Challenger Parma 2019: bene Quinzi, Pellegrino e Brancaccio

di - 19 Giugno 2019
Gianluigi Quinzi - Foto Marta Magni
Gianluigi Quinzi - Foto Marta Magni

Forti, giovani, italiani. I talenti azzurri si prendono la scena agli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup, il secondo ATP Challenger del 2019 targato MEF Tennis Events. Sotto gli occhi di Filippo Volandri, Giancarlo Petrazzuolo ed altri ex giocatori e tecnici federali, sui campi in terra rossa del Tennis Club President sono i padroni di casa a fare la voce grossa nella prima fase del torneo.

Quinzi: “Ho tanta voglia di far bene” – In uno spettacolare mercoledì di incontri torna a vincere e convincere Gianluigi Quinzi, giustiziere in due set di Marco Bortolotti: “Sono soddisfatto del gioco che ho espresso. Dopo un periodo negativo mi sono allenato un paio di settimane, ho lavorato sodo e mi sono presentato qui carico con tanta voglia di far bene. Mi dà fiducia iniziare il torneo con una vittoria così, sono contento”. Giornata positiva anche per Andrea Pellegrino, che dopo oltre 2 ore e mezza di gioco supera l’ostico brasiliano Guilherme Clezar: “È stata una partita durissima dal primo all’ultimo punto. Ho affrontato un giocatore con caratteristiche simili alle mie, spingevamo entrambi da fondo campo e gli scambi erano molto lunghi. Sono contento di aver rimontato lo svantaggio di 5-7 3-5 e di averla portata a casa”. Sorride pure Raul Brancaccio, autore dell’eliminazione dell’esperto spagnolo Daniel Gimeno-Traver: “Abbiamo disputato un match molto dispendioso, nei punti c’era tanta intensità e non è stato facile dal punto di vista fisico. Sapevo di affrontare un grande giocatore, uno che è stato tra i primi 50 del mondo con un diritto devastante: sono felice di essere riuscito a vincere”.

Zeppieri: “La mia vittoria più importante” – Strepitosa la performance di Giulio Zeppieri, che all’indomani dell’inatteso successo contro la testa di serie numero 2 Paolo Lorenzi ha espresso tutta la propria soddisfazione: “È sicuramente la vittoria più importante della mia carriera, sin qui. Non avevo mai battuto un giocatore così forte e con una classifica tanto alta (Lorenzi è numero 96 del mondo, ndr). Sono davvero contento, ma anche concentrato sulla prossima sfida, quella contro il bosniaco Nerman Fatic”.

Il presidente Botti: “Ringrazio MEF Tennis Events” – Avanti anche Federico Gaio, il canadese Filip Peliwo, il tedesco Julian Lenz, l’uruguaiano Martin Cuevas e l’australiano Maverick Banes, il presidente del Tennis Club President Romano Botti si è detto più che soddisfatto dell’andamento della manifestazione: “Siamo estremamente soddisfatti. Ringrazio MEF Tennis Events, Marcello, Elena, Federica Marchesini e tutto il loro staff per ciò che fanno quotidianamente: è un piacere lavorare con loro. I giocatori eliminati ci hanno promesso di tornare l’anno prossimo per quanto si sono trovati bene, inoltre mi fa piacere che questo torneo stia lanciando grandi talenti del tennis italiano che speriamo di vedere sui palcoscenici più importanti del mondo tra qualche anno”.

 

I RISULTATI DI MERCOLEDÌ 19 GIUGNO

Secondo turno

Raul Brancaccio d. Daniel Gimeno-Traver 7-6 6-3

Filip Peliwo d. Gianluca Di Nicola 6-3 6-3

Julian Lenz d. Alessandro Giannessi 6-1 6-4

Federico Gaio d. Alessandro Bega 6-4 6-7 6-4

Gianluigi Quinzi d. Marco Bortolotti 6-1 6-3

Andrea Pellegrino d. Guilherme Clezar 5-7 7-6 6-4

Martin Cuevas d. Andrea Arnaboldi 6-7 7-6 6-4

Maverick Banes d. Andrea Basso 6-1 7-6

 

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *