Campionati italiani under 16, titoli a Zeppieri e Sacco

di - 13 settembre 2017
Giulio Zeppieri (foto GAME)

Tutto da copione ai campionati italiani under 16. La Società Canottieri Mincio di Mantova ospita il torneo maschile, dominato in lungo e in largo da Giulio Zeppieri, testa di serie numero 1 e grande favorito. Il mancino di Latina inizia la discesa verso il titolo concedendo un game a partita a Organista e Tabacco, prima di imbattersi nel primo ostacolo significativo della settimana, Nicola Cigna, numero 17 del seeding. Il set d’apertura molto equilibrato viaggia inesorabilmente verso il tie-break, nel quale la freddezza di Zeppieri vale il 7/3 in suo favore. Più netto il secondo parziale, chiuso 6 giochi a 3. A questo punto l’allievo di coach Melaranci (ri)sale in cattedra e spodesta in due comodi set Brzezinski, atleta dalle chiare origini dell’est, per poi ripetersi su Sinner. In finale il triestino Giacomo Dambrosi mette a repentaglio l’imbattibilità di Zeppieri dando vita ad una battaglia degna del prestigio del titolo in palio, ma alla fine la legge del più forte si impone senza appello. 7-5 periodico e trofeo nelle mani di Zeppieri, che firma l’en plein aggiudicandosi anche il doppio assieme a Sinner.

QUARTI DI FINALE
Zeppieri b. Brzezinski 6-3 6-1
Sinner b. Vianello 6-3 6-0
Rottoli b. Furlanetto 7-5 6-4
Dambrosi b. Maggioli 6-4 6-1

SEMIFINALI
Zeppieri b. Sinner 6-3 6-3
Dambrosi b. Rottoli 6-4 6-4

FINALE
Zeppieri b. Dambrosi 7-5 7-5

FINALE DOPPIO
Sinner/Zeppieri b. Furlanetto/Vianello 4-6 6-4 10/3

Ancora più “liscio” il percorso di Federica Sacco, autrice di un torneo straordinario al TC Petrarca di Napoli. In ordine, Bellini, Maffei, Camerano e Dessolis vengono eliminate con punteggi emblematici da quella che si segnala sin dalle prime battute come la più in forma tra le favorite del tabellone. Prova il colpo in semifinale la testa di serie numero 12 Chiara Girelli, ma la vittoria del primo set è niente più che un’illusione: 3-6 6-2 6-0 lo score in favore di Sacco. All’ultimo atto la napoletana allieva di Lino Sorrentino affronta Alice Amendola, numero 2 del seeding che però, semifinale a parte, disperde parecchie energie nei turni precedenti, arrivando con molti più game giocati sulle gambe. Così, scappato rapidamente il primo set, Amendola entra in partita nel secondo, ma l’esito non si ribalta. È 6-2 7-5 in singolare, bissato dal clamoroso 6-0 6-0 della finale di doppio nella quale Sacco e Mariani sconfiggono proprio Amendola e Tagliente.

QUARTI DI FINALE
Sacco b. Dessolis 6-2 6-1
Girelli b. Rocchetti 6-2 3-6 6-4
Mariani b. Tiglea 7-6 4-6 6-3
Amendola b. Santamaria 6-3 6-2

SEMIFINALI
Sacco b. Girelli 3-6 6-2 6-0
Amendola b. Mariani 6-0 6-0

FINALE
Sacco b. Amendola 6-2 7-5

FINALE DOPPIO
Mariani/Sacco b. Amendola/Tagliente 6-0 6-0

 

© riproduzione riservata

Un commento

  1. cataflic

    Ho visto parte dei quarti del maschile. Una partita Rottoli-Furlanetto fatta a ciapanò, con Marco che ha fatto vagonate di doppi falli ed errori nei momenti strategici e Rottoli col braccio quasi paralizzato…ha vinto perchè accompagnato dagli errori di Furlanetto si è destato per tre punti riacciuffando il suo potenziale.
    Dambrosi-Maggioli in cui ero interessato a vedere Maggioli…mi è sembrato una riedizione di Quinzi ma molto inferiore; Dambrosi è già un gigante e chiaramente ha un altro peso di palla, anche se onestamente mi aspetterei ben di più da tanta fisicità e il rovescio è molto debole.
    Sinner-Vianello dominata da Sinner(ho visto solo 1o set) che ha un’altra fluidità e velocità, direi proprio di un’altro livello.
    Zeppieri-Brzezinski(solo 1o set) dove Zeppieri ha fatto pesare una maggiore robustezza nel palleggio e una già matura solidità generale a questi livelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *