Al via domani il 59° Trofeo Bonfiglio

di - 18 maggio 2018
Elisabetta Cocciaretto - foto GAME

Un occhio all’entry list, per prefigurare i protagonisti di quest’anno, e un occhio alle previsioni del tempo. Sì, perché sabato 19 maggio scatta la 59a edizione del Trofeo Bonfiglio e lo fa con i due tabelloni di qualificazione. In due giorni, tra sabato e domenica, si giocheranno la bellezza di 112 partite, con 128 ragazzi al via a caccia di un posto nei due main draw (maschile e femminile). Sono 12 i campi sui quali spalmare il programma, ma se il maltempo dovesse metterci lo zampino, al Bonacossa hanno già pronte le contromisure: “In caso di pioggia i match verrebbero spostati indoor e suddivisi in 4 strutture diverse – spiega il direttore tecnico del torneo Roberto Recalcati -. Un campo indoor a disposizione in questo periodo dell’anno ce l’abbiamo ‘in casa’, e poi a darci una mano ci sarebbero, già allertati, Sporting Milano 2 (Segrate), Sporting Milano 3 (Basiglio) e Ct Giussano (MB). Ma noi confidiamo – aggiunge Recalcati – nella clemenza del tempo, anche perché ‘spostare’ i match obbliga a un enorme sforzo organizzativo: oltre ai giocatori, vanno accompagnati con mezzi del torneo anche allenatori, accompagnatori, arbitri, scatoloni di palle gara…”. Discorso che vale anche per tutto il resto della settimana, in special modo per i primi giorni di tabellone principale – lunedì, martedì e mercoledì – quando il programma sarà densissimo di primi turni, tra singolare maschile, femminile e doppi.

E a proposito di tabelloni principali, le entry list confermano la presenza di almeno 35 top player Under 18. A Milano ci saranno 4 giocatrici comprese tra le Top Ten, 10 tra le Top 20. Numeri che migliorano ulteriormente in campo maschile: attesi 7 Top Ten al mondo, 15 dei primi 20. C’è la cinese Xinyu Wang, che già raggiunge le fasi finali dei tornei delle Pro (come a Quanzhou, 60 mila dollari di montepremi), c’è la colombiana Maria Camila Osorio Serrano, n.6 al mondo juniores che si allena con un ex Top 50 Atp come Alejandro Falla (vincitore del Bonfiglio nel 2001), suo connazionale. E poi, tra le prime 8 teste di serie, c’è anche la 17enne marchigiana Elisabetta Cocciaretto, che ha raggiunto la semifinale agli Australian Open Junior 2018 (con tanto di match point non sfruttato per andare in finale) e che ha già esordito in Fed Cup nella vittoria azzurra contro la Spagna nello scorso febbraio. Nel maschile riflettori puntati sul n.2 mondiale, l’argentino Sebastian Baez, ma anche sul finalista degli Australian Open Chun Hsin (Taiwan, n.3 al mondo). Così come sul n.1 al mondo Under 16, il ceco Dalibor Svrcina. Classe 2002, proprio come Lorenzo Musetti, unico azzurro ammesso direttamente nel tabellone principale e subito dietro a Svrcina nel ranking internazionale Under 16 (n.2). Il toscano di Carrara, che quest’anno ha vinto i tornei under 18 di Firenze e Salsomaggiore, si allena alla Mouratoglou Tennis Academy di Nizza. Gli altri italiani saranno in gara con una wild card. Nel main draw spiccano quelle assegnate alle due “Federiche”, la campana Sacco e la valtellinese Rossi, e alla bergamasca Lisa Pigato (classe 2003), oltre a quelle maschili per Luca Nardi, marchigiano di soli 14 anni, e Jannik Sinner, 16enne altoatesino allievo di Riccardo Piatti a Bordighera e questa settimana quartofinalista nel Futures da 15 mila dollari di Casale Monferrato. Il 5° Slam junior dell’anno è pronto a partire.

I PRIMI NELLE ENTRY LIST, CHI GIOCA IL 59° TROFEO BONFIGLIO

I primi 20 del tabellone maschile

Sebastian Baez (ARG, 2), Chun Hsin Tseng (TPE, 3), Timofei Skatov (KAZ, 5), Nicolas Mejia (COL, 7), Dalibor Svrcina (CZE, 8), Tristan Boyer (USA, 9), Juan Manuel Cerundolo (ARG, 10), Uisung Park (KOR, 12), Drew Baird (USA, 13), Clement Tabur (FRA, 14), Naoki Tajima (JPN, 15), Carlos Lopez Montagud (ESP, 16), Facundo Diaz Acosta (ARG, 18), Andrew Fenty (USA, 19), Deney Wassermann (NED, 20), Tao Mu (CHN, 21), Nick Hardt (DOM, 22), Adrian Andreev (BUL, 24), Ray Ho (TPE, 25), Yanki Erel (TUR, 26).

Italiani ammessi di diritto: Lorenzo Musetti (ITA, 31).

Le prime 20 nel tabellone femminile:

Xinyu Wang (CHN, 4), Maria Camila Osorio Serrano (COL, 6), Alexa Noel (USA, 6), Naho Sato (JPN, 9), Clara Tauson (DEN, 11), Maria Lourdes Carle (ARG, 14), Elisabetta Cocciaretto (ITA, 15), Qinwen Zheng (CHN, 16), Lulu Sun (SUI, 17), Yuki Naito (JPN, 18), Daniela Vismane (LAT, 19), Nika Radisic (SLO, 23), Joanna Garland (TPE, 24), Sofya Lansere (RUS, 26), Viktoriya Kanapatskaya (BLR, 28), Violet Apisah (PNG, 29), Margaryta Bilokin (UKR, 30), Dalayna Hewitt (USA, 31), Caty Mcnally (USA, 32), Kamilla Rakhimova (RUS, 33).

Italiane ammesse di diritto: Elisabetta Cocciaretto (ITA, 15).

TUTTE LE WILD CARD ASSEGNATE FIN QUI

MaschileMain draw: Federico Lucini (TCM), Leonard Bierbaum (TCM), Jannik Sinner (TCM), Luca Nardi (TCM-FIT), Filippo Moroni (FIT), Davide Tortora (FIT), Giulio Zeppieri (FIT), Giacomo Dambrosi (FIT); Qualificazioni: Marco Salvaderi (TCM), Lorenzo Borrello (TCM), Giovanni Peruffo (FIT), Manuel Massimino (FIT), Francesco Maestrelli (FIT), Federico Marchetti (FIT).

FemminileMain draw: Lisa Pigato (TCM), Beatrice Stagno (TCM), Katerina Tsygourova (TCM), Federica Rossi (FIT), Federica Sacco (FIT), Martina Biagianti (FIT), Isabella Tcherkes Zade (FIT); Qualificazioni: Aurora Zantedeschi (FIT).

METRO LILLA, TRAM E TANGENZIALE: COME ANDARE A VEDERE IL TORNEO AL BONACOSSA

Con i mezzi pubblici – tram 1, 14, 19 e 33 (fermata Piazza Firenze) oppure autobus 43, 48, 57, 69, 78, 90, 91, 163. In metropolitana, con la linea M5 (la lilla), fermate Portello o Domodossola (10 minuti a piedi).

In auto – dalla rete delle tangenziali milanesi prendere l’uscita Certosa, seguire per il centro e imboccare la circonvallazione su Viale Monte Ceneri (cavalcavia della Ghisolfa). Il club è in via Arimondi, 15.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *