…non trattarlo male….c’è anche il modo di esprimere le proprie opinioni senza essere offensivi.

  97. pulsatilla

    Apprendo in questo momento che Dorochenko non è solo preparatore atletico, ma fisioterapista e osteopata e che ha sempre fatto il fisioterapista, anche quando si occupava di PA per la Fit.
    Naturalmente tutti possono sbagliare e nulla vieta che possa avere sbagliato anche lui nella PA di Virgili, ma che sia lui il responsabile delle sue protrusioni discali…faccio ancora più fatica a crederlo.
    Dopodichè qualcuno dice che è un abile pubblicitario, qualcun’altro che è un animale preistorico della PA, sotto quel profilo non posso dire niente, non lo conosco. quello che è certo è che per diversi anni ha preso soldi dalla nostra federazione. si tratta solo di esterofilia irreversibile?

  98. Vincenzo Gerbino

    Anche gli omogenei se sanno cosa e come allenarlo posso avere nel diritto il colpo che fa la differenza.

  99. bogar67

    Pulsatilla 114
    era una cosa di poca importanza, 🙂 giusto una curiosità, mi avevi consigliato tempo fa in un post ed in maniera che mi è parsa un pò sprezzante nei miei confronti di non fare paragoni con l’ultima vincitrice del lemon under 8 perchè a tuo avviso i suoi gli possono dare tante opportunità in più rispetto a me, credevo fosse una questione meramente economica, poi ho notato su un servizio di supertennis.tv che la giornalista aveva stesso cognome di questa bimba pensando che magari fosse una parente mi è venuto il dubbio che forse ti riferivi invece a conoscenze tennistiche dei suoi genitori visto che leggo e sento spesso (non so però se corrisponde al vero) che la Fit è una federazione dove esistono specie in alune regioni ed in taluni settori molti legami parentali.

  100. Madmax

    Salve Vincenzo, grazie… 🙂

    Spero per lei che il fatto di pensarla come me in alcune cose sia un vantaggio!! 🙂

    Mi domandavo… Ma come è impostato il vostro circolo nei confronti degli agonisti??

    Perchè qualcosa non mi quadra, nel senso che lei sembra così preparato ma poi alcuni giovani valdostani si spostano o addirittura praticano il fai da te… Anche qui sul blog c’è un papà valdostano..

    Pulsatilla..

    Io divento offensivo sempre dopo che lo sono stati gli altri..
    E quando senza conoscerlo si da della persona in malafede a uno che è stimato da Bressanone a Ragusa si, mi incazzo di brutto..

    Soprattutto in un ambiente come il tennis dove tutti parlano male di tutti se c’è una persona di cui tutti ne tessono le lodi un motivo pure dovrà esserci..

    A quel punto semmai fai come faccio io, ci parlo mi confronto ed eventualmente poi lo insulto anche, non prima anche perchè si rischia di risultare ridicoli..

    Ma che da noi la maggior parte siano dei cioccolatai è risaputo..

  101. pulsatilla

    Bogar,
    a questo punto penso che sia una deformazione professionale la tua, Il pallino invetigativo ce l’hai nel sangue.
    Non ti sfugge niente.
    Allora dimmi, secondo te da quanto tempo scrivo nel blog?

  102. bogar67

    @Pulsatilla
    non so da quando, mi pare un anno e mezzo, poi se prima ti firmavi con altri nick non so!! Alcune volte ci sei andato duro su quello che ho scritto e ti ho dato anche ragione facendo autocritica ma quello che mi hai scritto su quella bravissima bambina ed il paragone con la mia mi ha ferito e fatto incazzare un pò, badi bene non tanto verso di te ma sul sistema tennis Italia in generale.

  103. pulsatilla

    @ Gerbino

    la tua affermazione è perentoria. Non discuto. Ma potresti spiegarci il perchè? Ad esempio citare studi che diano credito al fatto che le considerazioni sulla lateralità sono una bufala? Motivare, argomentare non nuoce nè alla salute nè alla comprensione.

    grazie

  104. pulsatilla

    Bogar,
    quella sera ero nervoso e mi scuso del tono usato.
    Però era tutta verità e fai bene ad incaxxarti col sistema dell’italtennis.

  105. bogar67

    @Vincenzo Gerbino
    puoi rispondere alla domanda di mad max al post 127? ad esempio la Caregaro perchè ha lasciato per provarci la Val D’Aosta ed è andata a Roma da Elia? Quello che sta ricevendo dal coach capitolino o anche più non poteva riceverlo In val D’Aosta?
    Se mia figlia tra qualche anno dovesse lasciare la Sardegna per provarci so già fin da adesso i motivi tra cui in primis quello della continuità territoriale ma la Val D’Aosta è più vicina all’Europa di Roma per cui non ha questo grave Handicap.

  106. ivano

    Max
    Vedo che sei tornato bello e raggiante per offendere…….
    Ma che ci vuoi fare avrai i tuoi motivi……..
    Sulla lateralita’ mi è stata fatta una domanda se non ricordo male da Maurizio ed io ho risposto per quello che mi è stato insegnato……….
    Poi si puo’ condividere o meno ma quasto è quello che ci è stato riferito……….
    Ora siccome è lontano da me mettermi a litigare con te su un blog al resto non ti rispondo……….
    Io mi diverto a scambiare opinioni con tutti senza ne avere la presunzione di essere dalla ragione o dal torto……….
    Sulla anticipazione motoria hai torto…..punto………non cè nemmeno da discutere……….

  107. ivano

    Gerbino
    Invece con te un po’ mi scaldo perchè credo che tu debba essere onesto………..visto che sei un maestro…..
    Potresti spiegare cosa è la capacita’ di anticipazione motoria?????

  108. Madmax

    Io mi diverto a scambiare opinioni con tutti senza ne avere la presunzione di essere dalla ragione o dal torto……….

    Sulla anticipazione motoria hai torto…..punto………non cè nemmeno da discutere……….

    La coerenza in persona… No ma vai tranquillo ho capito che per te non si può insegnare… non sapendo come si fa..

  109. bogar

    La discussione si fa interessante, il menage a tre (Mad Max, Ivano e Gerbino) è bello da leggere però per favore non litigate, non vi fate attacchi personali, tutto ci è utile tranne le zuffe sterili telematiche!!!

  110. ivano

    Max
    Ma ti rendi conto che pensavo di aver trovato un amico e te non fai altro che discriminarmi e offendermi……..
    Per quale motivo perche’??????????
    Non sono daccordo su quello che dici??????
    Max a te ti è stato riportato e quindi ti è stato riportato male……….Fidati !!!!!!L’anticipazione motoria è un’altra cosa!!!!!!!

  111. ivano

    Max
    Ti devo dar ragione??????
    Te la do’ che problema cè !!!!!!!!
    Pero’ finiamola con sta minchiata !!!!!!!
    Non è bello per nessuno !!!!!!!
    Io mi diverto lostesso a passare un po’ di tempo a scrivere !!!!!!!!

  112. Maurizio

    Si Ivano , ti avevo chiesto le maggiori doti delle tue figlie e mi hai risposto che per una era il coraggio r l’altra essere crociata.
    Pulsatilla, a me ricordi un certo Mauro istr coni

  113. Maurizio

    Ivano, uno dei metodi per allenare l’anticipazione motoria fuori dal campo è……….rullo di tamburi……

  114. ivano

    Max
    Poi mi hai attaccato sulla PA……..
    E che ti devo fare se io alle mie tre figlie le la ho sempre fatta fare poco per farle giocare di piu’ a tennis!!!!!!!!!!
    Poi ho 2 mezze seghe !!!!!!!
    La grande che peraltro non è ancora sviluppata è alta 1 metro e na riparella,non puo’ ancora lavorare sulla forza e se si lavora troppo anche in campo non ce la fa’………..
    Infatti per me sono anni che dico che il tennis andrebbe giocato a peso e non ad anni soprattutto fino ad una certa eta’…….
    Mia figlia gioca sempre in inferiorita’ sia di peso che di altezza……

  115. Maurizio

    Max però tratta bne Ivano, le scuole di pensiero diverse esistono fra scienziati in argomenti molto più importanti, figurati nel tennis.

  116. Maurizio

    Ivano, post 145, era un cavallo di battaglia di Max nel vecchio blog, dividere gli under non per età ma per peso ed altezza.

  117. pulsatilla

    L’operazione culturale che sta facendo questo blog secondo me è straordinaria. Mi ricordo un post di Giorgio Errani che diceva a Monet una frase del tipo: sono finiti i tempi dei genitori che ignoravano il tennis. ora in internet viaggiano informazioni (a volte anche inesatte ma spesso no) che emancipano di certo il povero genitore inesperto. Per una volta che abbiamo a disposizione un maestro che si mette in gioco, è disposto a dibattere e controbattere e sempre col sorriso sulle labbra, secondo me va difeso.
    Forza Ivano!
    ma anche forza a tutte le energie che arricchiscono di contributi il blog, a partire da Max, che ormai è la colonna portante. Max ormai hai una responsabilità verso di noi, smettila di fare il ragazzaccio!

  118. bogar67

    Mad Max scrive
    E sono anche quelli che devono riempirsi la bocca per far sembrare che abbiano delle competenze, visto che non producendo risultati sarebbe difficile altrimenti da credere..

    Ovviamente non ti stai riferendo a Ivano che ha vinto con la figlia più di un campionato Italiano, ora caro Max mi pare che tu abbia sempre scritto che uno deve vedere in chi ha davanti cosa ha costruito, certo ti riferisci a professionisti, a top 100 o addirittura 10 e spesso citi il tuo guru Piatti ma visto che mi interessa che un giorno mia figla diventi campionessa Italiana Junior come primo passo se dovessi schierarmi tra i due contendenti su chi ha ragione o torto da ignorante della materia sto con Ivano.

  119. Maurizio

    Dicevo, l’anticipazione motoria fuori dal campo si allena…..
    con i video, si con i video, mettete l’allievo davanti ad una partita registrata di tennis, bloccate il video quando il tennista di fronte sta per tirare e fate indovinare dove tirerà, il video può essere bloccato quando la palla sta attraversando la rete e poi sempre prima.
    E’ un metodo che si applioa con successo nella fase difensiva, vengono mostrate varie situazione ed il difensore deve dire cche movimenti farebbe lui se fosse al posto del giocatore del video. Hanno riscontrato miglioramenti di oltre il 30% nelle scelte del giocatore e senza mettere il piede in campo.

  120. ivano

    Maurizio
    Vedi per esempio…….Stasera ne ho imparata una nuova alla quale non evrei mai pensato……..E proprio da un genitore !!!!!!!
    Molto bene questa trovata con i video…….
    Ti dico bravo,bravo,bravo…….

  121. bogar67

    @Salvo
    pure a me chiamano Salvo 🙂 ma chi sei l’avvocato difensore siculo di Gerbino o un suo fansi (alla checco zalone) sfegatato?
    Dacci tu qualche spiegazione perhè dalla Val D’Aosta si va via appena si arriva a 13/14 anni come ha fatto la Caregaro!!

  122. ivano

    Salvo
    Per l’amor del cielo massimo rispetto per tutti…….
    Pero’ per cortesia ci puoi far sapere quello che è l’anticipazione motoria??????

  123. signor d’auria perdo gli allievi perchè la penso come lei è spesso è un vantaggio, non economico.
    ho mandato via simplypete 2 volte, la prima a maggio del 2010 , ho fatto l’errore di impietosirmi davanti alla sua signora che è venuta a casa mia con mia moglie testimone scusandosi per il comportamento del marito.
    ma e stato a settembre del 2010, c’era anche il signor catizzone presente, ad uno stage da me organizzato ad aosta con luca appino , che avevo deciso, non provavo piu nessun piacere ad allenare la piccola che rimane una bambina adorabile,cui voglio bene e le auguro possa realizzare i suoi sogni

  124. bogar67

    che umiltà 🙂 grande Ivano sul serio!!
    sei proprio l’opposto di mad max, lui ha detto grazie o ha dato ragione ai suoi intelocutori sul blog tre volte in tre anni di cui due a me 🙂 🙂 🙂

  125. Madmax

    Maurizio Pulsatilla Ivano…

    Un altro mio cavallo di battaglia è sempre stato quello di portare esperienze che venivano non dal tennis proprio perchè in molti altri ambiti l’Italia ha raggiunto l’eccellenza al contrario che nel tennis… per poi adattarle..

    Mio padre che come allenatore di cavalli è stato uno dei migliori nel mondo è riuscito ad esserlo non perchè fosse realmente bravo nell’allenamento (io ero tre spanne superiore a lui ad esempio) ma bensì perchè riusciva nelle due cose più importanti in assoluto e cioò accalappiarsi i clienti migliori ma soprattutto riusciva ad acquistare i cavalli migliori a prezzi stracciati..

    Questo perchè riusciv a intravedere il campione nel cavallo con appiombi non corretti morfologia poco attraente etc etc.. in buona sostanza prendeva cavalli che gli altri scartavano a priori.. (tipo gli omogenei 🙂 )

    Ma questi campioni erano tali proprio perchè riuscivano a sopportare carichi di lavoro per altri impensabili non è che stavano nel box a mangiare biada e fieno dall’alto della loro classe, anzi…

    Perciò hai voglia a vedere la palla prima e ad avere coraggio, andando avanti se non tiri dei frigoriferi sulle righe di strada non ne fai..

    Perciò un conto è dibattere sui crociati e/o omogenei che tanto se uno deve diventare forte lo diventa uguale tutt’altro è la creazione dell’atleta dove in mancanza di questo ti puoi scordare ormai anche i 25.000 $ 🙂

    Bogar..

    E cosa ci posso fare io se tu sei interessato a vincere ciò che non conta.. Accomodati, problema tuo…. 🙂

    Io mica devo essere seguito, vi dico le cose e poi decidete voi.. poi man mano valuterete le vostre scelte..

    Qualcuno lo sta già facendo..

    Ed anche qui non mi fate parlare per favore…

  126. martina caregaro ha la fortuna di essere allaneta da un certo FRANCESCO ELIA uno dei coach piu prparati d’italia .
    martina caregaro ogni volta che torna ad aosta mi chiede di farle da sparring, per me è un onore ed un piacere,e grazie a lei imparo cose perchè le faccio tante domande su come si allena.
    non sarei in grado di allenarla.

  127. Madmax

    Grazie Vincenzo..

    E per Francesca Campigotto?? che tra la’ltro mi sembra che abbia smesso o quasi..

    Lo chiedo perchè ricordo che incontrai il papà a Chatillon se non sbaglio allo stage di Piatti e non era contento della Vavassori..

  128. Mammager

    Signor Gerbino,
    senza voler entrare nei particolari, e solo se desidera rispondere, sta dicendo che era in disaccordo con simply sull’impostazione tecnica, sulla PA o su che cosa?

  129. Madmax

    Ivano..

    Ma come non si poteva allenare hai detto??

    Bogar..

    Io odio i falsi modesti e perciò sapendole le cose non vedo perchè dovrei far finta di non saperle o di non essere sicuro che siano giuste..

    Quello deve farlo chi le cose al contrario non le sa…

  130. ivano

    Max
    Ma cosa dici???????
    Ripeto ancora una volta quello che dico su anticipazione motoria su lateralita’ e su quant’altro fa parte della teoria cosi’ come ci viene insegnata………..
    Poi la pratica è un’altra cosa!!!!!!!!
    Te lo ripeto all’infinito pure a me piace che i miei giocatori spingono fortissimo la palla…….
    Io voglio solo mentalita’ aggressive……….
    Pero’ non siamo tutti uguali quindi se uno non è aggressivo di natura che facciamo lo tiriamo sotto al ponte????????
    Cercheremo un’altra strada!!!!!

    Quando dici non mi fate parlare a che ti riferisci’??????
    Non capisco????????

  131. Madmax

    Bogar…

    Dici bravo a Ivano perchè ti ha dato ragione due volte..

    Pensa come è messo ah ah ah

    E’ più facile vincere al Super Enalotto piuttosto che tu possa aver ragione su qualcosa di tennistico!! ah ah ah

  132. ivano

    Max
    Infatti Maurizio mi ha veramente insegnato una cosa stasera…….
    Da te s’impara poco se non a offendere………
    Sparando poi eresie……..
    Un po sopporto poi basta!!!!!!!

  133. bogar67

    @mad Max
    ho scritto vincere gli assoluti come primo passo, così qualcuno forse mi verrebbe a cercare, non è quello che hai sempre sostenuto tu?
    A prescindere dai risultati ti scrivo fin da adesso che se mia figlia a livello nazionale già dall’under 10 non è conosciuta dagli addetti ai lavori pert la sua bravura come la Paoletti, la Pafundi, la Truden, la Capogrosso, la Cocciaretto, la Ginocchio, la Pieri, la Pairone o la Zerulo mollo tutto compreso la vostra compagnia perchè i risultati non contano solo per chi non li fa non certo per me!!!

  134. bogar67

    Mad max scrive
    Bogar…
    Dici bravo a Ivano perchè ti ha dato ragione due volte..

    No perchè ha vinto quello che ancora non sei riuscito a vincere tu 🙂 smentiscimi in casa, a partire dal 22 agosto e ne ridiscutiamo!!

  135. Madmax

    Ivano, scusa…

    Appunto te l’hanno insegnata..

    Esistono tanti insegnanti cosa significa..

    Ci sono anche tanti maestri che dovrebbero insegnare a giocare a tennis se è per questo.. eppure quasi tutti lo fanno nel modo sbagliato..

    Perciò fidati..ti hanno insegnato sbagliato.. Infatti la teoria è una cosa la pratica è un’altra.. tu stando in campo vedi delle cose diverse dalla teoria a livello tecnico, lo stesso vale anche per la PA..

    E non conosco ragazzi che se impostati in un certo modo fin da piccoli non riescano ad essere aggressivi..

    La Schiavone vince di più da quando è più aggressiva, addirittura la Vinci che ha fatto diventare il suo back una fucilata tagleinte..

    perciò non stiamo parlando di due Vatusse..

    No non mi riferivo a niente lascia stare era per Bogar ma gliela dirò in Sardegna tra un testa di caxxo e l’altro.. 🙂

  136. signor d’auria , sono arrivato ad aosta 8 anni e mezzo fa perchè

    sono partito da zero allievi ad aosta 8 anni e mezzo fa,100 mila euro di prestito per tornare a sognare.
    dopo 7 anni di gavetta,se sei sveglio ti tengono a bada i maestri piu grandi A TORINO, , ai ronchiverdi di torino , e 3 anni e mezzo 150 allievi presso l’indoor club di torino,ben retribuito .Ma con il maestro proprietario del circolo che mi metteva 15 bambini su 2 campi,impazziva perchè i bimbi mi adoravano e chiedeva no di giocare piu ore cn me e non con lui che era stato B1.H non era quello che volevo. di quei 150 tanti venivano a trovarmi a d aosta
    oggi ho molti campioni regionali tra i miei allievi e qui ho abbastanza seguito.
    appena arrivai chiesi ad una campionessa olimpica (roberta brunet) di allenare i miei pochissimi allievi,dopo 2 anni non riuscivo a fare capire ai genitori cHe non si puo competere se non c’è la PA.
    QUINDI SeNZA pa e con 2 volte la settimana in valle d’aosta il tennis team gerbino vinceva spesso su circoli dove si fa sul serio.

    .

  137. Madmax

    Bogar..

    Ancora.. Io non voglio convincere nessuno.. E non ci tengo a vincere nulla ora.. se poi arriverà tutto di guadagnato..

    E posso dirti che a parte il fatto che di quelle che hai scritto tu una o de hanno vinto qualcosa di serio ma per avere qualcosa non serve nemmeno essere conosciuti…

    E te l’avevo già scritto l’anno scorso.. Prova domandare a quelle ragazze cosa le viene dato.. Meno male che alcune di loro hanno il padre coach altrimenti.. hai voglia a vincere

  138. ivano

    Max
    Ora capisco chi sei e per questo non vale nemmen piu’ la pena sprecare fiato con te!!!!!!!!
    Hai sempre parlato male della Schiavone e della Vinci e ora perchè ti torna comodo son 2 fenomene………(hai sparato solo merda sulle 2 fuoriclasse che abbiamo)e ora le decanti…….
    Basta mi dispiace ma mi sbagliavo,sei veramente una persona che non merita nemmen la parola……..Saluti e buona fortuna
    E sai ti vado a ricercare i post dove sparavi merda sulle 2 nostre fuori classe……..

  139. francesca e valeria campigotto sono due ragazze ben educate,francesca secondo me è andata oltre , adesso gioca ma non piu seriamente mi sembra, mentre valeria è una 2,6 o 2.7 sono entrambe molto basse ,fa fatica ma otterrà anche lei il massimo .si allena a vchatillon dove sono molto seri e ben preparati

  140. nicoxia

    Gerbino come mai non c’è nessuna sua allieva che può competere con la figlia di Simply?
    Simply senza essere maestro ha portato sua figlia da 43 a41 come mai nella sua scuola non c’è una 41 del 99.
    Sono sicuro che se potesse fare tutto di testa sua ci riuscirebbe tranquillamente ma purtroppo per lei deve scontrarsi con altri problemi che secondo me sono gli stessi che hanno portato Simply in un altra direzione perchè come ha anche sostenuto Max se ci fossero maestri e strutture all’altezza noi genitori saremmo ben felici di affidare i nostri figli.

  141. Madmax

    Ivano, capisco che devi aver studiato poco, io non sarò Bartezzaghi ma l’italiano lo scrivo abbastanza correttamente…

    Non ho decantato nessuno, ho detto solo che da quando sono più aggressive sono migliorate…

    E’ difficile da capire??

    Se poi sei sbroccato non avendo più argomenti è un problema tuo, d’altronde lo sappiamo sei un B1… mica pizza e fichi…

  142. bogar67

    Ivano
    il post dove mad max non era “contento” della Vinci e della Schiavone fu uno dei primi tra te e lui però non vedo perchè ci devi lasciare, in questi due giorni in cui non ha scritto mi pare che tu abbia interagito con altri utenti.
    Ma questo Salvo chi …chia è? 🙂 🙂
    l’altro giorno a Commentucci che mi scriveva bogar, gli ho scrittto chiamami Salvo da Salvatore per cui se ci sta leggendo smentisco che il Salvo che si prende gioco del maetsro Ivano sia io!!!!

  143. ivano

    bogar
    Ti voglio far sapere cosi tanto per onor di cronaca che io ho pure vinto il titolo Italiano di Pia Cup……
    Stabilendo credo anche un record,ovvero la squadra della toscana quell’anno era composta 5 su 6 titolari da miei allievi ovvero da bambini che hanno iniziato a giocare a tennis con me……..
    Poi ho vinto tre titoli individuali Italiani under 11-12-13 e uno di doppio under 12…….
    Poi pure un mio allievo ha vinto la Nation Cup in squadra con Donati e Napolitano……..
    Di titoli regionali i miei allievi ne hanno vinti 18………di questi soltanto 3 a squadre il resto individuali……..
    Solo per onor di cronaca altrimenti sai qui’ son tutti fenomeni senza aver vinto un caxxo 🙂 🙂 🙂
    Un po’ mi devo difendere !!!!!!!!

  144. bogar67

    Grande Ivano, a me al momento interessano i tuoi risultati poi magari quando Mad Max porterà la figlia come ci ha promesso e so che è uno di parola a diventare una top ten ti tradirò per lui 🙂 🙂 ma al momento a me più che una pro mi interessa un master under 10 lotto, più che la davis interessa la Pia Cup!! Poi è chiaro come dice nicoxia a proposito della Truden se vinci giocando e pensando al domani è ideale ed auspicabile.
    🙂 🙂 🙂

  145. ivano

    Bogar
    Vedi a me piace parlare di tennis……..
    Ho trovato anche il giochino giusto(il blog)……
    A me non serve per procacciarmi lavoro,ne ho anche troppo(fortunatamente)……….
    Ma serve per svagarmi quando sono a casa,ed anche come stasera ed in altre occasioni si impara qualcosa di nuovo……
    Pero’ non credo nemmen giusto che il blog debba scendere a questi livelli con persone che vogliono solo distruggere senza far niente per costruire………………..
    Credo altresi’ che sia una tattica !!!!! ma mi fermo qui’…….ai posteri l’ardua sentenza……….

  146. Madmax

    Ah ah ah ahhhhhhhh

    Caxxo la Pia Cup…. Avete guadagnato tanto?? Chissà come ma al TG non l’hanno detto e non non vi ho nemmeno visto sulla “Rosa” strano…

    Che bello saperle e scriverle prima le cose..

    Oggi infatti ad un certo punto nel primo post della giornata scrivo…

    E questi sono i classici che ancora sostengono che la PA non serve e la fanno loro in campo.. Non solo.. Sono gli stessi che non capiscono perche poi ad un certo punto i loro allievi non progrediscono più.. ma tant’è..

    Non c’è nulla da fare, loro si trattengono un po’ per far finta di essere diversi poi ad un certo punto non ce la fanno più ed incominciano a snocciolare i risultati…

    I titoli regionali (assolutamente in minuscolo) ha elencato..ah ah ma guarda che il tennis non è mica uno sport di quartiere.. Al campione regionale gli danno un calcio nel culo e una provola se va bene…

    18 con quanti allievi e ed in quanti anni?? io tre in tre anni con un allievo… e omogeneo per di più!!! ah ah ah

    Ivano, dai retta ad un coglione… lascia stare va… hai ragione tu non ne vale la pena…

  147. Madmax

    Ivano..

    Se tu porterai al Blog un centesimo di quello che ho portato io vengo a Lucca a piedi..

    Per ora però hai portato solo perle degne di Zelig ed hai imparato tu qualcosa… da Maurizio si intende…

  148. una mia allieva 4/4 non agonista ha perso 6-4 6-4 poco tempo fa dalla figlia di simply a saint christophe si faccia raccontare cosa ha dovuto fare simply sul 4 a 4 del secondo set .
    sul 40 pari è intervenuto dicendo alla figlia di andare a cambiare campo perchè aveva (sua figlia) sbagliato a contare i punti. sosteneva tra lo stupore di tutti i presenti che fosse game per sua figlia quindi 5-4, mentre la bimba diceva a suo padre che era 40 pari ed anche la mia allieva diceva 40 pari .
    quetsa mia allieva senza alennarsi quanto annalisa diventerà piu forte cosi come gia i maschietti che gli davano 6060

  149. non credo signor nicoxia che lei e simply siete in grado senza l’aiuto di catizzone o del signor d’auria di fare del bene tennisticamente parlando alle vostre figlie

  150. bogar67

    Ma dai mad max che sei pesante!!
    Ma non si può discutere in pace? dobbiamo per forza arrivare cos’ in basso con attacchi personali? Io sarei felice se mia figlia vincesse la Pia Cup, non capisco la tua ilarità e poi che centra se Ivano era un B1, a te non ti hanno fatto fare corso istruttore perchè non sai palleggiare per cui se ragioni in questi termini stai anche peggio 🙂

  151. ivano

    Max
    A me non interessa portare niente nel blog a differenza tua……….
    Io nel blog mi diverto…..punto…..
    Ma con te non ci si puo’ divertire sai solo offendere………
    Allora mi difendo !!!!!!!
    Semplice !!!!!!!
    Quello che sbrocca sei te !!!!!!!!
    Non io !!!!!!!!
    Sai perchè le mie allieve non arriveranno mai??????
    Perchè sono come me buone dentro……ed io insegno quello……
    Sai perchè tua figlia potra’ arrivare se prende il tuo carattere perchè è cattiva dentro………..
    Tra le due pero’ io spero di non arrivare mai e fare la mia vita da sconosciuto………..

  152. ivano

    Bogar
    No viaaaaaaaaaaaaa……..
    Ora divento presuntuoso…..ma che io posso stare a interloquire con uno che non ha passato la prova di gioco a istruttore di primo grado……….. 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

  153. ivano

    Da ora in avanti max per parlare con me devi prima choedere il nulla osta da Dell’Edera………..ah ah ah ah ah ah ah ah a

  154. ivano

    Ma a che livello mi sono abbassatooooooooooooo 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂
    E’ proprio vero che invecchiando si rincoglionisce !!!!!!!!!!!

  155. bogar67

    @vincenzo gerbino
    Il post 193 non mi pare scritto da un maestro, piuttosto da un genitore ma anche noi genitori del blog di queste diatribe ne abbiamo discusso poco, mi pare che il livello della discussione sia un pò caduto in basso, sia diventato campanilistico, per cui notte a tutti che tra poco mi devo mettere in macchina per turno di lavoro 1/7.

  156. Madmax

    Ciao Ivano ciao…

    P.S. Gia’ il fatto che non ti interessi nulla di portare qualcosa al blog ti squalifica da solo, ma stai tranquillo che il problema non e’ il volerlo o meno, ma l’averlo o meno da portare..

    E questo rischio non lo corri, vai tranquillo..

  157. Mammager

    Bogar post 174
    ancora con i risultati dell’under 10? Con le palle mid? E’ come pretendere di valutare attraverso la camminata di un bambino le sue potenzialità di centrometrista da adulto.
    Prova a vivere quest’esperienza da un altro punto di vista: tua figlia vuole davvero giocare a tennis? a te piace seguirla? ti appassiona? Bene, goditi il tempo che trascorri con lei, apprezza la complicità che si crea in questo viaggio insieme; se trascorri il tuo tempo concentrato nell’ansia che non diventi una campionessa, ti perderai sicuramente qualcosa. Insomma, Bogar, vivi il presente! 🙂 Rimanda queste dichiarazioni a quando avrà 11-12 anni 🙂

  158. ivano

    Bogar
    Notte………
    Credo che tu sia insieme a tanti altri il motivo principale per restare sul blog……..
    Divertendoci a scambiare opinioni, idee ,consigli……..
    Il resto la strada se le gia’ solcata da solo………

  159. Madmax

    Ti avevo gia’ detto una settimana fa di smettere di scrivere che avresti evitato brutte figure.. E tu al contrario hai insistito eh..

    Contento tu..

    Poveretto..

  160. ivano

    Max
    Da stasera con te non parlo piu’……..
    Almeno fino a quando crescerai un po’ di livello……ma non a chiacchere che li sei molto bravo…….ma con i fatti……….non te la prendere ma ho capito che non merita abbassarsi al tuo livello…………..
    Impara a stare al mondo

  161. ivano

    Max
    Ansi ti dico l’ultima……….
    Io lo so perchè sei cosi agitato……….
    Pero’ purtroppo fa parte del gioco……o lo accetti o lo eviti……..puoi fare solo queste 2 cose……..
    Io ci son passato prima di te quindi so’ cosa vuol dire……..
    Non è facile lo so………ansi è molto difficile…….
    Hai capito benissimo di che cosa sto parlando !!!!!
    Si proprio di quello che ti è balenato subito in mente!!!!!!!
    E che ti rende cosi’ agitato !!!!!!!

  162. SIGNOR BOGAR RISPONDO AL SIGNOR NICOXIA CHE NON E ‘ INFORMATO CORRETTAMENTE. SE VUOLE VENGO CON I MIEI ALLIEVI A MILANO, TRA I MIEI ALLIEVI , TANTI BATTONO LA FIGLIA DI SIMPLY ,
    SUL BLOG SI POSSONO DIRE TANTE COSE
    QUELLO CHE POI CONTA SONO LE CLASSIFICHE ATP E WTA

  163. ivano

    Gerbino
    Mi piacerebbe che tu rispondessi alla mia domanda…….
    Anticipazione motoria !!!!!!

  164. bogar67

    Mammager sto per uscire……post 202
    Come spero tu abbia letto, sono un genitore normale, prendo stipendio statale, mia moglie è insegnante precaria, assunta si spera il 1° settembre e licenziata il 30 giugno, ho un altro bimbo, abito in Sardegna, i costi per sostenere il divertimento di mia figlia se si vuole fare sul serio (agonistica, stage, tornei, centri fit, convocazioni, vestiario etc etc) per me rappresentano una spesa e uno sforzo non indifferente per cui se a questo sforzo non corriponde un riscontro in termini di risultati mollo tutto. Cosa singifica mollo tutto, che mia figlia farà tre giorni massimo di puro divertimento nel circolo sottocasa con istruttore primo livelo e con altri sei sette bambini a campo in un’ora che non sanno giocare anzichè 2/3 dello stesso livello a 26 km da casa con mastro nazionale, che non farò un macroarea fuori regione ma il torneino del circuitino della provincia, che non sarà convocata perchè non andremo a far fare cassa alla FIt con i centri estivi, che anzichè andare a fare stage a Merano andrò a farmi una bella vacanza in qualche capitale europea, etc ect.
    In poche parole o mia figlia è un piccolo fenomeno capace di vincere fin da piccola anche con bimbe più grandi di uno o due anni (al momento ci riesce fino a 3) oppure niente di tutto l’iter costoso sopra pur continuando a tenere una racchetta in mano.

  165. ivano

    gerbino
    Allora se ho spiegato correttamente mi spieghi come puoi dare ragione a dei blogger…….che sostenevano che la si puo’ allenare in palestra ????????

  166. ivano

    Ansi peggio ancora !!!!!!
    No dei blogger ma anche dei professionisti del settore !!!!!!!

  167. francesco ( brasile )

    Alcuni giorni fa dissi che mia figlia Kira è mancina di mano destra di occhio, mancina di spalle( per tale motivo gioca con rovescio a due mani ) destra di bacino, destra di gamba( per tale motivo ha una forte battuta), ma vidi che nessuno aveva capito niente , per cui lasciai stare.

  168. simplypete

    Gerbino,il fatto che ti sia permesso di scrivere delle nostre vicende personali lo trovo di cattivo gusto…..e la cosa già ti qualifica…..
    almeno scrivi cose vere
    i risultati di mia figlia con tua allieva la 4/4 del 1998
    sono stati nel 2011
    6/2 6/1 per mia figlia
    e 6/3 6/4 sempre per mia figlia
    Per quanto riguarda presunte sfide etc. etc. ci sono i tornei ufficiali, mi auguro che le tue allieve siano abbastanza brave da superare i turni preliminari …….. prima di affrontare mia figlia, nel qual caso, dovessero uscirne vincitrici, sarò il primo a postarne il risultato e a complimentarmi per l’ottimo lavoro fatto da te……buona notte…..

  169. francesco ( brasile )

    non ho letto tutto cio che avete scritto ma dico ciò che so sulla dominanza in riferimento ai tennisti 1 ) la dominanza crociata mano occhio favorisce il tennista sfavorisce i tiratori con arco 2) la lateralità della spalla influenza il tipo di rovescio da adottare , cioè se sei destro di mano e sinistro di spalla , avendo quindi la spalla sinistra piu forte adotterai rovescio ad una mano, se invece la spalla ha lateralita destra adotterai rovescio a due mani, 3) la preferenza eccessiva della lateralità del bacino verso destra o verso sinistra è dannosa e cioe occorre fare esercizi per diminuire la preferenza, nel girarsi col bacino,poichè alcuni studi hanno accertano che un eccessiva lateralità del bacino diminuisce la suscettibilità dell’apparato vestibolare, 4 ) ma in ultimo la cosa piu importante e la lateralita mano gamba ( in questo caso nadal fu sfavorito ad usare la sinistra avendo gamba dominante sinistra) poiche i migliori battitori nel servizio sono quelli che hannno una lateralita incrociata mano gamba , poichè la gamba che de l’impulso è quella opposta alla mano dominante.

  170. simplypete

    Quasi tutto…..Quasi tutto Gerbino….lasciamo perdere che se inizio a parlare ti spu….per tutto il blog lasciamo predere….
    Chiudiamola quà fidati ti conviene, senza contare che ti ripento raccontare vicende strettamente personali qui è proprio fuori luogo…

  171. simplypete

    Faccio un appello ad Alessandro, vorrei mantenere il livello del blog su temi interessanti, ma è chiaro che se vengo attaccato con falsità su mie vicende personali non posso non rispondere…
    Ti chiedo un consiglio perchè da un lato mi sento in dovere di difendere la verità degli avvenimenti accaduti, dall’altra se vado nel dettaglio di alcune vicende si rischia lo squallore…e il blog ne patirebbe.
    Se il signor Gerbino ha qualcosa da dirmi è pregato di mandarmi una mail privata, in caso contrario stia zitto sulle ns vicende….

  172. simplypete

    Gerbino forse non te ne sei accorto ma questo non è un blog della val d’aosta….ti ripeto se vuoi parlare di ns vicende, mandami una mail privata, altrimenti finiscila quà…..

  173. bogar67

    @vincenzo gerbino, turno è finito……per cui rieccomi 🙂
    scusa se mi intrometto nelle discussioni private tra te e simplypete che qui è un utente di vechia data e non è uscito mai fuori dalle righe.
    Anche se qui non sono nessuno se non un lettore assiduo vorrei farti notare che:
    1) sul web leggo e interagisco dal 97, la prima cosa che ho imparato è che è segno di maleducazione scrivere in un forum o blog a caratteri maiuscoli, significa urlare e mi pare che su questo Alessandro Nizegorodcew che è l’amministratore sia stato chiaro scrivendo che avrebbe cancellato ma allo stato attuale si sta godendo ferie lasciandoci la fiducia di scrivere senza moderazione e registrazione.
    2)Non so se sei bravo come Maestro, se hai in realtà questo titulo o ne hai altri aggiuntivi tipo PTR ma mi pare deontologicamente da biasimare crticare o assumere atteggiamenti provocatori come hai fatto con Ivano che dovrebbe essere un tuo collega.
    3) Mi pare che anche come deontologia professionale nei confronti di una tua ex allieva e dei suoi genitori sia da censurare quello che hai scritto qui, a leggere queste cose penso di avere scelto un eccellente maestro per mia figlia, mai una parola fuori posto in 4 anni per cui se dovessi lasciarlo sicuro non verrei da te! 🙂
    4) Da apprezzare il fatto che ti firmi nome e cognome ma lasciando a vista di altri utenti anche l’indirizzo email sei già a rischio spam, con il numero di telefono il rischio sulla tua privacy è aumentato del 100%. Ci sono indvidui che raccolgono queste informazioni sul web e poi ci lucrano in maniera truffaldina a tue spese per cui consiglio, se hai dato il tu vero numero di cellulare chiedi ad Alessandro di cancellarlo.

    Buona Domenica, oggi costa rey 🙂 a stasera!!

  174. bogar67

    @francesco ( brasile )
    grazie di essere tornato, 🙂 approfondiremo anche se già qualcuno, (monet 🙂 ) si è già rotto los cojones.
    No so se centra ma ieri ho fatto giocare mia figlia con il dritto dalla parte della mano sinistra come Claudio Grassi e mi ha impressionato, tira quasi meglio del dritto naturale, tu che dici? è positivo ogni tanto farla giocare giocando il dritto con la mano sinistra?

  175. nicoxia

    Signor Gerbino,il mio maestro ha iniziato in un circolo la sua stessa avventura due anni e mezzo dopo di lei cioè 5 anni fa,quando mi sono accorto che il lavoro di personalizzazione per lui da solo era troppo duro mi sono meso in discussione sono diventato istruttore,essendo lui una persona intelligente superando le prime difficoltà inevitabili ha iniziato ad interagire,mi ha permesso di portare una figura di supervisore atletico come Giovanni Catizone,perchè non ha paura del nuovo se porta miglioramenti ora insieme a Simply siamo campioni regionali under 12 ma della Lombardia e ci siamo classificati entrambi per il master nazionale,Simply per avere dei competitor all’altezza non ha avuto problemi ha spostarsi in Lombardia,i suoi allievi dopo 7 anni a livello nazionale cosa anno fatto,ognuno ha il suo carattere ma la strada è lunga e si dovrebbe guardare avanti in maniera positiva senza rancori augurandosi bene reciproco.

  176. nicoxia

    Max e Ivano voglio provare così.
    Max non capisci un CAZZO,tu l’anticipazione ideomotoria del tennis NON la puoi insegnare.
    Ivano non capisci un CAZZO,tu l’anticipazione ideomotoria del tennis LA puoi insegnare.
    Max quando parlavo di palle diverse mi riferevo a questo,quanto mi ripeto,al cesto puoi insegnare la tecnica.
    Prima che ti arrabbi non dico che stai sbagliando ma quando Alexia fino ad ora spero più,ha perso partite secondo me secondo me è per questa mancanza di adattamento alle situazioni nuove di anticipazione motoria che ora scemano sempre più per appunto il lavoro fatto con tornei e variazioni di allenamento diversi.
    Ivano,se in alenamento TU che puoi crei una situazione analoga alla partita stai allenando l’anticipazione motoria del tennis,se in allenameno gli crei svariate situazioni con sparring diversi e all’altezza di farlo gli alleni l’anticipazione motoria,se giocano in allenamento con persone diverse gli alleni l’anticipazione motoria.
    Poi è chiaro che più PARTITE,fai più alleni l’anticipazione motoria.
    Quando scoprirete che uno più uno non fa sempre due aprirete la mente e la vostra progressione sarà più veloce.

  177. Vincenzo Gerbino

    Signor bogart grazie dei consigli non volevo urlare , non ho niente da nascondere .Se sono stato maleducato Chiedo scusa purtroppo ho avuto una brutta esperienza nel dedicare tante energia a chi non la meritava.( non la bimba o la famiglia ma a simply). Dopo un mese che l’allenavo la bimba ha vinto il master piemontese battendo tutte le piu forti del piemonte e un anno dopo ha fatto prime sedici in Italia . Il problema e che fuori dal campo siccome ritenevo simply un amico che aveva tanta vogli di sapere e tanto tempo libero s

    La capacita di anticipazione motoria si può allenare in partite e non ,
    Quindi non sono d’accordo con Ivano che ha scritto mille volte il contrario
    Non conosco il signor Ivano che sia un collega o no ha detto una cosa non esatta.

    Basta

    Z

  178. Vincenzo Gerbino

    Signor Nicoxia i miei allievi sono molto più avanti rispetto alle poche ore di allenamenti che hanno fatto e siccome non dico balle io proporrei uno stage metto a disposizione tre campi ad Aosta il sabato e la domenica .
    Ecco se Alessandro sposasse l’iniziativa potrebbe essere un modo per confrontarsi

  179. ivano

    Gerbino
    Mi sveglio la mattina e vedo il mio nome sul blog quindi per forza essendo chiamato in causa devo rispondere!!!!!
    La cosa non esatta la dici te Gerbino !!!!!!!!!
    La capacita’ di anticipazione motoria si allena facendo partite o punti liberi in allenamento !!!!!!
    Il resto degli esercizi e soprattutto fuori dal campo allenano un’altra capacita’ la “Reazione”………
    Poi quello che ha detto Maurizio ovvero con i video è condivisibile………..

  180. atti

    Nel frattempo che litighiamo ….
    una 97 gioca oggi la sua seconda finale consecutiva ad un torneo Open….
    Ed è di una scuola tennistica di una regione che parla poco (l’italiano) ma si vede che si fa capire bene quando vuole…ogni anno ne porta alla ribalta una diversa (parafrasando una canzone di Vasco)….

    Tradotto…poche chiacchere…i discorsi personali fateveli a 4occhi…e poi acqua passata non macina piu’..guardiamo avanti.

    Mentre mi è rimasta la curiosità del post 116 di Max… con chi ce l’hai Max ? genitori o maestri ? o entrambi…

    Ultima cosa… 2 maestri la pensano in maniera opposta su un argomento interessante come l’anticipazione motoria… come la mettiamo ?

  181. ivano

    Nicoxia
    Io non voglio aver la la verita’ in tasca,anche perchè lo ho sempre detto,fintanto che non tiro fuori un primi 100 non mi sento realizzato non mi sento nessuno……..
    Pero’ su questo argomento la cosa è talmente palese che non ci sarebbe nemmeno da discuterne…..invece qualcuno si sente offeso e s’incazza di brutto perchè uno dice il contrario di quello che lui pensa…………
    Capisci che non è nemmeno il modo civile di stare al mondo questo!!!!!!

  182. Vincenzo Gerbino

    Ivano hai scritto non so quanti post ” scritto” dove asserivi che la capacita di anticipazione non si potesse allenare
    Adesso dici che si può allenare in partita e forse con dei video

    la capacita di anticipazione motoria si può anche allenare attraverso esercizi in campo e fuori dove alleni la reazione

  183. ivano

    Atti
    Te lo spiego io come è il discorso !!!!!!!!
    Qui si parla di un argomento che per conoscerlo bene bisogna aver giocato a tennis almeno un pochetto……………..
    Stop………….qui ha il diritto di parola (chiaramente su questo argomento)anche chi non si sa tenere la racchetta in mano………….
    Diventa difficile poi poter capire………..

  184. ivano

    Gerbino
    Io sostengo che tutto si puo’ allenare e migliorare !!!!!!!
    L’anticipazione motoria è la capacita’ cordinativa meno facile da allenare,è quella dote innata che o ce l’hai o friggi……..
    La puoi allenare soltanto in partita………..
    Non dire cose inesatte

  185. Mammager

    Bogar post 212
    Ho capito perfettamente la tua situazione, peraltro non diversa da quella della maggior parte delle famiglie di giovani tennisti. Ed hai tutta la mia comprensione! Solo non vivere troppo focalizzato sul ‘ce la farà?’, bensì ripeti a te stesso ‘comunque andrà sarà un successo, ne sarà valsa la pena!’ D’altronde,quando spendi per visitarere una città europea, non lo fai con un secondo fine, sicuramente non pensando che quella vacanza ti stravolgerà la vita. Lo fai perché ti piace. E questa è una motivazione più che sufficiente. 🙂

  186. Vincenzo Gerbino

    Ci sono molti articoli su internet che spiegano scientificamente che ci sono tanti giochi ed esercizi che servono a migliorare la capacita di A.M.

  187. ivano

    Gerbino
    Ma che ti devo dire !!!!!!!!
    Continua ad allenare l’anticipazione in palestra o in campo con esercizi !!!!!!!!
    O ancora meglio al cesto !!!!!!!!

  188. Diego

    Nicoxia
    Se non sbaglio Ivano ha detto che l’anticipazione motoria non si puo’allenare fuori dal campo di tennis,gli esempi che hai fatto tu sono nel campo quindi la pensi come lui.
    Forse si puo’ allenare anche fuori dal campo da tennis ma serve molto poco.
    Non mi piaci quando dici che tu e Simply avete vinto i regionali a squadre u12, le vostre figlie hanno vinto.
    Una certa distanza dei genitori e’ sempre positiva.
    Certo che Max ha un bel coraggio a irridere un ex B1 maestro nazionale,
    quando lui non e’ capace a fare due scambi a nesun livello.

  189. Vincenzo Gerbino

    Preparazione giovanile del tennista – Salvatore Buzzelli
    Capacità di anticipazione motoria : è la facoltà che un individuo …. quei momenti in cui una capacità se allenata può evolvere maggiormente che in … Come è intuibile dalla visione delle precedenti tabelle, …
    http://www.salvatorebuzzelli.it/prepar... – Opzioni

  190. Vincenzo Gerbino

    Giochi ed esercizi per lo sviluppo dell’anticipazione motoria …
    2 post – 1 autore – Ultimo post: 28 mar 2010
    MA COSA SI INTENDE PER ANTICIPAZIONE MOTORIA? La capacità di decodificare in maniera rapida e precisa la situazione …
    http://www.sportbrain.it/giochi-eserci... – Opzioni

  191. ivano

    ANTICIPAZIONE MOTORIA (Tratto da libro di scenze motorie)

    Permette di prevedere l’andamento di una azione e di programmare di conseguenza le operazioni successive.
    Il giocatore impegnato in gara deve saper prevedere l’inizio, lo svolgimento e la conclusione di una azione motoria o di gioco. Intuire gli avvenimenti e le situazioni permette di preparare in anticipo risposte motorie efficaci.
    L’attaccante per fare goal dovrà prevedere il punto di caduta della palla, il rimbalzo, il rimpallo per anticipare il difensore e prepararsi per il tiro in porta. Il centrocampista dovrà percepire lo svolgimento dell’azione per farsi trovare smarcato e ricevere il pallone. Il difensore dovrà capire le intenzioni del portatore di palla avversario per intercettare il passaggio, giocando d’anticipo o per indietreggiare a coprire lo spazio tra la porta ed il pallone.
    Il portiere che si trova di fronte l’attaccante che sta per battere un calcio di rigore, potrebbe intuire la traiettoria del tiro, leggendo i “segnali” ovvero: la rincorsa, la direzione dello sguardo, l’orientamento del corpo, l’atteggiamento posturale sia del corpo, sia degli arti inferiori.
    Grazie alla qualità ed alla quantità delle esperienze memorizzate, sarà possibile selezionare ed anticipare le scelte motorie da effettuare in relazione agli scopi da raggiungere.

    Come si puo’ ben notare fa esempi sul calcio in situazioni sempre e solo di partita………….

  192. Mammager

    Diego
    Per la precisione Ivano dice che si può nascere con attitudine all’anticipazione ideomotoria pari a 10 su 10, 9 su 10, 8 su 10 e così via sino ad arrivare a 1 su 10. A suo parere, giocare punti liberi in campo, quindi simulando una normale partita, si può migliorare di 1, 2 punti –>molto poco allenabile.

  193. simplypete

    Gerbino chiudiamo quà la cosa, tu difendi il tuo lavoro, io la scelta di essermene andato ad ottobre 2010, il tempo dirà chi ha fatto bene chi no…..

  194. simplypete

    Per Ivano e Max,
    il punto potrebbe essere questo, premesso che l’anticipazione ideo motoria e qulla cosa che dice ivano nel post 246.
    Non è che allenando i tempi di reazione fuori dal campo, alleno anche la possibilità, di reagire più velocemente in campo? è una domanda non vi incazzate prima del tempo.
    In altre parole i riflessi sono una componente dell’A.P.???? e se si quanto incidono? a rigor di logica qualcosa faranno no?

  195. ivano

    Mammager
    No diciamo pure un pochetto di piu’…….
    Per esperienza fatta ho notato che alcuni allievi nati con anticipazione pari a 1-10 sono arrivati anche a 5-10 pero’ poi hanno trovato il limite invalicabile………non sono piu’ riusciti ad andare oltre…….quando la palla comincia a viaggiare o sei in grado di leggere bene e prendere molte informazioni per poter quindi partire prima o friggi………
    Nelle donne sai chi è secondo me che ha tratto il massimo da questa capacita’??????
    Linsday Davenport che è stata numero 1 del mondo e che se la mettevi sulla pista di atletica a fare un qualsiasi test atletico era negata……..

  196. ivano

    Diego
    Ti ringrazio…….
    Ma io ti giuro che non vorrei mai dover tirar fuori classifiche e risultati……….
    Mi è toccato perchè sono offeso e discriminato di continuo……..
    Allora è anche giusto che chi legge sappia da che pulpito vengono le prediche………

  197. ivano

    Simply
    Si è vero la capacita’ di reazione è importantissima……..
    Infatti nella PA soprattutto con i bambini piccoli si deve allenare……..
    Ed anche qui’ per poterli abituare a leggere un movimento le varie partenze vanno date non con un fischio o con un segnale acustico ma bensi con un segnale visivo……..
    Pero’ quella specifica per il tennis ha bisogno (per essere allenata) di informazioni date da un avversario che ti sta davanti e che soprattutto ti vuole fare il punto……..altrimenti non si innesca nessun meccanismo cordinativo ne di anticipazione ne di reazione ha uno stimolo visivo………

  198. Mammager

    Ivano
    Bene, coi numeri diventa tutto più chiaro 🙂 Ora la domanda da un milione di dollari: con 5 su 10, entri nei primi 50, 100, 300, resti nell’inferno dei 10.000?

  199. ivano

    Max
    Allora ti faccio una proposta prima di uscire…………..
    Ritiriamo tutte le brutte cose che ci siamo detti e ripartiamo da capo !!!!!!!!!!!!
    Con questo ti voglio dimostrare che non ce l’ho con te…….
    Accetti ??????????????????

  200. Sono estasiato: duecento pist di litigio praticamente senza che io ci entri in una benche’ minima parte … a dimostrazione, soprattutto a bogar e nicoxia, che non sono io il fomentatore di inutili polemiche … il problema qui non e’ se uno dice che lo stretching e’ cosa buona e giusta o lo stretching non e’ cosa buona e giusta, se anticipazione motoria e’ innata e allenabile solo in partita o non lo e’, qui ci si incazza e ci si offende se uno dice una cosa diversa dal proprio credo… e’ questo che io ho sempre cercato di sottolineare: io avro’ in passato sbagliato a lasciarmi trascinare in certe zuffe o ad alzare i toni ironico- sarcastici jei confronti di questo e quello facendo lo sgarbi di turno, ma non ho mai atto Guerra di Religione o Tifo da Ultras … ho cercato in tutti i modi di far capire a max, er esempio, che non e’ assolutamente vero che lui offende e insulta solo se viene offeso e insultato e che se uno di solito lui ad iniziare i discorsi con: certo che voi non capite proprio un cazzo, quello non e’ il modo migliore per iniziare un dibattito a due o tre voci, o comunque una discussione in cui ognuno possa sentirsi libero di esprimere la propria opinione… purtroppo per simpatie, convenienze del momento, reciproche conoscenze personali il blog si e’ spesso trasformato in Tifo per Bande , in discussioni da ultras, piu’ sui modi che sui contenuti…max,mi pare, parte dal presupposto che su un blog come questo, dedicato ai genitori per la costruzione di un campione, non si possano dire certe cose o almeno quelle che lui ritiene non vere, perche’ avremmo una responsabilita’ tipo treccani o wikipedia e non possiamo fuorviare chi ci legge sparando cazzate che non stanno ne’ in cielo ne’ in terra, altri, fra cui il sottoscritto, ritengono che ognuno puo’ e deve scrivere cio’ che vuole incluse le vicende personali ( la famosa aneddotica tanto piu’ utile di quel che di crede) e poi ognuno giudichera’, cioe’ ognuno e’ responsabile e si qualifica da quello che scrive e da come lo scrive… io ho sempre detto che non avrei mai svenduto il mio background culturalsportivo di fronte anche a un maestro fosse piatti o bollettieri ( ma lo avrei ascoltato attentamente e poi tratto le mie conclusioni) ma ho anche ferocemente criticato l’atteggiamento da guru e daesperti di volta in volta assunto sull’argomento tennis da bookmakers, economisti, medici, architetti,taxisti, coltivatori d’olive e carabinieri vari …da qui l’ultimo titolo alla mia rubrica, non a caso dell’inesperto…. io scesi in campo 5-6 anni fa in primo luogo per criticare la mancanza di dialogo fra maestri e genitori postulando per primo l’assioma che ci sono coach e coach e genitori e genitori ( e anche atleti e atleti, con anticipazione motoria piu’ innata o meno…) e sul delicato rapporto genitore e atleta ho anche piu’ volte cercato di avvisarvi citando il Do you wanna the truth? YOU CANNOT HANDLE THE TRUTH!!!! di jack nicholson in A few good men… Tornando a noi, la presenza di Addetti ai Lavori sul Blog fa molto piacere a patto che l’Addetto non si voglia porre sul pulpito piedistallo da cui perofondere il Verbo…dall’altra parte e’ altrettanto ovvio che fatto salvo il diritto dovere di poter criticare, non ha nemmeno senso che sul pulpito piedistallo si ponga il Genitore … ho sempre trovato contradditorio il fatto che max da un lato promulgasse la teoria che solo chi guadagna col suo lavoro 200-300.000€ all’anno o avesse portato un suo allievo nei Top 100 avesse diritto di parola e poi si autoproponesse implicitamente lui come Certificatore del Verbo, quando per definizione essendo Genitore se aveva o meno ragione lo sapremo solo fra 10 anni, che c’e’ comunque differenza fra essere una Canepa o una Casoni e una Top Ten,e comunque non e’ che sia tacile nemmeno arrivare ai livelli di Alice e Giulia…. A meno che Max non ritenga che il fatto, dice lui, di essere stato allenatore di cavalli e fantini ad alto livello ( ma il suo nome non compare mai sulla rete…) non sia ritenuto sufficiente anche da un punto di vista trasversale e quindi questo gli darebbe diritto,e solo a lui, di poter Autorizzare questa o quella teoria … c’e’ anche da dire che alcune geniali analisi di max sono sempre stato il primo a riconoscerle e a ricordarle, ma e’ anche vero che in altre circostanze anche il nostro Torquemada ha cambiato idea, scrivendo una cosa e poi cambiando anche completamente idea, il che non e’ per forza un difetto ma dovrebbe indurre prudenza prima di spacciare ogni propria affermazione come il Verbo….
    Sull’Anticipazione Motoria, per esempio, io avevo cercato 300 posts fa di fare da paciere,….dicendo che si era innata ma che forse si poteva almeno affinare e mi e’ stato fatto osservare che confondevo AM e Capacita’ di Reazione… benissimo, ho preso nota…poi leggendo di crociati e omogenei mi e’ venuto in mente Bollettieri, per alcuni cioccolataio per altri genio, quando diceva in una recente intervista sui suoi 80 anni, che lui quando la gente comincia a parlare di biomeccanica e altre cose complicate scuote la testa, non ne capisce, non ne vuole parlare…lui,dice, e’ soprattutto un gran motivatore….ma voi credete che lui di tennis non capisca un cazzo? davvero lo credete, dopo che sono passati sotto i suoi occhi migliaia di ottimi giocatori? se noi dopo 4-5-6 anni ci siamo accorti di capirne molto ma molto di piu’ di quando abbiamo cominciaro? o credete che un Brad Gilbertsia molto diverso, a parte che e’ stato numero 4 al mondo, e che quando allena seleziona i giocatori in base a biomeccanica e lateralita’ dominante? li se
    ezionano soprattutto in base a fisico, testa e genitori danarosi… questa e’ la verita’ dia diverso?dicendo che si era innata ma che forse si poteva almeno affinare

  201. ivano

    Mammager
    Io mi sento molto sicuro sul darti questa risposta se parliamo di tennis femminile,questo perchè il livello da me raggiunto(parlo di tennis giocato) se lo paragono alle donne è numero uno del mondo a vita……….quindi so perfettamente quale sia il percorso per arrivare al livello da me raggiunto…….
    Mentre siccome te hai un maschio non ti posso rispondere con certezze perchè personalmente non conosco cosa ci sia dopo il B1………..Che valuterei come livello di classifica mondiale intorno al 300-400 del mondo…..

  202. partito un colpo ( sto scrivendo sul letto con l’ipad e assalito da 5 cani…fuori piove…) … li selezionano, volevo dire, in base al fatto che vincono, che sanno portare a casa partita e torneo, in base cioe’ ai cojones, al fisico e ai soldi dei genitori …poi e’ chiaro, se a 4 anni sei un fenomeno come la figlia di bogar, nuntio o jan koda o come cazzo si chiamava quel bambino di 4 anni a cui moratoglou offri’ la sponsorship( e lavoro ai genitori), be’ allora…puoi sempre andare in un circo!!! infatti, quslcuno sa che fine ha fatto quel famoso bimbetto, scoperto da Baghdatis, indicato a Mouratoglou, finito su youtube e su cui scrisse quel famoso articolo Semeraro sul zblog di Ubaldo e da cui si sviluppo’ poi, nel 2006 mi pare, la prima apparenza del nostro blog con quel mio post numeto 37 che fu definito il post piu’ lungo nella storia dei blog di tennis ( 11 pagine… bogar per sua fortuna non era ancora tennisticamente nato e se lo ridparmio’….)

  203. simplypete

    Salvo mi sembra che Ivano mi abbia risposto in modo dettagliato, piuttosto tu chi sei?

  204. atti

    Sympli…
    non ce ne sono poi molte di 97 in grado ora di fare finale in un OPEN…
    Cmq…”stranamente”… è altoatesina…
    Cioè un posto dove fanno sul serio dalla PIA Cup in su… e i risultati arrivano sempre puntuali.

    Stranamente… è ironico…

    Ripeto, era solo per dire che il mix di fattori è a 360 gradi… atleta famiglia, DNA, ambiente, maestro appassionato……

    Non è un caso che nemmeno i maestri siano d’accordo su alcune cose concettuali di base…
    Significa che c’è ancora molta confusione sul metodo…e non stiamo parlando di dettagli irrilevanti..

    Roberto, hai preso nota ??

  205. simplypete

    Atti effettivamente di buone 97 ne hanno tre, chiunque sia delle tre chapeau!!!!!!
    Ivano….ti cito” Pero’ quella specifica per il tennis ha bisogno (per essere allenata) di informazioni date da un avversario che ti sta davanti e che soprattutto ti vuole fare il punto……..”
    Converrai che ha certi livelli si giocano soprattutto schemi, sul veloce ancor di più, per cui il livello d’attenzione di presenza è fondamentale, l’anticipazione ideo motoria avviene qusi in modo naturale dalla ripetività degli schemi….e connoscendo prima le caratteristiche del giocatore

  206. Stefano, post 258,
    hai centrato perfettamente il problema. Il motivo di litigio di quelli che in qualche parte fanno parte del mondo del tennis è che tutti indistintamente, chi più chi meno, hanno un ego smisurato ed in qualche modo pensano di saperla più lunga degli altri. Evitare litigi su un blog è cosa assai dura e per certi versi “impossibile”. Alessandro, santo subito!!!!!!! 🙂

  207. francesco ( brasile )

    x bogart tu mi chiedi se è un bene usare la mano non dominante nel tennis, io so solo che in una piccola isola Maiorca ci sono stati due campioni del mondo MOYA e Nadal ( cosa questa piuttosto curiosa ) e la cosa si fa ancora piu curiosa se pensiamo che nadal è completamente destro di mano ( esiste un video dove si chiede a nadal di firmare , lanciare freccette e tante altre cose sia con la sinistra che con la destra ed in pratica con la sinistra non riesce a fare nulla non riesce assolutamente in nulla )e moya è completamente sinistro di ma gioca forehand con destro , dunque ambedue hanno adottato la mano non dominante per giocare a tennis ed entrambe sono diventati campioni del mondo , avendo come ELEMENTO CARATTERISTICO LA FORZA.DA cio ne è derivato il mio metodo di allenamento di mia figlia cioe io suppongo che le co-contrazioni ( se usi la mano dominante ne avrai di piu poiche la mano dominante la usi per controllare la scrittura etc. )e quindi il preccuparsi all’inizio nell’aprendimento del tennis, di buttare la palla di tennis dentro comporti la contrazione di muscoli antagonisti che freneranno la fluidità del movimento. Preciso io non sono nessuno ed il mio lavoro è solo sui mercati finanziari.

  208. monet

    interessante la cosa……dacci qualche dritta sulle azioni da comprare dopo il tourbillon delle ultime settimane….non centra niente col tennis,ma puo aiutare la programmazione dei ragazzini in futuro 🙂

  209. Lib

    Francesco brasile..e quindi il preccuparsi all’inizio nell’aprendimento del tennis, di buttare la palla di tennis dentro comporti la contrazione di muscoli antagonisti che freneranno la fluidità del movimento…
    ..quindi come la alleni tirando decontratta sui teloni…?

  210. Francesco( brasil)

    Quando ero piccolo avevo una moto facevo motocross , ma ero uno prudente che si preoccupava prima di tutto a non cadere ed arrivare al traguardo, esisteva invece un mio amico completamente pazzo che faceva cose assurde con la moto e come conseguenza distruggeva tutte le moto , andava sempre al,ospedale e non arrivava mai al traguardo. Guando costui non inzio a cadere più costui era su un altro pianeta. Facendo il paragone col tennis posso dire che se ti preoccupo nella fase iniziale a buttar dentro la palla e a vincere i tornei fit ranking rimarrai una schiappa come sono stato io con le moto . Mai andato all’ospedale.ai fatto un incidente ma una merda a livello competitivo. L’unica differenza con il tennis e che col tennis seandi sui teloni non vai mica all’ospedale. sOlo dopo ti preccuperai in modo rilassato di far entrare le palle

  211. monet

    ”se ti preoccupo nella fase iniziale a buttar dentro la palla e a vincere i tornei fit ranking rimarrai una schiappa come sono stato io con le moto .”
    nella fasae iniziale cero io a cocciare il mio boy e piu di una volta gli ho segnato dalle tribune di remare ,di giocare smorze o di alzare per far andare fuori giri il suo avversario,e penso che nonostante tutto questo tanto schiappa il mio ragazzo non sia rimasto,quindi seguire il prorpio istinto ricordandosi che per giungere all obbiettivo ci sono molte strade das percorrere,anche quelle in salita possono portarti in..cima!!

  212. Diego

    Atti
    Di che livello e’ l’Open ? Le teste di serie di che categoria sono ?
    Una ragazza di 14 anni che ha grandi ambizioni di diventare pro (prime 100 )deve valere circa 2.5 di conseguenza se e’ un Open di medio livello ci puo’ stare di fare finale o semi.
    Ovviamente con solo questo tipo di informazioni e’ tutto da prendere con cautela.

  213. Francesco( brasil)

    sara l’eccezione che conferma la regola . Comunque avrò esagerato nel dire schiappa. Forse il mioetodo vale solo per essere numero uno ( come moya e nadal ) rsrsrsrs

  214. monet

    rsrsrssr è la classica risata del brasiliano medio,molto medio ,non da uno che parla di metodi da n° 1…. 🙂

  215. Francesco( brasil)

    Cerco di spiegarmi meglio: pero ho bisogno di fare una premessa che si basa sul discorso che tu mi facesti “molto meglio maceio che Napoli … Napoli a 300 da mergellina e una giungla” , posso dirti che questo tuo discorso pecca di superficialità poiché maceio e una delle città con la più alta percentuale di omicidi ogni 100.000 abitanti . Molto ma molto piu pericolosa dell’Iraq o Afganistan , ritornando al discorso del tennis il discorso che facevo io va visto in termini statistici : qual ‘e la percentuale di bambini che giocano a tennis preoccupandosi di buttare la palla nel minicampo , che arrivano ad essere numero uno del mondo ? E qual’ e la percentuale di bambini che sparano palle al massimo senza preoccuparsi del controllo inizialmente e sono diventati numero uno solo Maiorca ne conosco due moya e nadal , poi c’erasharappva agassi etc

  216. francesco ( brasile )

    quindi questa tua assoluta superficialità fa capire chi tu sia . Uno che dice che napoli è una giungla confrontandola non con montecarlo, ma addirittura con la città piu pericolosa del mondo Maceio ( piu pericolosa di una città in guerra ) mette in evidenza la tua personalità

  217. monet

    uagliò tu sii pazz’…ià! io nn ho mai paragonato maceiò con napoli,ho solo detto che napoli fuori da certe zone è una città pericolosa,sei tu che hai subito specificato che vieni da mergellina,come a dire guarda che io sono dell’altra napoli,la napoli dei ricchi ,non di quella a cui ti riferisci tu.in quanto alla mia superficialità e la mia personalità hai ragione: solo un coglione come me poteva scambiare civilmente 2 parole con uno scienziato del tuo calibro,cosa che mi guarderò bene da fare in futuro!!!

  218. monet

    ora capiosco perchè quialcuno prima di me abbia pensato bene di mandarti a quel paese…..

  219. Madmax

    Purtroppo l’ignoranza di molti supera ogni limite e ha sempre più ragione lo stesso mio amico di sempre che da tempo mi dice di lasciare la gente nella loro ignoranza perchè si trovano a loro agio ed il solo provare ad erudirli gli crea non pochi problemi..

    Soprattutto di bile..

    Il più grande di tutti però è Diego..

    Quindi Bollettieri e Van der Meer non potrebbero parlare di tennis, Sacchi di calcio e Velsaco di pallavolo?? Hai proprio ragione..

    Un B1 .. Ah però che culo.. Poveretti… Tu e il B1..

    No Ivano vai a cagare… Sei troppo ignorante.. e coglione per i miei gusti…

    Anche l’esempio del calcio hai portato.. E ti credo che nel calcio servono le partite altrimenti come faresti a simulare il dribbling e l’azione, visto che non si gioca da soli e le opzioni sono magari due compagni per il passaggio o il tiro in porta??

    Nel tennis se metti due donne a palleggiare, al terzo tiro tirano i comodini e si fanno anche le finte.. e dopo aver buttato l’altra fuori dal campo tirano dall’altra parte o fanno il contropiede o la palla corta (poche), proprio come in partita..

    Ed il rimbalzo della palla invece è sempre uguale sia in partita che in palleggio…

    Ma anche nel calcio l’alleneranno l’anticipazione motoria in palestra, solamente che visto che lo si deve insegnare ai bambini nessuno lo sa oppure accadrà come da noi..

    che non lo sanno.. e non la insegnano… E potrebbe benissimo essere visto che anche nel calcio i risultati si cominciano a vedere.

    E il problema nasce dal fatto che poichè questi dovrebbero essere insegnamenti proposti nella fase di preatletismo, mentre all’estero la fanno nelle scuole (e cmq i maestri di tennis devono per forza essere laureati in Scienze Motorie), da noi invece spesso si salta a piè pari ed ecco allora che alcuni lo hanno più sviluppato di altri, ma questo semplicemente perchè ce l’hanno maggiormente di loro e ad un certo punto come tante altre cose tale capacità diventa poco allenabile e migliorabile.. Non per nulla è fondamentale lo sviluppo motorio fin da piccolissimi che serve proprio a questo a evitare cioè di arrivare ad un’età dove diventa difficile intervenire..

    Atti..

    E cosa c’entrano i genitori??

    Ma a 14 anni se hai appena appena il fisico come fai a non lottare in un Open di medio livello? Parlando ovviamente delle migliori..

    La stessa cosa la sta facendo la figlia di Rickys (che è già 2.8) e che come lui 🙂 è un armadio e se ti da una manata ti fa arrestare per vagabondaggio..

    Immagino che sarà la Ploner… che appunto è un armadio.. l’alternativa è la Sartori se ha ripreso a giocare che è quella che gioca infinitamente meglio di tutte..

    La Hofer non credo, mentre la Meliss è tanto che non la vedo e perciò non saprei..

    A Stefano invece non rispondo nemmeno perchè chi è e com’è l’ho (dopo averlo conosciuto) sempre sostenuto e perciò.. Se vuole però posso dargli le ultime perle sul suo Sciamano ed il Sensobuzz.. Che tristezza…

    Qui dentro gli addetti ai lavori (quasi tutti) che si sono presentati hanno solo certificato tutto quello che ho scritto in questi anni..

    Cmq ora ho deciso di prendermi una lunga pausa di riflessione perchè le cazzate mi fanno venire il voltastomaco e poichè qui se ne leggono un po’ troppe non vorrei dimagrire troppo!!

  220. pulsatilla

    Ah Ah Ah Ah

    Scusate, sto ancora morendo dal ridere.
    Il carteggio Monet-brasileiro è veramente esilarante, dovrebbero insegnarlo nelle scuole!

  221. Madmax

    Dimenticavo…

    Nico..

    E perchè dovrei arrabbiarmi, dico solo che sbagli.. 🙂

    L’unico problema che non ha Alessia è quello di aver “incontrato” poche palle..

    Ha cominciato a gioocare nel circolo con più ragazzi della zona dove si è sempre allenata con i tre quattro migliori (zanetti roncalli morlacchi e colombo), già a sei anni faceva i tornei di minitennis dell’Ivan Vecchi dopo di che è andata in Accademia dove mi ricordo che già a 8 anni a volte la facevano palleggiare con le seconda.. ma ovviamente palleggiava con decine di bambini diversi più i vari maestri..

    Solo il primo anno post accademia si è allenata solo con me anche se nella realtà un’ora al giorno la facevo giocare con il maestro di Zanchi (B2).. E già c’erano raduni vari, Tirrenia, Sestola etc etc.. Un paio di volte al mese da Giovanni tutti i WE i Rodeo più gli stages vari..

    Già dall’anno scorso poi ci siamo allenati in estate con due ragazze una delle quali poi si è fermata da noi e non bastasse avevo una volta la settimana delle seconda (anche un maschio a volte) che venivano come sparring..

    Ora addirittura sono in un Circolo dove ci danno spesso dei terza uomini e c’è una ex seconda sempre a disposizione…

    Quindi tutto potrà avere meno che il problema delle palle diverse..

  222. atti

    Comunque è la Hofer… e oggi ha vinto il suo primo Open… a Vr.
    Il livello medio degli Open era fino a 2.4… e fin li le ha battute tutte. ha perso solo da una 2.1…..
    Per dire che fino a 2.5 2.4 la differenza con le 2.8 è monima….
    da 2.4 in su cominciano i comodini…come dice MAx….

    Aldilà del fisico in Alto Adige lavorano bene…bravi e punto.

    Poche chiacchere, organizzazione, serietà e costanza…

    Penso sia una ricetta non impossibile da replicare…

  223. Riprendo da dove avevo lasciato, anche se mi rendo conto che in questo momento la risposta al quesito postomi da Nicoxia sia più attinente ai discorsi che si stanno affrontando sul blog.

    Il Sensotraining è lo strumento che è stato creato ad hoc, per consentire un metodo di approccio diverso alla preparazione atletica del tennista, i cui punti cardine poggiano su importanti concezioni di natura neuropsicofisiologica applicate allo sport.
    Cercherò di spiegarvi con parole semplici come si è venuto a delineare questo metodo.
    Normalmente si individua l’allenamento funzionale (cioè in funzione ed il più adatto allo sport praticato) facendo riferimento al modello prestativo della disciplina sportiva specifica per cui ci si va preparare, ci sarà quindi un allenamento specifico per il corridore di maratona, quello per il lanciatore, quello per il saltatore, quello per il pallavolista, per il calciatore e via dicendo.
    Anche nel tennis, l’approccio finora conosciuto ed universalmente utilizzato, parte dall’analisi delle richieste metaboliche e neuromuscolari interessate nello svolgimento di una partita o più in larga scala a quelle necessarie per portare a termine un torneo o ancora meglio una serie di tornei.
    Il tutto in un susseguirsi di elementi condizionali che guardano da un punto di vista meccanicistico gli elementi per la ricerca della forma psicofisica del giocatore-atleta.
    Si effettuano pertanto esercitazioni per la forza, per la velocità, per la resistenza ecc….in un susseguirsi organizzato e programmato di sedute allenanti distribuite secondo la logica del principio della sindrome generale di adattamento, che poi dovrà essere consolidata per l’attuazione pratica e specifica, attraverso l’operazione di transfer .
    Il metodo da me introdotto, in parte si attiene alle indicazioni fornite dal modello prestativo, ma fa riferimento ed approccia l’allenamneto del tennista, partendo dall’elemento fondamentale della prestazione tennistica: L’ATTENZIONE.
    Allenare il fisico tenendo alto il livello di funzionalità mentale, di cui l’attenzione è il tassello principe .
    C’è da aggiungere, senza bisogno di inoltrarsi in discorsi troppo approfonditi, che l’attenzione porta ad un abbassamento dei tempi di reazione e che l’attenzione protratta nel tempo è alla base dell’aumentata capacità di concentrazione soggettiva .
    Diciamo quindi che operare anche nella parte condizionale dell’allenamento (forza, velocità, resistenza specifica e speciale,ecc…), ma sotto l’egida delle capacità attentive, porta l’allievo a migliorare globalmente la prestazione riducendo i tempi di applicazione (in pratica si bypassa tutto il processo di transfer) oltre che ridurre i rischi connaturati ai carichi.
    Si viene a delineare un modus operandi di tipo sistemico, che fa fronte alle richiete psicomtorie del tennista in relazione a ciò che realmente gli serve (la forza serve , e quanto? i pesi servono, e quanto? Le corse di resistenza servono, e quanto? Ecc…) per l’ottenimento della massima prestazione nel tennis, che concordemente si ritiene fortemente influenzata da situazioni e funzionalità dei processi di elaborazione mentale.
    Ma non si pensi che allenarsi col Sensotraining significhi ridurre ad un giochino e un divertimento il momento della preparazione. L’allenamento col Sensotraining consente di operare in creatività e fantasia restando legati al metodo scientifico. La risultante del lavoro svolto perciò è misurabile in volume ed intensità. Chiedere a quelli che si allenano in questa maniera, come con carichi di lavoro pur leggeri ne risulti un impegno elevatissimo.
    Sensotraining è inoltre dotato di un sistema interno per la valutazione di cui il “Sigma Test” rappresenta la punta dell’iceberg di tutta una serie di test per la vautazione specifica delle capacità condizionali e sensomotorie richieste nel tennis.
    L’utilizzo copre una larga fascia del settore di preparazione funzionale le cui esercitazioni sono suggerite nell’opuscolo fornito insieme allo strumento, ma un utilizzatore attento e creativo sarà capace autonomamente di creare una propria banca di esercizi atti allo scopo che vuole raggiungere.
    Non va dimenticato inoltre che il Sensotraining essendo trasportabile facilmente e funzionando a batteria, può rappresentare un efficace mezzo allenante anche quando si è in giro per tornei.
    Insomma un coach in valigetta a supporto del preparatore, o dell’atleta guidato da un esperto a distanza, o in autonomia erudita e consapevole.

    A compendio di questo post, allego un po’ di bibliografia di base che penso possa essere utile .
    ABERNETHY B. Anticipation in sport : A review –
    Physical Education Review 10: 5, 1987.
    AGUGLIA E, SAPIENZA S, SCANDURRA C. Correlazioni
    psicometriche tra performance attentiva ed aggressività in
    giocatori di calcio e pallamano. Medicina dello Sport 39:
    461, 1986.
    ANOCHIN PK. Biologia e neurologia del riflesso
    condizionato. Bulzon, ROMA, 1975.
    BAGNARA S. L’ attenzione. Il mulino, BOLOGNA, 1984.
    BEGLEITER H, PORJESZ B. Evoked brain potentials as
    indicator of decision making. Science, 187: 754, 1975.
    BIRBAUMER N, ELBERT T, CANAVAN A,
    ROCKSTROH B. Slow Potential of the cerebral cortex
    and behaviour. Psychological Reviews, 70: 1, 1990.
    BONARETTI T. L’attenzione e le altre funzioni mentali.
    Conti, Calenzano (FI), 1983.
    CEI A , BERGERONE C, RUGGERI V. I processi
    attentivi negli sport di situazione. Movimento, 3: 30, 1987.
    COSTA A. Valutazione dello stile di attenzione e di
    autoregolazione. Movimento, 6: 30, 1990.
    RIPOLL H. Information processing and decision making in
    sport. International Journal of Sport Psychology, 22:: 3,
    1991.
    ROSSI B. Processi mentali e sport. Scuola dello Sport,
    CONI, Roma, 1991..
    SONNENSCHEIN I. Percezione e allenamento tattico.
    SDS, 17: 33, 1989.
    SYER J. E, CONNOLLY C. Guida per atleti
    all’allenamento mentale. Zanichelli, Milano, 1987.
    TAVIANI A,VOGLINO N, FONTANI G. Valutazione
    dell’attenzione concentrata in atleti di diverse discipline
    sportive tramite il Test del Barrage di Toulouse e Pieron –
    Movimento 2: 7, 1993.

  224. francesco ( brasile )

    il signor monet in un post mi dice ” uazz…tra napoli e maceio io starei in Brasile tutta la vita ” poi dice “la conosco bene mergellina,mio figlio ci ha fatto 2 challenger,zona molto chic,ma a 300 metri cè la galleria e quando la passi sei nella…jungla!!! ” Ora io faccio 2 piu due e penso: se costui non aprezza Napoli come città per vivere, perchè a 300 metri da mergellina c’è la gingla come puo apprezzare Maceio che la città piu pericolosa del mondo( cioe circa 69 omicidi per centomila abitanti ) pertanto lei è abbastanza maleducato ………comunque contento lei . vada avanti cosi

  225. francesco ( brasile )

    a dimenticavo lei mi ha detto che rsrsrs lo usa il brasiliano molto ma molto medio , forse però lei non sa che” uazz.. coglione, uaio.. tu si pazz ” lo usa l’italiano anzi il napoletano molto, ma molto basso

  226. nicoxia

    Max ho sempre pensato che dicessi che non serviva giocare con palle diverse che bastavi tu,come l’hai descritto ora va bene non ci siamo capiti ho continuato a ribadirlo per niente.
    Brasil la Papale prima di cambiare metodo e iniziare la sua scalata ha tirato per sei mesi sui teloni.

  227. francesco ( brasile )

    per nicosia , il mio metodo , cioè quello che hanno adottato tutti numeri uno e non il figlio di monet che si è dissanguato a livello finanziario, ( per averlo abituato a fare le alzate) va bene fino ad un massimo di 12 13 anni quando i genitori dovrebbero poi abdicare in favore di ottimi coach cosa che è avenuta per agassi, seles williams e non per camilla giorgi, e già a quella età la maggior parte delle palle devono entrare dentro.

  228. monet

    uagliò mi hai letteralemnte scassat ‘o cazzo!! ok? o te lo devo screivere in italiano?

  229. monet

    e qui mi fermo perchè la tua antipatia sta rasentando il ridicolo,se ti serve qualche notizia su come allenare tuo figlio ti farò pervenire il mio codice iban,sai a gente come te di gratis non dico assolutamente niente…..

  230. francesco ( brasile )

    http://iltennismoderno.blogspot.com/2009_03_01_archive.html ecco qui spiega quello che io penso :un esercizio che è stato molto utile per sviluppare la massima potenza del nipote, è stato quello di fargli picchiare le palline a più non posso senza pensare a doverle mettere in campo! L’obiettivo era quello di “far sentire” al giocatore il suo limite massimo e solo in un secondo tempo avrebbero concentrato l’attenzione sul controllare tutta quell’energia. Sostanzialmente hanno lavorato attraverso una logica rovesciata: invece di cercare di aumentare la consistenza del colpo rispettando sempre i limiti spaziali del campo (da meno potenza verso la soglia massima consentita), si è lavorato sul cercare di contenere in quegli stessi confini una palla più potente del necessario (dal massimo assoluto della potenza verso la soglia massima consentita).

  231. Mammager

    Simply,
    come ti dicevo io non so davvero dove possa arrivare un bambino che parte con una scarsa anticipazione videomotoria (non sapevo neppure si chiamasse così, la chiamavo: previsione di cosa far di cosa farà l’avversario!). Non ne ho la competenza, né l’esperienza. Posso intuire che non arriverà nei primi 10-20. Per questo ho chiesto ad Ivano, che ha giocato ed insegna tennis da molti anni, senza pretendere che lui sia il detentore del verbo – nessuno lo è, la storia è piena di smentite di verità assolute – solo per avere il suo parere.

  232. monet

    un altra cosa ,io non abito a mergellina,ma credimi che prima che mi dissangui a livello finanziario tu di cazzate ne devi scrivere ancora per qualche lustro!!

  233. francesco ( brasile )

    senti monet io non c’è lo con te , ma avevo notato che ogni cosa che dicevo tu te ne uscivi con una battuta , quindi avevo capito che c’era un astio nei miei confronti , per cui ho provato a provocarti per vedere come reagivi. Puoi continuare a pensare male di me ,è un tuo diritto, ma in verità io non penso ne male ne bene di te , semplicemente perchè non ti conosco, potresti essere anche una bravissima persona . P.S. tutto quello che ti ho detto in verità non lo pensavo, ma stavo al tuo gioco, volevo vedere se oltre a prendere in giro, sapevi anche resistere alle prese in giro nei tuoi confronti. Comunque vedendo che te la sei presa male ho deciso di smetterla. ciao

  234. Lib

    Max scusa l’invadenza, ma quante sono in Italia di tutte le annate ad avere il contratto di tua figlia? quello ultimo intendo… e da che eta’ che tu sappia iniziano a metterne sotto contratto..? thanks

  235. Diego

    Max
    Mica ti ho detto che non puoi,non devi,non sai insegnare giocare a tennis, anzi per me sei bravo pero’ non sapere palleggiare e’ comunque limitante, mentre e’ un grosso vantaggio essere stato B1 (che comunque non e’ assolutamente facile arrivarci) soprattutto quando devi provare certi esercizi o scambiare con un buon under (intanto puoi fare ameno dello sparring per molto tempo).

  236. Madmax

    Atti..

    Come al solito si predica bene e si razzola male.. ma in compenso si interpreta anche male..

    Prima di tutto è abbastanza ovvia la cosa, perchè siamo in una regione bellissima ma dove un ragazzino molto giovane ha meno possibilità di pensare a troppe cose rispetto a chi vive in città.. E quindi lo sport la fa da padrone.. Sci, tennis, alpinismo, pattinaggio su ghiaccio e tutti i vari sport alpini, passeggiate e poco altro..

    Il tutto più a contatto con stranieri e tedeschi in particolare che con gli italiani..

    Dopo di che partendo già da questa situazione molto favorevole, aggiungici che alla fine i migliori arrivano sempre da situazioni particolari.. coach (Sartori), maestri (meliss), gestori di circolo (hofer)..

    Non a caso io che ho fatto? Alleno io in circoli o campi sperduti spesso tra la nebbia e in mezzo a erbacce di un metro (l’anno scorso era proprio una sorta di dacia bergamasca) ma dove dalla mattina alla sera è disponibile tutto ciò che serve.. a prezzi stracciati..

    Voi che fate?? Non tutti ovviamente possono fare certe scelte ma sono in pochi che sfruttano situazioni particolari tipo la mia o altre, che cmq anche se poche esistono..

    Ma la gente vorrebbe anche trovarla (la situazione) sotto casa..

    D’altronde ormai tutti sappiamo che all’interno dei circoli se non sei tu il circolo non si può fare nulla..

    Ma basterebbe ragionare.. Come può unno dei nostri figli diventare forte ianche andando ad esempio nella miglior Accademia possibile come la Bollettieri?? O il ragazzo a casa sua vive in 30 mq insieme a genitori e altri fratelli saltado anche la cena qualche volta e sapendo che se non sfonda deve tornare indietro oppure se tornando indietro trova IPad, I Phone, camerieri e autisti se ne sbatte e considera l’anno di lavoro trascorso come una novità e una bella vacanza..

    Nico..

    Io ho sempre detto che come le ho organizzato io il lavoro era sufficiente.. Le situazioni con molte palle diverse erano precedenti..

    Con me inizialmente molto meno perchè ritenevo che in quel momento le servisse altro ora molto di più..

    Resta il fatto che i miglioramenti sono partiti da quando l’ho tolta dalle situazioni canoniche..

    Francesco (Brasile)

    Beh a dirla tutta però della Giorgi si può sostenere tutto tranne che non tiri… anzi forse fa troppo solo quello..

    Monet..

    Evvai un mega tutti contro tutti… 🙂

  237. Madmax

    Lib..

    Quale..

    Diego..

    Basta per favore..

    Beh in qualche modo ci riesco visto che gioco tutti i gg con mia figlia anche in palleggio..

    Ma il non farlo per essere un buon coach è fondamentale… per il semplice fatto che devi essere a fianco o dietro per vedere ebene e poter consigliare..

    Ma bastava andare a Roma in occasione degli Internazionali e l’avresti visto anche tu..

    Un giocatore da una parte, un altro dall’altra e i rispettivi coach dietro o a fianco..

  238. bogar67

    Esileranti davvero Monet e Francesco Brasil 🙂 🙂 🙂

    @mad max post 281 Ivano ti aveva lanciato un ramoscello d’ulivo e tu insulti in quella maniera? Non condivido e dovresti essere moderato!!

    @Francesco Brasil
    la storia della motocicletta 271 mi pare di averla letta 🙂 🙂
    sui “teloni” e “buttarla dentro” ti sei dimenticato una terza possibilità che è la caratteristica di mia figlia “attaccare gli spazi”, cercare sempre il punto più distante da dove si trova l’avversaria ed indirizzare li la pallina, metterla sulla velocità di gambe perchè essendo sempre più piccola di due/tre anni è l’unico modo per competere con chi ha una forza fisica maggiore per cui tua figlia tirerà anche frigoriferi ma prima di fare ciò la pallina deve riuscire a prenderla.

    @simply e Nicoxia
    Sono andato a curiosare sul sito sportime, mi pare che vi sia qualcosa di strano, avete il tanto decantato Catizzone come PA e poi ci sta scritto
    “”Pre Agonistica – da 2 a 6 ore settimanali, più 1 o 2 ore di Preparazione Atletica (Facoltativa)””

    Come facoltativa? ma che significa? posso capire che un genitore non riesce a farla fare per impegni di lavoro per cui di orari ma la pa dovrebbe essere parte integrante di un programma, mia figlia primo anno (4/5 anni) 1 ora di pa più tennis – secondo anno (5/6 anni) 2 ore di pa più tennis – terzo anno 6/7 anni 3 ore di pa più tennis – quast’anno 7/8 anni 4 ore di pa più tennis.

  239. Madmax

    E tra l’altro come in tutte le cose tutto può essere un vantaggio oppure no.. anche essere B1..

    Se ad esempio si pensa che l’essere stato un B1 maschio significhi sapere cosa dover fare per portare una ragazza Nr 1 al mondo, quando al contrario con loro si lavora esattamente all’opposto… ecco che l’esserlo stato diventa uno svantaggio insormontabile..

    Tanto è vero che di B1 ne è piena l’Italia mentre di NR 1 WTA donne nemmeno l’ombra.. UN motivo ci sarà o no..

  240. Madmax

    Bogar

    Quando smetterai di scrivere cazzate sarà sempre troppo tardi..

    Giovanni va da loro una volta al mese e collabora.. Darà una bozza di programma ed il direttore farà fare PA quando e quanto vuole ma soprattutto quanto gli fa comodo e lo fa guadagnare.. In buona sostanza in modo che non si perdano ragazzi (la maggior parte dei ragazzi non la vuol fare atletica..)

    Alla SUA di Accademia la si fa tre volte per 4 ore e mezza la settimana allala pre agonistica.. E non è facoltativa.. Se però uno sta a casa..

    Se fai i programmi personalizzati (come Alessia) già a 8 anni le ore erano già 7/8..

  241. bogar67

    Mad Max
    Avevo fatto una domanda scrivendo Come facoltativa? ma che significa?

    tu hai scritto:
    Giovanni va da loro una volta al mese e collabora.. Darà una bozza di programma ed il direttore farà fare PA quando e quanto vuole ma soprattutto quanto gli fa comodo e lo fa guadagnare.. In buona sostanza in modo che non si perdano ragazzi (la maggior parte dei ragazzi non la vuol fare atletica..)

    cosa centrava dunque
    Quando smetterai di scrivere cazzate sarà sempre troppo tardi..

    Al momento sei intrattabile, 🙂 🙂 🙂 ha ragione Commentucci, se riuscirai ne tuo scopo nessuno ti potrà tenere!!

  242. Madmax

    🙂

    Non so niente io di queste cose ma cs’è, una nuova Tv a pagamento?

    Figurati un povero cristo che non sa tenere la racchetta in mano, dai…

    Scusa qui abbiamo un B1 con tanto di allieve Campionesse Italiane, lo saprà bene no??

    Anzi dillo a Bogar che vuole vincere anche il campionato del mondo per mamme incinta??

    Qui uno dei pochi che ha detto delle cose giuste è stato Francesco o’scugnizz.. (o guarda che è un complimento non attaccare anche me ora, che già ne ho abbastanza di mio da arginare!! 🙂 )

  243. bogar67

    @ATTI
    i prezzi a Marlengo erano esagerati, le due ragazze qui nominate, una è figlia di maestro e l’altra di gestore di circolo per cui hanno un certo vantaggio. La maestra PTR della vandermer chiedeva 46 euro ora, io a Palermo da un ex coach di giocatrice top 25 wta pagherei 20 euro. Fossi residente a Bolzano e nelle mie condizioni lavorative penso che non avrei mai fatto iniziare questo sport a mia figlia!!

  244. nicoxia

    Bogar facoltativa non vuol dire che non c’è,ma come dice Max è il cliente che decide cosa vuole.Catizone fornisce il programma in base ai clienti.

  245. bogar67

    Nicoxia
    lasciare al cliente la facoltà di decidere ci può stare se viene avvertito delle conseguenze che si va incontro senza fare la PA, cioè poi non si pretendano anche i risultati in campo a me no che non si faccia altro sport.
    Ho un bimbo del 2003 nel circolo che non ha mai fatto pa, solo tennis e purtoppo per lui si si vede!!! Basta mezza parla corta o che venga attaccato negli spazi e non ci arriva.

  246. Buon Ferragosto a tutti.
    Riprendo in ritardo da dove avevo lasciato, anche se mi rendo conto che in questo momento la risposta al quesito postomi da Nicoxia sia più attinente ai discorsi che si stanno affrontando sul blog.

    Il Sensotraining è lo strumento che è stato creato ad hoc, per consentire un metodo di approccio diverso alla preparazione atletica del tennista, i cui punti cardine poggiano su importanti concezioni di natura neuropsicofisiologica applicate allo sport.
    Cercherò di spiegarvi con parole semplici come si è venuto a delineare questo metodo.
    Normalmente si individua l’allenamento funzionale (cioè in funzione ed il più adatto allo sport praticato) facendo riferimento al modello prestativo della disciplina sportiva specifica per cui ci si va preparare, ci sarà quindi un allenamento specifico per il corridore di maratona, quello per il lanciatore, quello per il saltatore, quello per il pallavolista, per il calciatore e via dicendo.
    Anche nel tennis, l’approccio finora conosciuto ed universalmente utilizzato, parte dall’analisi delle richieste metaboliche e neuromuscolari interessate nello svolgimento di una partita o più in larga scala a quelle necessarie per portare a termine un torneo o ancora meglio una serie di tornei.
    Il tutto in un susseguirsi di elementi condizionali che guardano da un punto di vista “meccanicistico” gli elementi per la ricerca della forma fisica del giocatore-atleta.
    Si effettuano pertanto esercitazioni per la forza, per la velocità, per la resistenza ecc….in un susseguirsi organizzato e programmato di sedute allenanti distribuite secondo la logica del principio della sindrome generale di adattamento, che poi dovrà essere consolidata per l’attuazione pratica e specifica, attraverso l’operazione di transfer .
    Il metodo da me introdotto, in parte si attiene alle indicazioni fornite dal modello prestativo, ma fa riferimento ed approccia l’allenamneto del tennista, partendo dall’elemento fondamentale della prestazione tennistica: L’ATTENZIONE.
    Allenare il fisico tenendo alto il livello di funzionalità mentale, di cui l’attenzione è il tassello principe .
    C’è da aggiungere, senza bisogno di inoltrarsi in discorsi troppo approfonditi, che l’attenzione porta ad un abbassamento dei tempi di reazione e che l’attenzione protratta nel tempo è alla base dell’aumentata capacità di concentrazione soggettiva .
    Diciamo quindi che operare anche nella parte condizionale dell’allenamento (forza, velocità, resistenza specifica e speciale,ecc…), ma sotto l’egida delle “capacità attentive”, porta l’allievo a migliorare globalmente la prestazione riducendo i tempi di applicazione (in pratica si bypassa tutto il processo di transfer) oltre che ridurre i rischi connaturati ai carichi.
    Si viene a delineare un modus operandi di tipo sistemico, che fa fronte alle richiete psicomtorie del tennista in relazione a ciò che realmente gli serve per l’ottenimento della massima prestazione nel tennis, che concordemente si ritiene fortemente influenzata da situazioni e funzionalità dei processi di elaborazione mentale.
    Ma non si pensi che allenarsi col Sensotraining significhi ridurre ad un giochino e un divertimento il momento della preparazione. L’allenamento col Sensotraining consente di operare in creatività e fantasia restando legati al metodo scientifico. La risultante del lavoro svolto perciò è misurabile in volume ed intensità. Chiedere a quelli che si allenano in questa maniera, come con carichi di lavoro pur leggeri ne risulti un impegno elevatissimo.
    Sensotraining è inoltre dotato di un sistema interno per la valutazione di cui il “Sigma Test” rappresenta la punta dell’iceberg di tutta una serie di test per la vautazione specifica delle capacità condizionali e sensomotorie richieste nel tennis.
    L’utilizzo copre una larga fascia del settore di preparazione funzionale le cui esercitazioni sono suggerite nell’opuscolo fornito insieme allo strumento, ma un utilizzatore attento e creativo sarà capace autonomamente di creare una propria banca di esercizi atti allo scopo che vuole raggiungere.
    Non va dimenticato inoltre che il Sensotraining essendo trasportabile facilmente e funzionando a batteria, può rappresentare un efficace mezzo allenante anche quando si è in giro per tornei.
    Insomma un coach in valigetta a supporto del preparatore, o dell’atleta guidato da un esperto a distanza, o in autonomia erudita e consapevole.

    A compendio di questo post, allego un po’ di bibliografia di base che penso possa essere utile .
    ABERNETHY B. Anticipation in sport : A review –
    Physical Education Review 10: 5, 1987.
    AGUGLIA E, SAPIENZA S, SCANDURRA C. Correlazioni
    psicometriche tra performance attentiva ed aggressività in
    giocatori di calcio e pallamano. Medicina dello Sport 39:
    461, 1986.
    ANOCHIN PK. Biologia e neurologia del riflesso
    condizionato. Bulzon, ROMA, 1975.
    BAGNARA S. L’ attenzione. Il mulino, BOLOGNA, 1984.
    BEGLEITER H, PORJESZ B. Evoked brain potentials as
    indicator of decision making. Science, 187: 754, 1975.
    BIRBAUMER N, ELBERT T, CANAVAN A,
    ROCKSTROH B. Slow Potential of the cerebral cortex
    and behaviour. Psychological Reviews, 70: 1, 1990.
    BONARETTI T. L’attenzione e le altre funzioni mentali.
    Conti, Calenzano (FI), 1983.
    CEI A , BERGERONE C, RUGGERI V. I processi
    attentivi negli sport di situazione. Movimento, 3: 30, 1987.
    COSTA A. Valutazione dello stile di attenzione e di
    autoregolazione. Movimento, 6: 30, 1990.
    RIPOLL H. Information processing and decision making in
    sport. International Journal of Sport Psychology, 22:: 3,
    1991.
    ROSSI B. Processi mentali e sport. Scuola dello Sport,
    CONI, Roma, 1991..
    SONNENSCHEIN I. Percezione e allenamento tattico.
    SDS, 17: 33, 1989.
    SYER J. E, CONNOLLY C. Guida per atleti
    all’allenamento mentale. Zanichelli, Milano, 1987.
    TAVIANI A,VOGLINO N, FONTANI G. Valutazione
    dell’attenzione concentrata in atleti di diverse discipline
    sportive tramite il Test del Barrage di Toulouse e Pieron –
    Movimento 2: 7, 1993.

  247. simplypete

    “.Allenare il fisico tenendo alto il livello di funzionalità mentale, di cui l’attenzione è il tassello principe ….”
    Direi che il punto è proprio questo più è allenato il livello di attenzione più è alto il livello prestativo, per mia figlia in particolare che sul lato attenzione è particolarmente volubile, forse per età forse per indole…
    Detto questo non è che con altri sistemi non si possano ottenere le stesse cose, ma la metodologia presuppone sempre il preparatore presente, per me è impossibile…
    Un uso interessante, potrebbe essere, quello di fare una serie di esercizi è poi subito trasformazione in campo?…

  248. Forse questa volta il Prof, memore di come alcuni suoi precedenti interventi siano stati l’occasione per imbarazzanti match di wrestling nel fango, si e’ voluto a bell’apposta mantenere distaccato e appunto ‘professorale’…be’, averne comunque di Addetti ai Lavori che frequentano il nostro blog e rispondono anche ai nostri quesiti e dubbi accettando di mettwrsi in discussione personalmente..Poi si puo’ essere d’accordo o no, ma che viol dire? non per questo ti devo trattare come un cialtrone gaglioffo e magari persino pedofilo… che su questo blog anche l’ite parvulos ad mihi venire sarebbe guardato con sospetto da alcuni… Assodato che nessuno, e mi se,bra nemmeno Buzzelli, abbia mai affermato che il SensoTraining sia indispensabile ma solo eventualmente utile o perfino necessario a certi livelli in certe situazioni, vorrei qui sottolineare ( nuovamente?) due cose: primo, che da A a B uno ci puo’ andare a piedi, in bicocletta, in corriera, in auto o in aereo….il SensoBuzz potrebbe essere il mezzo piu’ veloce e piu’ comodo per arrivarci…poi se uno ha paura dell’aereo, per arrivare arriva lo stesso…Secondo, il SensoBuzz e’ un ottimo mezzo per coloro che o perche’ condannati a vivere alle Eolie o similia o perche’ vivono in africa o perche’ girano sempre per tornei, devono comunque allenarsi e svolgere un determinato programma senza potersi o volersi avvalere del PA fisso tutti i giorni … dal PA vanno una volta a settimana, una volta al mese e si fanno dare i programmi e una controllatina all’olio e alle gomme…. Costa molto, dite? ok, quanto vi costa il vostro Preparatore? Quanto vi costa andare da lui tutto l’anno? poi ognuno fa i suoi conti in base al suo budget e decide in perfetta autonomia e nessuno critichera’ la sua scelta… ma dire che il SensoBuzz e’ inutile a priori mi sembra folle… io sto guardando dei dvd del 2005 di Pat Etcheberry, e chi non sa chi e’…studi!!!,e ci sono tre-quattro esercizi che ricordano il SensoBuzz, solo con il coach che da i segnali a voce per esempio, vai qui vai la’…, o a gesti… allo stesso modo altri esercizi di Etcheberry io li conoscevo dal 91 avendo letto il libro del Dr Chu sul Power Tennis…e cosi’ via… quel che voglio dire e’ che nessuno inventa nulla di nuovo, si perfeziona quello che gia’ esiste rendendolo magari piu’ usufruibile..L’assurdo secondo me e’ che una come la figlia di max sarebbe fra quelle che ne trarrebbero il maggior beneficio visto che viene descritta come srria, entusiasta e disposta al sacrificio, senza paura di lavorare e soffrire…e non vi sarebbe nemmeno bisogno di tradire catizzone ma solo di farsi da lui integrare gli esercizi con la Variante SensoBuzz… e’ in fondo un peccato che vi sia ristrettezza di vedute…certo, se mad max dicesse: molto interessante, pero’ i soldi non li ho e comunque stiamo andando avanti cosi’, be’, nessuno direbbe piu’ nulla… invece sembra sempre che tutto sia ridotto a Guerra di Religione, con allusioni, risolini sprezzanti, commenti ambigui… E poi, comunque, sempre l’ambizione di porsi come colui che ci deve erudire … d’ora innanzi lo chiameremo Mose’Max, il Profeta …

  249. nicoxia

    Stefano per aver fatto una domanda scontata e superata la risposta non mi è sembrata superficiale.
    Bogar sono i primi dettami che ti fanno anche al corso di istruttore di primo grado,prima si fidelizza l’allievo lo si fa appassionare poi piano piano gli si mostra la strada dura da affrontare altrimenti di tennisti ne crei pochi.
    Io capisco il tuo modo di pensare e lo posso condividere ma per comprendere bisogna calarsi nella situazione.

  250. nicoxia

    Stefano quello che dici può essere condivisibile,ma tu sai che esposto in questa maniera irriterà sicuramente Max,lo fai lo steso per poi meravigliarti della sua reazione misteri della mente umana.

  251. nicoxia

    Bogar,non è la stessa cosa ma per gli allievi che non fanno inizialmente preparazione atletica specifica,la si fa fare in campo invece di stare in fila mentre si fa tecnica.

  252. Sarebbe interessante avere l’opinione sul SensoBuzz di coaches come Giacomo Palena o zluigi Bertino che hanno sempre allenato facendo uso di questi drills sull’attenzione …

  253. nicoxia

    Faccio un esempio prima che si creda che ci sono file da sat.
    Mentre il primo allievo fa i venti colpi di tecnica il secondo fa un esercizio di preparazione,così il terzo con i giusti tempi e il giusto esercizio.

  254. nicox, a me fa piu’ specie che voi vi mettiate tutti gattoni gattoni di fronte al Profeta e vi lasciate se non proprio insultare ,prendere comunque a pesci in faccia anche se trovate condivisible quello che dico io…questo si che e’ un mistero della mente umana… 

    comunque, no problem, ritorniamo nell’ombra …a spiare come un lupo il gregge di pecore tenuto insieme dal cagnone che sembra cattivo ma in fondo…lo fa per il vostro bene! Sono io il Lupaccio Cattivo che si rode di bile, in pratica quello sfigato di Lupo Alberto mentre il vostro caneadrone e’ anche lui quello della striscia di Silver e anche lui,guarda caso, si chiama Mose’…A parte gli scherzi, nel mio ufficio ho un poster proprio di Lupo Alberto su un surf che discende un’onda e con la scritta IL LAVORO MI PERSEGUITA …..
    …. MA IO SONO PIU’ VELOCE!!!!!

  255. monet

    scusate la mia domanda molto stupida,ma siccome quando leggo sulla preparazione salto immediatamente,dal momneto che poche volte sono riuscito a seguire quello che forse intelligentemente archi ci e vi spiegava: ma senso buz è quel macchinario che ha delle luci diverse di colore e si accende e si spegne a pochi secondi uno dall altra’ perchè se lo è il mio boy credo abbia battuto il record negativo di punti (da o a 100?) ,un amcchinario che allena l’attenzione? cosi dicono gli addetti.ne ho parlato in casa,la risposta …….
    prima devo verificare se è quello che sto scrivendo…..

  256. bogar67

    Nicoxia nel mio circolo i bambini piccoli fanno un’attività fisica relativa alla loro età con giochini vari che a vedere i risultati atletici di mia figlia sono fin qui serviti. Tieni presente che pur essendo un circolo piccolo nello staff ci sono 2 Lauerati ISEF e due in Scienze Motorie.
    Da ottobre a giugno preparazione fisica è a parte, solitamente nel gruppo di mia figlia composto da 2002 a 2004 si fa ora prima mentre a settembre e luglio viene inglobata nei 90 minuti di seduta.
    La mia preccupazione è che per adesso mia figlia segue i dettami dell’istruttore ma più in la dipenderà anche dal gruppo con cui si allenerà, bastano un paio che non vogliono faticare e che trascinano gli altri è la frittata è fatta.

  257. monet

    perchè se è quel macchinario li,mio figlio qualche mese fa lo ha testato anzi provato x una settimana ragffgiungendo risultati….disastrosi 🙂

  258. potrebbe non essere lo stesso…cioe’ non va a punti, a meno che non fai il sigma test … questo e’ un macchinario con luci colorate e segnali acustici e con una serie di bicchierini di plastica colorati da mettere per terra a seconda dell’esercizio, a ogni bicchierino corrisponde un colore o un suono, e poi tu debi correre in tutte le direzioni in base agli stimoli…a volte utilizzi anvhe un ostacolo… ma scusa, vai su Colpo di zgrazia, cerca Senso Buzz Addenda e guardati il video o vai direttamente sul sito del Buzz, tre wpuntosalvatorebuzzellipuntocom o it, adesso non ricordo, e li’ guardati i video cosi’ capisci se e’ la stessa cosa… poi come si e’ sempre detto, dipende dall’Allievo, uah uah uah facvina faccina faccina:):):):)scherzooooo!!!

  259. sisben

    @monet
    mi scusi ma non riesco a ben interpretare….risultati disastrosi nel senso che il macchinario è inutile? o disastrosi in altro significato?
    grazie

  260. ci sono tanti esercizi da fare e come detto, bisogna aver la voglia e un PA che ti dica cosa allenare in base all’obiettivo.. ma tu quando dici che ha ottenuto risultati disastrosi, parli di test o del fatto cje non ha poi vinto il torneo?

  261. monet

    sia ben chiaro che nn sparlo di cose che conosco relativamente ,ma so che nei test effettuati il risultato è stato modestissimo ,vuoi per l’inattenzione cronica che fabio ha vuoi forse perchè lo ha usato davvero poco.so che alla fine le indicazioni erano relative a dei punteggi e che le ragazzine cinesi che lo adoperano fanno 80 90 mentre fabio non passava i 15…… sempre che si parli della stessa cosa

  262. francesco ( brasil )

    ha…. ecco perche quando uno scrive qualcosa, nessuno vuole capire o riesce a capire : eppure sembra completamente chiara la spiegazione di monet….. risultati disastrosi in termini di punti assegnati dal macchinario .

  263. un turbillon di cazzate infinite

    Si disputano oggi al Circolo Tennis Fanano le semifinali del Monte Cimone Open , torneo nazionale femminile che vede la partecipazione di giocatrici che vanno dalla 4ª alla 2ª categoria. Alla prima edizione il torneo, dedicato alla memorial di Fabio Vitale, ha già ottenuto un eccezionale successo di pubblico e di partecipazione: sono scese in campo giocatrici come Elena Pavolucci , 2 categoria di Rimini ed anche giovanissime di grande futuro. Un cenno particolare ad Alessia D’Auria, classe 98, già sotto contratto IMG, che ha mostrato un tennis esplosivo fatto di continue accelerazioni: bergamasca, ma di madre russa, la D’Auria ha perso dalla più esperta Guerzoni allieva della Bologna Tennis Academy. Buona la prova di Marta Bellucco unica modenese in gara.

    Risultati : (quarti) Torelli batte Guerzoni 60 62; Bellucco batte Strano per rinuncia.

    Programma: oggi (semifinali) ore 15 Bellucco-Pavolucci, a seguire Torelli-Dall’Osso.

    Domani la finalissima con la presenza di Sky alle 16 con ingresso gratuito.

  264. un turbillon di cazzate infinite

    Sotto contratto IMG?

    Industrie
    Meccaniche
    Gavazzi

    Max ti hanno dato la meglietta con su il tornio?

    ma se era cosi esplosiva e ricca di accellerazioni com’e’ che ha preso un’asfaltata da una che poi a sua volta ha perso 60 62 dalla Torelli?

    ma questi sono i risultati da contrapporre alla PIA di Ivano?

    non so piu’ a che santo rivolgermi!!

  265. Alessandro Nizegorodcew

    @un turbillon di cazzate infinite
    O ti firmi sempre con lo stesso nome o cancello tutti i tuoi commenti. Ho ripetuto questa regole 1000 volte…

  266. monet

    certo che aspettare che una ragazzina di 13 anni perda per prendere per il culo il padre ,sia una delle pochezze più infime che si possano vedere,e sempre sotto l’anonimato! ma dico ,se hai i coglioni di dire queste cose perchè non scrivi nome e cognome,solo cosi potari riscontrare segnali affermativi da molti!!

  267. the horse with no name

    Alessandro, mi firmo con il primo sentimento che mi scatenano le vaccate lette. mi vuoi cancellare? problema tuo…

    monet,

    ad Alessia auguro un futuro super, spero lontano dalle gestioni del padre. non spero nelle sue sconfitte, ma ambisco a quella pace ed equilibrio che spesso il signor MadMax tralascia nel suo esprimersi.

    e di coglioni ne ho fin troppi….

  268. bogar67

    Scusa the orse, non capisso la pace e l’equilibrio sul blog, non può essere per quello che hai letto qui, nel senso che Mad Max esagera e andrebbe a volte anche moderato (vedi insulti a Ivano), però se uno non vuole leggere quello che scrive basta cambiare canale o sorvolare sui suoi post.
    Mi sembra invece a naso che la tua sia una questione di concorrenza, non si spiegherebbe altrimenti tanto astio da postare sconfitte a fare paragoni della figlia.!!!

  269. bogar, secondo me tu l’Arbitro ce l’hai proprio nel sangue…mi sembra di vederti in giacchetta nera, davanti al computer, a tirar fuori il cartellino giallo a destra e a sinistra ( e a fare un po’ di moralismo spicciolo e buonista ma assolutamente imparziale, almeno dal tuo punto di vista… poi ci sono le sviste arbitrali, dovute alla mancanza di allenamento ( incapacita’ aerobica di leggere i miei articoli o post troppo lunghi e quindi di cogliere tutte le azioni di gioco, pardon di blog…

    IMG….che atroce ironia o beffa del destino….!
    Be’, e adesso come la mettiamo? sara’ costretta ad allenarsi alla tanto famigerata e deprecata sia da max che da della vida Img Academy ( che per chi non lo sapesse e’ la Bollettieri…o va alla Evert?) E allora tutti i discorsi di prima? che curiosi scherzi tira il destino… A parte questo, e’ chiaro che si conferma quello che io sto dicendo da tempo: che per ottenere delle sponsorizzazioni a volte occorre soprattutto un gioco di relazioni e combinazioni ma che certo deve essere supportato da qualcosa, talento o gioco o risultati o una combinazione dei tre..? non esistetebbe che l’img la sponsorizzasse solo per via dei rapporti con della vida…quindi c’e’ sicuramente della polpa intorno all’osso e quindi CONGRATS AD ALESSIA E SOPRATTUTTO ALMENO QUI AL PAPA’ che e’ riuscito ad ottenere quel che io non sono riuscito pur andando per anni in america… ma ora cosa fara’? molla tutto e si trasferisce la’? potrei affittarti la casa, eh eh eh… Oppure e’ una sponsorizzazione alla Quinzi con obbligo solo di 2-3 mesi all’anno? Sarei davvero curioso di seguire l’avventura e dare dei buoni consigli ma probabilmente i miei sarebbero accolti con sospetto…
    Vedete, voi non mi crederete mai, capacissimi e liberissimi di farlo, ma io vedo tutto questo come un atroce scherzo del destino e come la fiera delle occasioni sprecate, o meglio: leggo il tutto, se la notizia e’ vera, come l’ennesima opportinita’ sciupata … un’altra ‘sliding door’ mancata, in fondo….ah, se nicholas fosse stato semplicemente meno…canaglia ( cioe’ se si fosse limitato a non inimicarsi coaches ed insegnanti di meta’ accademia e scuola…ah, se fossimo rimasti tutti in buoni rapporti…ah, se ci fossimo ritrovati e supportati l’un l’altro in florida…tra l’altro come diceva agli inizi mia moglie, non c’erano ne meno i motivi di una subliminale epidermica rivalita’ o gelosia essendo i due pargoli di sesso diverso … ah, anzi e magari nicholas e alessia avrebbero anche provato simpatia , si dice cosi’?,i e per due-tre anni avrebbero vissuto una di quelle belle storie adolescenziali in cui si vivono insieme sogni e speranze…poi chiaro, si diventa adulti, e si seguono altre strade ma insomma, quel che volevo dire, e’ che in fondo io sono e resto un inguaribile romantico…e dei romantici son piene le fosse, direte voi, si, eppero’… vabbe’, si vede proprio che era destino …principi buzzurri si nasce, non si diventa…

    ma sarebbe comunque interessante comparare le note e le impressioni, anche se ripeto donne e maschi son due cose diverse anche all’Academy…ma almeno potrebbe confrontarsi con shiskhina all’interno e con black e nefedova nei tornei fuori e capire

  270. Madmax

    Sono delle merde umane puzolenti e anche molli, ma ammazza che rumore fanno quando si sbattono… 🙂

    ah ah ah

    Hai ragione a metà Bogar perchè sicuramente avrà una figlia che gioca però, concorrenza non c’è di sicuro… uah uah uah

  271. bogar67

    Si Stefano hai ragione ho l’arbitraggio nel sangue, ho iniziato a dirigere a 16 anni per cui mi sono portato il carattere dell’imparzialità in tutto e del rispetto delle regole, (sport,lavoro,politica,etc) per questo spesso non vado d’accordo al lavoro coi colleghi, ci sono quelli che fumano in ufficio, quelli che si fanno raccomandare, quelli che…..lasciamo perdere va!!
    Tornado al tennis, mi pare che contino anche le pubbliche relazioni dei genitori e mia figlia per quanto sopra mi pare che parta un pò svantaggiata.

  272. no,dico, vi immaginate la faccia di max se alessia tornasse a casa a bradenton e gli dicesse: papa’, mi sono innamorata…
    e gia’ questa e’ dura, per un padre…ma si sa, si vuole fimanere liberali, superiori, fare buon viso a cattiva sorte, fare la figura dei papa’ gggiovami, come direbbe nanni moretti…e allora con un sorriso forzatissimo max che fa:
    benissimo, che bella notizia…e chi e’ questo ragazzino? lo conosciamo?
    e lei:
    ma certo che lo conosci, e’ la Canaglia di Lagod!
    e max, calmissimo: alla, chiama l’agenzia,torniamo in italia domani…

    E mi vengono alla mente le paro
    e conclusive di uno dei piu’ bei film degli ultimi anni, The 25th hour di Spike Lee con un Edward Norton da oscar ( che avrebbe gia’ dovuto vincere per Primal Fear e soprattutto per American History X), quando Monty Brogan ( che e’ anche il blog di scanzi, si vede che gli e’ piaciuto anche a lui), il protagonista che sta per andare a scontare 7 anni di prigione per spaccio, immagina,cullato dalle parole del padre che lo sta acvompagnando, di non consegnarsi e iniziare una vita da latitante e poi dopo aver vissuto sotto falso nome riunisce i figli e gli racconta tutto e poi aggiunge mentre sfumano le immagini e ritorna alla realta’, semiadformentato e il volto tumefatto dalle botte che si e’ fatto dare dal suo miglior amico per sopravvivere le prime settimane in pfigione,…dice ai figli, ma e’ il padre che lo dice a lui, semiaddormentato:….It all came so close to never happening…This life came so close to never happening…

  273. bogar67

    Ma quante sono le 98 di un certo livello? Quest’anno pochissime 97 tra cui la figlia di Brancato (complimenti) hanno avuto la fortuna di andare in giro per l’Europa spesate Fit o di essere convoicate in nazionale, se già iniziate adesso a darvi le coltellate prossimo anno cosa succedera?

  274. Alessandro Nizegorodcew

    @Monet
    SensoBuzz o Non SensoBuzz, direi che oggi Fabietto è stato piuttosto reattivo 😉

  275. Lib

    Monet c’e’ uno che scrive bei resosoconti su Fabio.. si chiama Paolo Giuia… e incredibile a pensarsi e’ sul Braccobaldo…

  276. monet

    oggi a …..PENE ERETTO!! che partitone ha giocato il mio boy.
    lib mi prendi per il culo ? su braccobaldo l’unica cosa bella che sanno di di fabio è che la …peste!!!

  277. francesco ( brasile )

    X stefano Grazia: PER RAGGIUNGERE I LIVELLI DI ALESSIA D’AURIA CI VOLGIONO ANNI ED ANNI DI DURO SACRIFICIO ,mentre a tuo 1) figlio piaceva, che la sacca del tennis gliela portasse l’amico 2 ) ed inoltre ti sorprendi quando io ho detto che mia figlia ha provato per due sessioni di allenamento a rispondere a servizi tirati flat a 160 km ora mandandoli dall’altra parte il 30% delle volte, quando negli anni 70 c’era un ragazzino chiamato agassi che all’età di 7 anni colpiva con una RACCHEETINA DI LEGNO e non a fibra composita come mia figlia, 2500 pallineal giorno, tirate con un lanciapalle modificato e posizionato in alto che gli arrivavano alla velocità di 160 170 km orari ,e non le poche palline colpite da mia filgia solo occasionalmente.PEr sperare anche minimamente di arrivare tra i primi e non dissanguarti ( come monet )i metodi di allenamento e la disciplina da inculcare alla figlia o figlio sono ben altre

  278. monet

    e ridaie col dissanguarti…..quando tua figlia ti porterà 2.000.000$ a casa come ha fatto mio figlio da 3 anni a oggi ,allora sta parola potrai dimenticartela,ma tu,non io!!!

  279. francesco ( brasile )

    non era inteso ad offenderti , come tu hai detto tantissime volte hai speso tantissimo ( la parola dissanguato era un eufemismo per dire speso moltissimo , poiche non conoscendoti non posso ovviamente sapere se quello che tu hai speso è molto o poco in percentuale al tuo patrimonio ) e sei stato tra i fortunati , mentre molti spendono sempre tantissimo ma non vengono premiati.

  280. Madmax

    Ah ah ah ah…

    Com’è dura vivere nell’ombra e buscare sempre 62 62 quando Alessia è in giornata no!!

    ah ah ah

    No, non sono matto, chi deve capire capisce state tranquilli..

    Quindi Bogar vai tranquillo che l’altra in Nazionale non ci va di certo.. 🙂 Chissà magari un giornno in quella di ping-pong..

    Com’è brutta l’invidia..

  281. bogar67

    Però francesco ( brasile ) tu sei arrivato ieri ma da quando ci leggi?
    Il figlio di Stefano la sacca cmq da quel che ho saputo non solo la faceva potare all’amico ma anche alle ragazzine, neanche rispetto per il gentil sesso e che diamine 🙂 🙂 🙂

  282. bogar67

    Madmax post 357
    l’altra prende sempre 6/2 6/2 da tua figlia è perchè il suo maestro e i suoi genitori pensano che i risultati adesso non contano per cui piuttosto che fare un gioco speculare preferiscono un gioco che oggi la vede soccombere ma che già dal prossimo anno la vedrà vincitrice 🙂 🙂 🙂

  283. simplypete

    Oggi, ho visto con vero piacere, un italiano farsi onore contro il n.16 del mondo, in un master 1000, gran bel match di Fabio e… con Blake, ha molte chance di giocare, un mitico terzo turno con the king…complimentoni quando ci vuole ci vuole….

  284. bogar67

    Luca la Capogrosso in Germania?
    sei preoccupato che perda con Claudia Coppola? 🙂 🙂 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *