Ceriano e un Open… Volante: è suo il titolo

di - 18 settembre 2018
La premiazione sui campi del Robur Saronno: Matteo Volante (vincitore, terzo da sinistra) e Nicolas Carlone (finalista, alla sua sinistra)

Matteo Volante (2.4) alza il Trofeo CTC Lyreco Open, torneo da 1.000 euro di montepremi organizzato, come di consueto, dal Ct Ceriano a settembre. Il tennista tesserato per il Quanta Club si è imposto sul vincitore dell’edizione 2017, il giovane Nicolas Carlone, col punteggio di 6-2 6-3. Dopo una buona partenza, Carlone non è riuscito a trovare continuità e Volante ha chiuso in poco più di un’ora di gioco. Tra l’altro i due si erano affrontati su questi campi anche l’anno scorso, in semifinale, quando però era stato Carlone a imporsi per 7-6 7-5. Volante si è fatto un bel regalo di nozze (si è sposato poco più di una settimana fa) facendo rispettare i pronostici dal momento che era tra i primi favoriti per la vittoria finale. E d’altra parte un giocatore come lui, che oggi fa parte dello staff dell’agonistica del Quanta Club ma che una decina d’anni fa è riuscito ad entrare tra i Top 500 Atp (best ranking 442 nel settembre 2008) ha potuto sfruttare la maggior esperienza nelle partite che contano. Le sorprese, invece, sono arrivate da Antonio Calderara (2.7), giovane classe 2001 che ha impressionato raggiungendo le semifinali prima di cedere il passo al vincitore. Non solo giovani di belle speranze però, perché al Trofeo CTC 2018 Lyreco Open s’è messo in luce anche l’esperto Massimiliano Dotti che è riuscito, a 48 anni, a raggiungere la semifinale (poi persa con Carlone per 6-4 7-5). E buone, anzi ottime, notizie arrivano dai giocatori di casa, con 4 portacolori di Terza categoria capaci di conquistare l’accesso al tabellone finale: sono Daniele Beretta (3.4), Nicolò Pirrello (3.1), Lorenzo Furia (3.1) e Manuel Galli (3.1). Pirrello è riuscito anche nell’impresa di superare un altro Volante (Ivan, 2.8) nel primo match del tabellone finale prima di cedere a Massimiliano Milesi (2.7).

Complimenti a Matteo Volante perché ha vinto meritatamente il torneo – ha detto a caldo il presidente del Ct Ceriano Severino Rocco – e anche a Carlone che, dopo il successo dell’anno passato, si è confermato su alti livelli raggiungendo la finale. Devo dire che sono rimasto davvero impressionato da Antonio Calderara e, se continuerà così, sono certo che sentiremo molto presto parlare di lui perché ha dimostrato di avere davvero talento. E che dire di Dotti? Vedere un giocatore con la sua tecnica riuscire a tenere testa e battere avversari molto più giovani è un piacere per gli amanti del bel gioco”. Anche quest’anno il Trofeo CTC s’è confermato un appuntamento imperdibile per gli appassionati brianzoli che hanno risposto positivamente. “In finale le tribune erano piene – conclude il presidente Rocco – e anche per questo vorrei ringraziare il main sponsor per il supporto, i giocatori per l’impegno e tutto il pubblico per la partecipazione”. Archiviato il Trofeo CTC, adesso per Ceriano è già tempo di pensare al campionato femminile di Serie A2 che partirà tra meno di un mese.

© riproduzione riservata

Un commento

  1. samuele trovit

    Caspita Matteo Volante, ai tempi era considerato un minifenomeno, pero adesso sguazza nei tornei Open,,,,
    che tristezza, ma lavorare no? potete parlare piu di talenti e meno dei vari Volante, Pedrini, Brizzi Giorgini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *