IX Torneo Internazionale All Round, seconda giornata: buona la prima per Alessandro Prudente e Valerio Catini

di - 8 Aprile 2018

Cala il sipario sulla seconda giornata del IX Torneo Internazionale di Roma, consueto appuntamento primaverile dell’ITF Seniors Circuit. All’interno della meravigliosa cornice del circolo sportivo All Round, i giocatori hanno dato vita a partite mozzafiato all’insegna del tennis vintage. Sotto gli occhi di soci e appassionati, il programma si è concluso regolarmente con un totale di 20 incontri disputati.

ARTI MARZIALI E TENNIS – Una vera e propria habitué del circuito ITF Senior Tour. Gastone Cifani ha esordito col botto al IX Torneo Internazionale di Roma – All Round asfaltando il tedesco Anton Klima col punteggio finale di 6-0 6-1. Una vita immersa nello sport tra tennis e arti marziali come lui stesso racconta. “All’età di 27 anni mi segnai al circolo e cominciai a giocare. Mi ritengo un perfezionista ed un grande agonista. Rimango dell’idea che ogni colpo sia una lezione per quello dopo. Queste qualità le ho acquisite anche grazie alle arti marziali, disciplina in cui ho vinto i campionati europei con la nazionale a quasi 40 anni. Lo sport ha rappresentato gran parte della mia vita”. In passato Cifani ha conquistato un titolo nella categoria over 65 e la voglia di ripetersi ancora non manca. “Oddio, i ricordi sono svaniti. Vinsi per ritiro? Pensa che mi ero dimenticato di come andò quella finale”. Adesso la testa di serie numero 2, il danese Frans Norby. “È forte ma mai dire mai”, chiosa l’irrefrenabile Gastone.

DAL CIRCUITO PRO AL SENIORS TOUR – Un tuffo nel passato per accontentare papà Vasile. Lucian Vespan è tornato a giocare e a vincere nel circuito ITF Senior a distanza di 6 anni dall’ultimo titolo. Papà e figlio iscritti entrambi nel tabellone del IX Torneo Internazionale di Roma – All Round per passione. Una sconfitta e una vittoria, rispettivamente nelle categorie over 50 e 70, ed una passione infinita che li lega. “Sono qui per volere di mio papà – confessa Lucian -. Sono nato in Romania in un paesino al confine con la Moldavia ma oramai considero l’Italia la mia seconda casa”. Ad inizio anni ’90 Lucian ha tentato di sfondare nel mondo professionistico raggiungendo anche l’800esima posizione del ranking ATP. Dopodiché per impedimenti vari ha deposto le armi e si è dedicato all’insegnamento nelle scuole tennis e agli studi universitari. “Ho girato molto in Italia per tornei Futures e satelliti ma in realtà la mia avventura pro non è mai cominciata. Ho preferito concentrarmi su altro. Ho conseguito una laurea in matematica, altra mia grande passione”. Papà Vasile è stato eliminato dalla kermesse, il figlio Lucian ha invece scherzato il proprio avversario a suon di rovesci ad una mano sontuosi. Se accompagnato dagli stimoli giusti, c’è da scommettere che avremo modo di ammirarlo sino alle fasi conclusive del torneo.

RISULTATI – Seconda giornata dedicata alle categorie maschili over 50, 55, 60, 65 e 70. Avanzano tutte le teste di serie numero uno eccezion fatta per il messicano Alfredo Riefkohl, arresosi a un tenace Stefano Gasparotto. Ottimo debutto per Alessandro Prudente, abile a lasciare per strada un solo game al proprio avversario, Valerio Catini e Quentin Maisey. Il neozelandese, che vanta un best ranking al numero 7 delle classifiche ITF Senior raggiunto due anni fa, ha superato lo scoglio Gianluigi Armatura all’esordio. Sorprendente e schiacciante uscita di scena dal torneo per Angelo Trampetti, numero 4 del seeding fra gli over 55, mentre a dir poco altalenante è risultato essere il match tra Riccardo Martucci e Vasile Vespan con il primo a prevalere 6-1 al terzo set. Anche oggi il programma ha presentato un parco giocatori assai variegato con 9 partecipanti provenienti da ogni angolo del mondo: dal caldo Messico ai freddi fiordi norvegesi.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *