Wimbledon, entry list: Federer punta all’ottavo titolo

di - 2 giugno 2017
Roger Federer

È uscita l’entry list di Wimbledon, elenco di tutti i giocatori che possono partecipare all’edizione 2017 dello slam londinese: 104 nomi e tra questi ci sarà il successore del campione in carica Andy Murray. Ma non sarà lui l’uomo da battere: gli occhi di tutti – tifosi, sportivi, giornalisti e bookmaker – sono puntati su Roger Federer, a caccia dell’ottava sinfonia londinese e al titolo slam numero 19.

La top ten dell’entry list di Wimbledon vede nell’ordine: Murray, Djokovic, Wawrinka, Nadal, Federer, Raonic, Thiem, Cilic, Nishikori e Zverev. La posizione dei giocatori potrebbe cambiare con l’assegnazione delle teste di serie, che nel caso di Wimbledon prende in considerazione non solo la classifica aggiornata al 26 giugno, ma anche i punti conquistati nei tornei su erba nei 12 mesi precedenti la data d’inizio del torneo (3 luglio). L’algoritmo di assegnazione delle teste di serie di Wimbledon tende insomma a privilegiare gli specialisti del tennis su erba e di questo potrebbe naturalmente beneficiarne Roger Federer.

Il tennista elvetico è uno dei più grandi interpreti di sempre del tennis su erba e detiene il record di vittorie consecutive su questa superficie (dal 2003 al 2008). Nel 2016 la sua stagione su erba è stata tutto sommato positiva, visti gli infortuni subiti nella prima parte dell’anno. È riuscito a raggiungere tre semifinali consecutive: a Stoccarda (eliminato da Thiem, poi vincitore del torneo), Halle (eliminato da Zverev) e Wimbledon (sconfitto in cinque set da Raonic).

Per preparare al meglio i tornei su erba e arrivare in forma ottimale per Wimbledon, lo svizzero ha saltato tutta la stagione sul rosso – rinunciando persino al Roland Garros – e prenderà parte alla Mercedes Cup (Stoccarda) e al Gerry Weber Open (Halle). È una scommessa importante la sua: da un lato arriverà a questi tornei più preparato dei suoi avversari – che sono stati impegnati nei tornei su terra rossa – ma dall’altro non avrà ancora il ritmo partita. Un aspetto da non sottovalutare, nemmeno per chi si chiama Roger Federer.

I due tornei di Stoccarda e Halle saranno importanti per accumulare punti su erba e testare la preparazione dello svizzero in vista dello slam londinese. A Stoccarda Federer dovrà rodare il suo ritmo partita, ma a Halle parte già come favorito per la conquista del suo nono torneo del Gerry Weber Open. Il vero obiettivo della stagione su erba di Roger rimane ovviamente Wimbledon. Qui, secondo i bookmaker, è tra i favoriti per la vittoria finale. Le quote di BetStars vedono tre favoriti per lo slam londinese: Andy Murray, Novak Djokovic e Roger Federer. I tre giocatori hanno quote simili e per diversi motivi possono ambire al terzo slam dell’anno.

Federer, come abbiamo visto, sta facendo una preparazione specifica in vista del torneo e spera di bissare l’impresa compiuta in Australia dove, nonostante i mesi lontani dal campo, è riuscito a vincere il suo diciottesimo slam. Come se non bastasse, ha poi fatto incetta di punti ATP portandosi a casa i trofei dei Masters 1000 di Indian Wells e Miami. Visto quanto successo nei primi tre mesi dell’anno, un attento osservatore come Boris Becker ha dichiarato di condividere la scelta dello svizzero di saltare interamente la stagione sul rosso e lo vede come probabile vincitore del torneo londinese.

Gli avversari più titolati, Murray e Djokovic, hanno avuto un andamento discontinuo nel corso dell’anno. Il serbo è forse quello che più può insidiare l’elvetico: ha dimostrato di essere ancora capace di picchi elevati di gioco e la “cura Agassi” potrebbe dare buoni risultati anche a Londra. Raonic non sembra ancora in grado di poter vincere uno slam, mentre Nadal potrebbe arrivare scarico a Wimbledon dopo aver giocato senza sosta una grande stagione su terra rossa. Wawrinka non ama particolarmente l’erba, mentre i giovani Kyrgios e Zverev si presentano come le due grandi mine vaganti del torneo. Zverev, vincendo un Masters 1000 su terra rossa – superficie che non ama particolarmente – ha dimostrato di avere la mentalità giusta per puntare in alto, mentre Kyrgios ha sempre avuto un ottimo feeling con i campi in erba londinesi.

Questo potrebbe essere l’anno giusto per un nuovo vincitore, ma anche per l’ennesimo trionfo di Roger Federer. A partire dal 3 luglio vedremo se lo svizzero darà vita all’ennesimo record, fregiandosi per primo dell’ottavo Wimbledon in carriera.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *