Lemon Bowl: “Quali” all’ultimo atto…

di - 30 Dicembre 2012


(Foto Andrea Ranalli/Mosquitos)

dal Lemon Bowl, Alessandro Nizegorodcew

LEMON BOWL 2013: QUALIFICAZIONI ALL’ULTIMO ATTO

IL PARERE DEL TECNICO NAZIONALE SILVANO PAPI: “LIVELLO MOLTO ALTO NELLE CATEGORIE UNDER 10 E UNDER 12”  

Quarta e penultima giornata di qualificazioni al Lemon Bowl Babolat 2013. Moltissime le sfide che hanno colpito dal punto di vista tecnico e agonistico, incollando alle tribunette il folto pubblico presente. Al termine della giornata di domani e dei 128 incontri previsti si conosceranno i nomi dei 64 qualificati (8 per ciascun tabellone) delle categorie under 10, 12, 14 e 16. Per quanto concerne l’under 12 maschile, l’under 14 maschile e l’under 16 maschile e femminile verrà disputato un doppio turno.

Piccoli tennisti sugli scudi. Il tecnico nazionale Silvano Papi, presente al New Penta 2000, è parso entusiasta di quanto visto sui campi del Lemon Bowl. “Il livello, soprattutto nelle categorie più basse come under 10 e under 12, è molto alto già nelle qualificazioni.” – ha spiegato Papi – “Il Lemon Bowl ha un’atmosfera sempre bellissima ed è linfa vitale per il tennis. Il fatto che in un periodo di crisi come questo gli iscritti siano così tanti (1827; ndr) è un segnale importantissimo per lo sport in generale, in particolar modo giovanile. Inoltre noto che i ragazzi arrivano da tutta Italia e questa è un’altra ottima notizia.”

La crescita del tennis umbro. Tanti i giovanissimi che sono giunti dalla regione Umbria per partecipare al Lemon Bowl 2013. Il tecnico nazionale Andrea Paiella ci ha spiegato il perché: “E’ sempre bello venire al Lemon Bowl” – ha raccontato – “e anche quest’anno siamo arrivati con un buon numero di ragazzi. Il tennis in Umbria sta avendo un importante boom e sono molti i giovanissimi under di ottimo livello.” Il primo nome che viene in mente è quello di Matilde Paoletti, vincitrice del Lemon Bowl negli ultimi tre anni (nel 2010 e 2011 nella categoria under 8 e nel 2012 nella categoria under 10). “Matilde è migliorata molto ed è anche cresciuta fisicamente” – ha spiegato ancora Paiella – “Ha grande tenacia e determinazione oltre ad un’ottima tecnica. E’ ben allenata e la famiglia supporta la ragazza in maniera adeguata. Bisognerà vedere come si rapporterà ai primi periodi di difficoltà, dato che ha vinto quasi tutti i tornei a cui partecipato nella sua giovane carriera, ma sono fiducioso.

Domani il sorteggio del Main Draw. Domani pomeriggio verranno pubblicati tutti i tabelloni principali con alcuni dei migliori giovani di interesse nazionale e internazionale che saranno presenti sui campi di New Penta 2000, Polisportiva Palocco, Eschilo 2, Sporting Club Infernetto ed Eschilo 1.

Radio Manà Manà Media Partner. L’edizione 2013 del Lemon Bowl Babolat sarà seguita giornalmente in diretta dalle emittenti capitoline Radio Manà Manà Sport (90.9 in Fm a Roma) e Radio Manà Manà All News 24 (89.10 in Fm a Roma). Il servizio fotografico è invece gestito dall’equipe di Andrea Ranalli, dislocata in tutti i circoli della manifestazione. Il sito per acquistare le foto è: www.sportsshots.it

© riproduzione riservata

Un commento

  1. Alessandro Nizegorodcew
    Autore

    Un po’ di impressioni sui ragazzi visti all’opera oggi..

    Continua ad impressionarmi per come sta in campo e per il modo in cui riesce a far volgere sempre la partita dalla sua parte il piccolo Nicolò Tresoldi (giunto all’ultimo di quali), classe 2004 da Gubbio.

    Mi è piaciuto molto Riccardo Trione dell’Angiulli. Under 12 che sa fare veramente tutto e che fa viaggiare il diritto che è un piacere. Ha giocato e vinto un match maratona 46 76 64 contro un altro ragazzo mooooolto interessate: parlo di Marco Matteoli del Villa Pamphili (presente infatti Max Giusti), una sorta di John Isner all’italiana… con un bellissimo diritto e ottima mano (nel video di giornata c’è una sua smorzata in piroetta niente male…)

    Ho visto poco ma ho gradito Andrea Cugini, sempre under 12, nuovo allievo di Silvano Papi… che ha battuto 64 61 uno spento Matteo Ledda (vedi Bogar, a questa età dipende tanto da come entrano in campo i ragazzi.. Mi parlavi l’altro giorno di Gigante se non sbaglio, chissà quanta voglia e determinazione aveva messo in campo quando l’hai visto tu.. Ledda sembrava non avere voglia di lottare oggi).

    Uno dei diritti più belli è invece quello di René Hallemans, classe 2001 e allievo di Carlo Oroni a Civitavecchia (Aureliano TT).

    Domani attendo con curiosità la sfida per entrare nel main draw under 10 tra Jacopo Bilardo e Matteo Santopadre, due bei talenti 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *