ITF: vincono Forti e Ramazzotti a Casale Monferrato. La Bilardo raggiunge i quarti a Barletta

di - 17 Maggio 2019
Francesco Forti (foto Panunzio)

Diverse presenze azzurre, anche nella giornata odierna, sono stati impegnati a livello ITF. Ben 13 gli azzurri impegnati al secondo turno del 15.000 di Casale Monferrato e cinque erano i derby oggi in programma. Uno di questi cinque derby ha visto la netta vittoria di Samuele Ramazzotti che, dopo aver passato le qualificazioni e dopo aver sconfitto nettamente, al primo turno, la seconda testa di serie del torneo Edoardo Eremin, raggiunge i quarti di finale. Il classe ’99 marchigiano nel secondo atto del torneo ha sconfitto Alessandro Ceppellini col medesimo score con cui nella giornata di ieri aveva battuto Eremin, ossia 6-3 6-0. Un ottimo torneo per il ventenne azzurro che ora sfiderà un altro giovane azzurro, ossia Federico Iannaccone che è in tabellone grazie ad una WC e che, a sua volta, ha oggi sconfitto un altro azzurro in tabellone grazie ad una WC, ossia Filippo Moroni con lo score di 6-3 6-1. Altro derby molto interessante, che ha visto in campo due giocatori molto giovani, è stato quello fra Emiliano Maggioli e la testa di serie numero 3 del torneo Francesco Forti. A trionfare è stato il diciannovenne di Cesenatico che ha sconfitto il classe 2001 marchigiano con lo score di 4-6 7-6(5) 6-4. Un successo davvero importante per Forti che ora in quarti si troverà di fronte la settima testa di serie del torneo, ossia il tedesco Pascal Meis, che ha sconfitto, in rimonta (5-7 6-3 6-2), Mirko Cutuli. Gli altri due derby di giornata sono stati vinti dalla testa di serie numero 4 del torneo Giovanni Fonio e dalla WC Mattia Frinzi. Il classe ’98 novarese ha sconfitto col punteggio di 6-3 7-6(4) il qualificato Luca Tomasetto ed ai quarti affronterà lo svizzero Riccardo Maiga, vittorioso sul qualificato azzurro Riccardo Battaglino con lo score di 7-6(7) 6-1. Frinzi ha invece eliminato con lo score di 7-6(2) 6-1 il veneto Giorgio Ricca ed ai quarti affronterà testa di serie numero 1 del torneo, ossia il russo Alen Avidzba, che ha sconfitto col punteggio di 6-1 7-5 l’ultimo azzurro impegnato nella giornata odierna, ossia Andrea Guerrieri.

Diverse presenze azzurre anche nel 15.000 femminile di Barletta. Doppio turno vincente per le due qualificate Beatrice Lombardo e Federica Arcidiacono, che ora si sfideranno ai quarti di finale. La Lombardo ha infatti prima ribaltato il match di primo turno che ieri vedeva avanti la sua avversaria, la testa di serie numero 3 Joanna Garland, di un set (6-4), vincendo al tie break (9 punti a 7) il secondo parziale e dominando il terzo set (6-0). Poi al secondo turno ha sconfitto, sempre in rimonta (4-6 6-2 6-4) un’altra azzurra, ossia Anastasia Piangerelli. Anche la Arcidiacono ha ribaltato la situazione difficile in cui si era ritrovata ieri, quando era sotto 6-2 con la moldava Anastasia Vdovenco, settima testa di serie del torneo, vincendo il secondo parziale con lo score di 6-1 e il terzo con lo score di 6-3. A differenza, però, della sua prossima avversaria la tennista azzurra, classe ’93, ha sofferto molto meno nel secondo impegno di giornata, in cui ha sconfitto con lo score di 6-4 6-3 la svizzera Svenja Ochsner, che, sempre nella giornata odierna, ha sconfitto al primo turno Maria Masini. Non è riuscita a raggiungere il secondo turno anche la qualificata Lisa Vallone, sconfitta 2-6 6-4 6-3 dalla giapponese Natsumi Kawaguchi. I due derby di giornata sono stati, invece, vinti da Angelica Raggi e Federica Bilardo. La Raggi, testa di serie numero 8 del tabellone, ha infatti sconfitto con lo score di 6-2 2-6 6-4 la qualificata Jessica Bertoldo ed approda così ai quarti di finale dove si troverà di fronte la seconda testa di serie del torneo, ossia la rumena Oana Georgeta Simion. La Bilardo, prima testa di serie del torneo, ha invece sconfitto 7-6(4) 6-1 la WC Maria Vittoria Viviani ed ai quarti sfiderà la statunitense Alexa Noel, che ha sconfitto con un netto 6-1 6-2 Giorgia Pinto.

Nove gli azzurri impegnati negli altri tornei in giro per il mondo. Nell’ITF di Tabarka Luca Giacomini approda ai quarti e lo dopo aver battuto, nel derby, il qualificato Mauro De Maio con lo score di 7-5 6-3. Una buona vittoria per il classe ’97 veneto che ora sfiderà la testa di serie numero 8 del torneo, il francese Clement Tabur. Niente da fare, invece, per Alessandro Ingarao che non riesce a ripetere quanto di buono fatto la scorsa settimana. Il tennista siciliano, in tabellone grazie ad una WC, è stato infatti sconfitto con un netto 6-2 6-1 dal tedesco Constantin Schmitz, sesta testa di serie del torneo. Sconfitta netta rimediata anche da Erik Crepaldi al secondo turno dell’ITF di Heraklion. Il ventinovenne di Vercelli è stato infatti eliminato con un doppio 6-1 dal britannico Lloyd Glasspool, testa di serie numero 1 del torneo. Non riesce ad approdare ai quarti nemmeno Nicolo Turchetti nel 25.000 di Doboj. Il classe ’96 lombardo, costretto al doppio turno, ha infatti battuto al primo turno il lettone Martins Pozdus col punteggio di 6-4 6-3 ma è stato sconfitto nel secondo atto del torneo dall’argentino Manuel Pena Lopez, seconda testa di serie del torneo, col medesimo score, ossia 6-4 6-3. Poco da fare anche per Lorenzo Bocchi, impegnato nell’ITF di Kalmar. Il ventunenne azzurro è stato infatti sconfitto con un perentorio 6-3 6-2 dal rumeno George Botezan. Oltre a Giacomini, l’unico azzurro a raggiungere i quarti in un torneo “estero” è Marco Brugnerotto, impegnato nel 15.000 di Cancun. Il ventitrenne varesino ha infatti sconfitto al secondo turno il LL australiano Macsen Sisam col punteggio di 6-3 6-2. Ora sfiderà la settima testa di serie del torneo, ossia il britannico Ryan Peniston.

In campo femminile, invece, prosegue l’ottima stagione di Giulia Gatto-Monticone che approda ai quarti nel 60.000 di Saint-Gaudens. La trentunenne torinese, testa di serie numero 7 del torneo francese, ha infatti sconfitto, in rimonta (4-6 6-2 6-4) la qualificata russa Valentina Ivakhnenko. Ora si troverà di fronte la rumena Ana Bogdan, seconda testa di serie del torneo e numero 131 del ranking WTA. Rimedia, invece, una sconfitta piuttosto netta, al secondo turno del 25.000 di Obidos, Gaia Sanesi. La ventisettenne toscana è stata infatti sconfitta 6-2 6-3 dalla ceca Anastasia Zarycka, testa di serie numero 1 del tabellone.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *