Nation Cup, l’Italia porta due squadre in semifinale

di - 13 luglio 2017
Giulia Dal Pozzo (foto Maffeis)

Il risultato tanto atteso è arrivato: ci saranno entrambe le formazioni italiane nelle semifinali della quindicesima edizione della Nation Cup – Lampo Trophy, il torneo internazionale under 12 per nazioni di Tennis Europe, in scena sui campi dell’Olimpica Tennis di Rezzato. Una notizia diventata realtà quando in provincia di Brescia stava per calare la sera, al termine del doppio di Italia-Slovenia. Era una sorta di spareggio ed è stato in bilico fino al duello decisivo, vinto con il punteggio di 6-2 6-1 da Federico Vita e Filippo Romano, contro il duo sloveno Golob-Kriznik. Un risultato che ha permesso ai ragazzi capitanati da Luca Sbrascini di raddrizzare alla grande una giornata che si era aperta col piede sbagliato, e tanta amarezza per un singolare inaugurale letteralmente sfuggito di mano a Mattia Ricci. Il dodicenne riminese ha comandato la prima parte del confronto con lo sloveno Jaka Golub, volando sul 6-4 5-2, ma dopo aver mancato un match-point sul 6-4 5-4 e 40-30 si è gradualmente spento, lasciando campo e strada al rivale, bravo a vincere tre game di fila per pareggiare il computo dei set. E poi anche a dominare il terzo parziale, fino al 4-6 7-5 6-2 che ha regalato ai suoi l’1-0. Fortunatamente, il milanese Federico Vita non ha fatto scherzi contro Matic Kriznik, vincendo per 6-0 7-5 un confronto che nel secondo set ha rischiato di complicarsi, e il doppio ha sorriso all’Italia, aprendo anche ai ragazzi le porte delle semifinali. Per i nostri ci sarà il Messico, mentre l’altro duello di venerdì vedrà di fronte Serbia e Belgio.

Giovedì poco felice invece per le ragazze azzurre del team “A”, che però si erano già garantite il passaggio del turno vincendo per 3-0 entrambe le sfide delle prime due giornate. Il duello con la Slovenia serviva esclusivamente a decretare la prima classificata del girone: posto conquistato dalle avversarie, a segno per 2-1 grazie al doppio vinto con un duplice 6-3 da Lanisek e Milic Ela contro Dal Pozzo/Trevisan. L’Italia era andata in vantaggio grazie a Giulia Dal Pozzo, ma la sconfitta di Yalma Perez Wilson ha dato il la alla rimonta avversaria, completata col doppio. Vuol dire che nelle semifinali di venerdì l’avversaria delle azzurrine capitanate da Antonio Rubino sarà la Serbia, che battendo per 2-1 l’Ungheria in una sorta di spareggio ha agguantato il primo posto del Gruppo B. L’altra semifinale, dunque, vedrà invece di fronte Slovenia e Ungheria. A rendere ancora più felice il bilancio tricolore ci hanno pensato le ragazze della formazione “B”: pur già tagliate fuori dalla corsa alle semifinali, Maffeis e Puggioni ci tenevano a conquistare almeno un successo prima di lasciare Rezzato, e l’hanno fatto battendo per 2-1 il Belgio, in una sfida decisa già nei singolari. Venerdì le semifinali, tutte a partire dalle 14, in contemporanea su quattro campi. Sabato le finali, sempre con ingresso gratuito.

TORNEO FEMMINILE

SLOVENIA B. ITALIA “A” 2-1

(Dal Pozzo b. Milic Ela 6-1 3-6 6-2, Lanisek b. Perez Wilson 6-4 6-3, Lanisek/Milic Ela b. Dal Pozzo/Trevisan 6-3 6-3).

ISRAELE B. SUDAFRICA 3-0

(Sandou b. Ramduth 6-3 6-0, Harari b. Botha 6-3 1-6 6-4, Major/Sandou b. Botha/Ramduth 6-0 6-0).

SERBIA B. UNGHERIA 2-1

(Dinnyes b. Stojanovski 6-0 6-2, Petkovic b. Udvardy 6-3 6-0, Petkovic/Stojanovski b. Dinnyes/Udvardy 7-5 4-6 10/8).

ITALIA “B” B. BELGIO 2-1

(Puggioni b. Bozok 6-0 6-2, Maffeis b. Dorval 6-4 7-5, Bozok/Dorval b. Maffeis/Puggioni 6-1 6-2).

TORNEO MASCHILE

ITALIA B. SLOVENIA 2-1

(Golob b. Ricci 4-6 7-5 6-2, Vita b. Kriznik 6-0 7-5, Romano/Vita b. Golob/Kriznik 6-2 6-1).

SERBIA B. UNGHERIA 2-1

(Ludoski b. Marki 6-2 6-0, Rajdenovic b. Koszegi 6-0 6-0, Marki/Koszegi b. Ludoski/Rajdenovic 6-0 6-0).

MESSICO B. SUDAFRICA 2-1

(Lemaitre b. Van Der Merwe 6-1 6-2, Pacheco b. Coetzee 6-1 6-0, Coetzee/Van Der Merwe b. Lemaitre/Pacheco 6-0 6-0).

BELGIO B. ISRAELE 3-0

(Langenaken b. Shimanov 7-6 6-4, Leruth b. Bazilievsky 6-4 6-3, Langenaken/Leruth b. Shimanov/Bazilievsky 6-0 6-0).

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *