A1, Crema ko col Parioli: addio semifinali

di - 12 novembre 2017
Adrian Ungur (foto GAME)

Il bello, o il brutto, del Campionato di Serie A1, è che con soli sei incontri da giocare nel girone basta poco per cambiare le carte in tavola e modificare le ambizioni. Per esempio, se il Tennis Club Crema fosse riuscito nell’impresa (non così lontana) di battere in casa il Tennis Club Parioli, avrebbe agguantato i laziali al comando della classifica del Girone 4, restando in corsa per bissare la semifinale dell’edizione 2016. Invece, malgrado una buonissima prestazione di tutto il gruppo, sui campi in terra battuta di via del Fante l’hanno spuntata per 4-2 i capitolini, garantendosi il primo posto del girone con una giornata d’anticipo e complicando la corsa dei cremaschi, ora appaiati al secondo posto col Tennis Club Prato. E pensare che per il club del presidente Stefano Agostino la giornata si era aperta nel migliore dei modi, visto che a differenza del duello d’andata (si giocarono esattamente gli stessi quattro match di singolare), Alessandro Coppini è riuscito a superare in rimonta Francesco Bessire, consegnando ai suoi l’1-1 dopo la sconfitta di Filippo Mora contro Gian Marco Moroni. Il problema è che successivamente anche gli ospiti sono riusciti a ribaltare uno dei risultati di tre settimane fa, grazie alla vittoria per 6-3 7-5 del serbo Zekic contro Andrey Golubev, e riportarsi in vantaggio. Il solito encomiabile Adrian Ungur – unico dei cremaschi ancora imbattuto in singolare – ha pareggiato i conti battendo in due set Matteo Fago, e rimandando ai doppi il compito di districare la situazione.

Doppi che però, per i padroni di casa, si sono rivelati amarissimi. Il capitano Armando Zanotti ha deciso di mandare in campo due coppie più omogenee possibile, per provare a conquistare entrambi gli incontri: un rischio che è andato vicino a rivelarsi azzeccato, ma alla fine non ha pagato, con due duelli favorevoli agli ospiti al long tie-break decisivo. Mora/Ungur si sono arresi per 6-3 2-6 10/7 a Fago/Zekic, malgrado un vantaggio di 6-3 nel set decisivo, mentre Coppini/Golubev hanno ceduto per 6-3 2-6 12/10 a Bessire/Moroni, rimontando da 4-8 e cancellando ben tre match-point, ma non riuscendo comunque a ribaltare il duello. Come accennato, ora Crema si contenderà il secondo posto finale – che significa salvezza diretta evitando di passare dai play-off – col Tc Prato, avversario nella sesta e ultima giornata, domenica 19 novembre in Toscana. Entrambe hanno sette punti in classifica, ma i lombardi partono col vantaggio di poter chiudere davanti anche in caso di pareggio, visto che vantano un bilancio di vittorie-sconfitte superiore a quello dei toscani (17-13 contro 15-15). Tuttavia, c’è un precedente da ribaltare, dato che la sfida d’andata in Lombardia aveva dato ragione agli ospiti. Significa che non sarà per nulla semplice. Ma il Tc Crema è ben attrezzato per provarci.

RISULTATI

Tennis Club Crema – Tennis Club Parioli 2-4

Moroni (P) b. Mora (C) 6-4 6-3, Coppini (C) b. Bessire (P) 5-7 6-1 6-3, Zekic (P) b. Golubev (C) 6-3 7-5, Ungur (C) b. Fago (P) 6-1 6-4, Fago/Zekic (P) b. Mora/Ungur (C) 6-3 2-6 10/7, Bessire/Moroni (P) b. Coppini/Golubev (C) 6-3 2-6 12/10.

CLASSIFICA GIRONE 4

1. Tennis Club Parioli, 13 punti (20-10)

2. Tennis Club Crema, 7 punti (17-13)

3. Tennis Club Prato, 7 punti (15-15)

4. Ata Battisti Trentino, 1 punto (6-24)

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *