Punto ITF: capolavoro della Swiatek, finali per Quinzi e Trusendi

di - 2 Novembre 2016
Gianluigi Quinzi - Foto Walter Lo Cascio

Settimana da urlo per le giovani promesse internazionali che, specialmente nel circuito femminile, hanno messo a ferro e fuoco i tornei chiave della settimana, con qualche sorpresa a dir poco sbalorditiva. Partendo proprio dal settore femminile torna a brillare nell’Itf di punta di Poitiers ($100.000, cemento) la 20enne speranza francese Oceane Dodin, brava a regolare in finale in due soli set l’americana Davis; splendida affermazione anche per la stellina russa Sofia Zhuk (classe 1999), capace di conquistare il torneo più importante della sua carriera nel 50.000 dollari su cemento di Tampico. Rimanendo nei tornei di fascia alta, si segnala l’ormai prossima entrata in top 100 per la giapponese Risa Ozaki vincitrice sul cemento australiano di Bendigo ($50.000); settimana da incorniciare anche per la serba Nina Stojanovic, al primo $50.000 vinto in carriera sui campi in cemento di Liuzhou (Jang ko 63 64). E se di giovani scommesse si parla a farla da padrona è stata anche la 17enne mancina americana Kayla Day, regina del 50.000 dollari di Macon a spese della connazionale Rose Collins (asfaltata 61 63), anche se a conquistarsi la fascia di miglior tennista della settimana ci pensa indubbiamente la rivelazione del mese Iga Swiatek, qualificata polacca addirittura classe 2001 in grado di sbancare al primo colpo l’Itf di Stoccolma ($10.000, cemento).

Archiviati i molteplici colpacci di fine ottobre nel circuito femminile, spazio adesso agli appuntamenti Future con il poker stagionale messo a segno dal russo Roman Safiullin a Sharm El Sheikh, che consente al 19enne di Podolsk City di arrivare così a quota 10 nel conto dei trofei complessivi. Oltre al nuovo colpo firmato Safiullin, prosegue la sua costante razzia di punti nel circuito cadetto anche il suo connazionale Ivan Gakhov (classe ’96), al terzo centro del 2016 sulla terra di Vall D’uxo (titolo anche in doppio), mentre l’Estonia si “regala” il talento Kenneth Raisma (classe 1998), vincitore a sorpresa nella sua Tartu ($10.000, carpet). Capitolo azzurri: due le finali a fronte di nessun titolo. Il tedesco Marvn Netuschil blocca 76 64 Walter Trusendi nell’epilogo del torneo di Santa Margherita di Pula (doppio a Ciurletti/Summaria), mentre Gianluigi Quinzi da favorito cede all’austriaco Lucas Miedler la coppa del 10.000 dollari di Oslo (punteggio: 62 64). In conclusione, alla “Formosa Cup” di Khaosiung (Cina Taipei), fa buona guardia il padrone di casa Cheng Yu-Yu (classe ’95), che sul cemento del 10.000 dollari asiatico si concede il primo squillo della carriera, dopo aver avuto la meglio in volata sul belga Merckx per 61 26 63.

TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: IGA SWIATEK (POL)
MIGLIOR AZZURRA: n.a.
TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: ROMAN SAFIULLIN
MIGLIOR AZZURRO: GIANLUIGI QUINZI

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *