Federer scrive a Tiafoe, il racconto di Isabella Tcherkes Zade

di - 13 Dicembre 2015

Frances Tiafoe (Foto Ray Giubilo)
(Frances Tiafoe – Foto Ray Giubilo)

di Paolo Angella

In questi giorni è in svolgimento in Florida il prestigioso torneo Junior dell’Orange Bowl, di cui abbiamo parlato alcuni in questo articolo. Oggi non vogliamo commentare i risultati sportivi ma vi raccontiamo in esclusiva un aneddoto vissuto in prima persona dall’italiana Isabella Tcherkes Zade e di cui stanno parlando da ieri i media di tutto il mondo.

Il fatto è questo: il giovane talento statunitense Frances Tiafoe sarebbe stato contattato personalmente da Roger Federer via SMS per essere invitato a entrare a far parte del suo managment. Roger Federer ha infatti fondato orami tre anni fa un’agenzia che cura gli interessi di diversi tennisti, di nome Team8. L’agenzia, di proprietà dello stesso Federer è diretta dal manager personale di Roger, Tony Godstick. Diversi tennisti hanno aderito, i nomi più noti sono Juan Martin Del Potro e Grigor Dimitrov, oltre a diversi giovani promettenti come l’altro statunitense Tommy Paul.

La notizia dell’invito rivolto a Tiafoe di entrare a far parte della “scuderia” di Federer è stata data per prima da un sito argentino Fuebuona, travate qua l’articolo, che cita la tennista inglese Katie Swan che avrebbe letto il messaggio. La notizia non è stata né confermata né smentita dal clan di Federer e sono in molti a chiedersi se sia autentico o meno il messaggio postato dal media argentino.

Noi siamo in grado, in esclusiva, di fornirvi l’esatta ricostruzione di quanto avvenuto due giorni fa in Florida, grazie alla quindicenne tennista italiana Isabella Tcherkes Zade che era presente quando è avvenuto il fatto.

Isabella Tcherkes ZadeIsabella Tcherkes Zade (foto a sinistra), parmense, papà russo e madre slovacca, mancina, rovescio bimane, lunga chioma bionda, potenza esplosiva nei colpi, ha contribuito in modo fondamentale alla vittoria dello scudetto nel campionato italiano a squadre under 14 nel 2014. Un titolo di singolare e uno di doppio nel circuito Tennis Europe in bacheca, è l’unica italiana presente a questa edizione dell’Orange Bowl, tra tutte le categorie. Si è comportata molto bene, giocando nell’under 16: ha superato due turni, vincendo, contro pronostico, con la testa di serie numero 12 del torneo, la statunitense Rodrigues Benito e poi vincendo anche al secondo turno con l’altra americana Robinson. Ha ceduto agli ottavi di finale con Lea Ma.

Torniamo a quanto avvenuto a Frances Tiafoe, ce lo racconta proprio Isabella, che contattiamo nel suo ultimo giorno di permanenza in Florida: “quasi tutti i tennisti che partecipano all’Orange Bowl sono nello stesso hotel. In questi giorni sono stati invitati anche Frances Tiafoe e Stefan Kozlov, che sono i vincitori delle ultime due edizioni, per partecipare a diversi eventi collaterali. Ovviamente la sera e nei tempi morti tra le partite e gli allenamenti, si cerca di fare amicizia, ci si scambia idee, come avviene sempre in queste situazioni”.

Quando arriviamo a chiederle del momento in cui Frances avrebbe ricevuto il messaggio è assolutamente precisa e sicura nel racconto e non lascia spazio a dubbi: “eravamo nella hall dell’hotel io, Dalma Galfi, Katie Swan, Charlotte Robillard- Millette, Felix Auger-Aliassime, Stefan Kozlov e Frances Tiafoe a parlare di tennis. Tiafoe riceve un messaggio sul telefonino, lo guarda distrattamente per non sembrare scortese con noi, ma subito dopo lo riprende e resta incollato sullo schermo del suo smartphone per diversi secondi come ipnotizzato. Ci ha detto – ragazzi mi ha scritto Roger Federer -. Pensavamo ad uno scherzo, allora ha mostrato il testo a Katie Swan che lo ha letto ed era appunto la richiesta di Roger Federer di entrare nel suo managment. Ci siamo tutti congratulati con lui.

Secondo il sito argentino che abbiamo citato precedentemente il messaggio, tradotto in italiano, dovrebbe essere esattamente questo: “Ciao Frances, spero che il tuo lavoro e l’allenamento con Jose (Higueras) stiano andando bene; sono Roger Federer e mi chiedevo se potessimo parlare sulla tua gestione manageriale, in modo da poterti dare, se ti va, qualche consiglio. Per quel che mi riguarda, ho avuto qualche problema a inizio carriera sotto questo aspetto, e forse potrei aiutarti a prendere la giusta decisione. Spero di parlarti presto, i miei migliori auguri, Roger”.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *