Nations Challenge, Italia e Polonia promosse

di - 30 luglio 2017
La formazione italiana qualificata per la fase finale del Nations Challenge (foto Maffeis)

Si era capito fin dalla prima giornata che strappare a Italia e Polonia la qualificazione per la fase finale del Tennis Europe Nations Challenge by Head sarebbe stata un’impresa molto complicata. Una sensazione che è andata crescendo col passare del tempo, e ha trovato conferma in una giornata conclusiva che ha visto sorridere proprio la formazione azzurra e quella polacca, fra una decina di giorni di nuovo in gara a caccia del titolo europeo sui campi di Ajaccio, in Corsica. Mentre le polacche hanno chiuso i conti già nei singolari contro la Gran Bretagna, le azzurrine di capitan Vincenzo Izzo sono dovute ricorrere al doppio per la prima volta nella competizione, per ribaltare definitivamente l’iniziale 1-0 per la Slovenia. L’aveva firmato Ela Nala Milic, a segno per 6-4 6-1 su Benedetta Sensi, ma la paura di fallire il grande obiettivo in palio all’Olimpica Tennis di Rezzato è passata in fretta. La fiorentina Anna Paradisi ha confermato la sua imbattibilità nel torneo rifilando un doppio 6-1 ad Ana Lanisek, e dopo mezz’ora di pausa è tornata in campo in coppia con Federica Urgesi, nuovamente impiegata per il doppio e nuovamente a segno. La marchigiana ha spalleggiato la coetanea nel successo decisivo contro Lanisek/Milic, in un match piuttosto veloce. Le azzurre hanno imposto presto la loro superiorità, e sono bastati appena 70 minuti per chiudere con il punteggio di 6-3 6-4, risultato che è valso la qualificazione.

“È andata benissimo – ha detto il capitano azzurro Vincenzo Izzo –, quindi grandi complimenti alle ragazze. Sia per lo splendido spirito di squadra che hanno mostrato, sia per il livello di gioco che si è visto in campo. È stata determinante la loro ottima adattabilità a disputare singolare e doppio, che ci ha dato la possibilità di approdare alla fase finale. Ci andremo con discrete aspettative: sappiamo che il livello sarà più alto e troveremo formazioni molto competitive, ma fra queste ci siamo anche noi”. Fra le sette nazionali che le azzurre ritroveranno ad Ajaccio (10-13 agosto) ci sarà anche la Polonia, che ha avuto più difficoltà del previsto contro la Gran Bretagna, ma ha comunque chiuso i conti dopo i singolari. Decisiva la rimonta di Malwina Rowinska, a segno su Eva Shaw per 1-6 7-5 6-4 malgrado l’1-4 del set decisivo, prima che Daria Gorska consegnasse al suo team la qualificazione battendo per 6-3 6-4 Jaquelyn Ogunwale, premiata comunque dal comitato organizzatore come miglior giocatrice del torneo. Nella giornata conclusiva successo anche per la Croazia, che battendo l’Austria per 2-1 ha conquistato il quinto posto finale. Grande soddisfazione per gli organizzatori, che hanno riportato un evento di grande spessore in terra bresciana dopo cinque anni, e si preparano a crescere ancora in vista delle prossime due edizioni, già garantite all’Olimpica Tennis dai vertici di Tennis Europe.

I RISULTATI

SPAREGGI PER LA QUALIFICAZIONE

Italia b. Slovenia 2-1

Ela Nala Milic (SLO) b. Benedetta Sensi (ITA) 6-4 6-1, Anna Paradisi (ITA) b. Ana Lanisek (SLO) 6-1 6-1, Paradisi/Urgesi (ITA) b. Lanisek/Milic (SLO) 6-3 6-4.

Polonia b. Gran Bretagna 2-1

Malwina Rowinska (POL) b. Eva Shaw (GBR) 1-6 7-5 6-4, Daria Gorska (POL) b. Jaquelyn Ogunwale (GBR) 6-3 6-4, Ogunwale/Roach (GBR) b. Gorska/Pieczynska (POL) 6-4 6-3.

FINALE PER IL 5° E 6° POSTO

Croazia b. Austria 2-1

Petra Marcinko (CRO) b. Sophia Massimiani (AUT) 6-2 7-6, Tamara Kostic (AUT) b. Tena Rajki (CRO) 7-6 7-6, Rajki/Tarocco (CRO) b. Kostic/Massimiani (AUT) 6-3 3-2 ritiro.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *