Punto ITF: Finali per Pieri e Travaglia nella settimana della Andreescu

di - 16 Agosto 2016

Stefano Travaglia

Di Giacomo Bertolini

Non solo rush finale del torneo Olimpico nella settimana 08-15 agosto, che ha visto un circuito Itf strapieno di appuntamenti con annesse sorprese decisamente interessanti. Partendo dalle fila femminili precedenza assoluta al boom della canadese Bianca Vanessa Andreescu, che da classe 2000 (!) si regala il primo acuto in singolo e doppio nel 25.000 dollari di Gatineau (cemento), regolando in un epilogo a sorpresa la statunitense Halbauer per 62 75 (bene la Ferrando eliminata in semi). Rimanendo sui tornei di 25.000 dollari di montepremi largo al ritorno della britannica Laura Robson, che in quel di Landisville umilia 60 60 l’americana Elbaba prima di bissare il successo anche nel torneo di doppio, molto bene anche la cinese Xinyun Han padrona di casa sul duro di Naiman e la slovena Dalila Jakupovic, regina sul rosso Hechingen dove brilla anche la semifinale della nostra Camilla Rosatello. Il foltissimo (e promettente) team rumeno fa spazio al primo sigillo in carriera per la classe 1998 Diana Ioana Pietroiu, superiore alla russa Isaeva nella finale del $10.000 di Sharm El Sheikh, solo sfiorato invece il primo colpo per il nostro talento Tatiana Pieri (17 anni), che nel torneo azzurro di Aprilia ($10.000, terra rossa) disputa una settimana di alto livello prima di cedere il passo alla russa Maria Marfutina per 64 60 (doppio a Marchetti/Moratelli).

E titolo solamente sfiorato anche per un altro azzurro del circuito Future, l’esperto Stefano Travaglia, che sul cemento serbo di Novi Sad ($10.000) si fa beffare in finale dall’australiano Christopher O’Connell, che firma così il tris stagionale al termine di una finale terminata in due set per 76 64. Dominio tedesco, invece, tra i campi del Future italiano di Cornaiano ($25.000, terra) con Jeremy Jahn che batte nel derby di finale Hanfmann dopo aver fermato la corsa in semi dell’ottimo Adelchi Virgili, mentre nel 25.000 dollari rumeno di Iasi il ritiro in finale dell’argentino Casanova regala la gioia casalinga al padrone di casa Dragos Dima, arrivato a quota 5 nel conto dei titoli vinti nel 2016. Sui campi in cemento del 25.000 dollari di Champaign si rivede la stella di Christian Harrison, tris stagionale per il classe ’97 spagnolo Jaume Munar a Eupen, splendida affermazione anche per il ceco Marek Jaloviec nel 10.000 dollari di Sharm, dove Riccardo Bonadio arriva fino in semi e Pancaldi/Valvassori sbancano nel doppio. In conclusione c’è ancora margine per l’ultima gioia azzurra della settimana, con il giovanissimo Julian Ocleppo vincitore in doppio con Cunha Silva tra le mura marocchine di Tanger (terra rossa, Marocco), dove il francese Maxime Hamou non perdona in singolare (ko nel derby Muller 63 46 62).

TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: DRAGOS DIMA (ROU)

MIGLIOR AZZURRO: ADELCHI VIRGILI

TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: BIANCA VANESSA ANDREESCU (CAN)

MIGLIOR AZZURRA: TATIANA PIERI

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *