ITF: L’ottava meraviglia di Riccardo Bellotti

di - 19 Ottobre 2016
Riccardo Bellotti - Foto Panunzio

E’ ormai un dominio vero e proprio quella che sta facendo segnare da diversi mesi nel circuito Itf il nostro Riccardo Bellotti, scatenatissima freccia azzurra classe 1991 giunto all’ottavo titolo stagionale sul rosso di Bol, Croazia. Nuova settimana impeccabile per la prima testa di serie del seeding che, una volta arrivato in finale, non ha letteralmente lasciato scampo al diretto avversario Tomislav Brkic(2), regolato senza grossi patemi 63 63. Oltre all’ennesimo sigillo messo in cassa da Bellotti brilla anche la stella del coriaceo Stefano Travaglia(1), tornato a colpire a Santa Margherita di Pula ($10.000, terra) a spese del tedesco Altmaier, ko 64 26 61 (semifinale per Matteo Berrettini). Risultati dei nostri portacolori a parte nel settore cadetto segnaliamo il poker stagionale con annesso best ranking al numero 281 Atp per l’australiano Christopher O’Connell, autore di una rimonta pazzesca nella finale di Cairns contro il connazionale Blake Mott (06 62 64), bis egiziano invece per il suadricano Llyod Harris, che vince ancora a Sharm El Sheikh ($10.000, cemento) dove si distinguono anche Antonio Massara e Giorgio Ricca out in semi.

Tutta tunisina invece la doppietta siglata dal francese Benjamin Bonzi, 20 anni, protagonista su rosso di Hammamet, mentre in Turchia il torneo di Antalya ($10.000, cemento) finisce a sorpresa nella mani dello slovacco classe ’97 Alex Molcan, al primo titolo in carriera (doppio a Diep/Vilardo).

Meno fortunata, almeno per quanto riguarda i nostri rappresentanti, la spedizione azzurra nel circuito Itf, che ha visto comunque diversi risultati interessanti tra gli appuntamenti chiave in tabellone, Partendo dai 25.000 dollari di montepremi tornaimo in Australia, a Cairns, per celebrare il ritorno al successo dopo due anni di digiuno dell’esperta padrona di casa Olivia Rogowska, che fa il paio con il nuovo colpo messo a segno dalla ritrovata 25enne Arantxa Rus, di nuovo costante a Equeudreville, cemento. Con un secco 63 64 la croata Tereza Mrdeza raccoglie lo scalpo della prima favorita Cindy Burger nella finale del torneo sardo di Santa Margherita di Pula (doppio a Rosatello/Von Deichmann), nuovo acuto per la 26enne russa Ksenia Lykina sui campi in carpet di Makinohara. E il binomio delle classi 1990-1991 non fallisce nemmeno a Lagos, in Nigeria, dove si conferma questo trend con il trionfo della 26enne di Maribor Tadeja Majeric, al nono trofeo complessivo, mentre il $10.000 sul rosso di Hammamet regala il sorriso alla cilena Fernanda Brito (ko la Temin 63 75) e una bella semifinale per la nostra Miriana Tona. In conclusione spazio alla rivelazione della settimana con l”‘esplosione” della promessa slovena classe 2000 Kaja Juvan, 16 anni ancora da compiere, senza ranking, ma capace di mettere tutte al tappeto a Bol (10.000 dollari, terra) partendo addirittura dalle qualificazioni. Per lei finale in volata contro la croata Tena Kukas, asfaltata 63 61.

TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: RICCARDO BELLOTTI

MIGLIOR AZZURRO: RICCARDO BELLOTTI

TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: KAJA JUVAN (SLO)

MIGLIOR AZZURRA: CAMILLA ROSATELLO

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *