Dall’Ambrosiano il diretto Milano-Roma: l’Open Bnl incorona Bonadio e Scala

di - 29 Aprile 2019
La premiazione del singolare maschile dell'Open BNL al Tc Ambrosiano; da sinistra, il vincitore Riccardo Bonadio e il finalista Michele Vianello (foto GAME)

Milano – Sul direttissimo Milano-Roma ci erano già saliti dopo le rispettive vittorie in semifinale. La domenica, al Tc Ambrosiano, è servita più che altro per incoronare i vincitori degli Open BNL lombardi e per suddividere le parti del montepremi (3.500 euro per il vincitore e 2.800 per la vincitrice). Alla fine i titoli in questa fase regionale delle Pre-qualificazioni agli Internazionali BNL d’Italia 2019 sono andati a Riccardo Bonadio, bravo a bissare il successo ottenuto lo scorso anno (allora si giocava al Malaspina, sempre a Milano), e a Camilla Scala. E pensare che Bonadio era partito col freno a mano tirato, sotto 3-0 contro il ravennate Michele Vianello (si allena a Palazzolo nel centro di Renato Vavassori). Alla fine però ha vinto lui, chiudendo col punteggio di 6-3 6-2 un match mai veramente in discussione. “Sono partito male, è vero, ma c’era anche un po’ di vento a disturbare”, ha detto a fine gara il vincitore. Come a disturbare, per tutto l’arco della settimana, è stato il maltempo: “Siamo dovuto andare a un ritmo di 70 partite al giorno per poter recuperare e finire nei tempi”, ha detto il direttore del torneo Andrea Villa. La pioggia caduta su Milano nei giorni scorsi ha costretto gli organizzatori a utilizzare tutti i 13 campi in terra del club di Via Feltre, quello dove in giugno si gioca anche il Torneo Avvenire, uno degli eventi Under 16 più importanti al mondo. Gli iscritti totali erano 656, distribuiti nei vari tabelloni, ‘Quarta’ (vi si accedeva soltanto tramite le varie tappe provinciali) e ‘Terza’ compresi.

Molto diverso, per intensità ed equilibrio, l’atto decisivo femminile, che contrapponeva l’esperienza di Alberta Brianti, 39 anni, n.55 Wta nel 2013 (una che in carriera ha conquistato di montepremi tra le ‘pro’ oltre un milione di dollari), e la freschezza della bergamasca Camilla Scala, 25 anni. Alla fine è stata lei a reggere meglio il sole e il vento delle due ore e un quarto abbondante di match. La Scala, n.676 del ranking mondiale, è andata avanti in fretta sul 5-2 prima di essere recuperata, risolvere la questione ‘primo parziale’ al tie-break, farsi riprendere nel computo dei set nel secondo e poi archiviare la pratica nel terzo (7-6 2-6 6-2). “Non era facile oggi – ha detto poi la vincitrice – perché c’era molto vento ed entrambe non siamo riuscite a esprimere un bel tennis. Io però sono molto contenta e spero di poter migliorare il risultato che avevo ottenuto lo scorso anno proprio al Foro Italico (nel tabellone di Pre-qualificazione era arrivata al 2° turno, ndr)”. Non solo i Seconda categoria però, a Roma dalla Lombardia per i master nazionali ci vanno anche gli appassionati agonisti, di Terza e di Quarta categoria. Per i primi, promossi Federico Pavan e Alice Pascuzzi; per gli altri, Enrico Rozzi e Serena Tibaldi in singolare, oltre a Nicolò Nespoli, Federico Roveda, Alessia Battesini e Anna Maria Bosio in doppio. Anche per loro… il sogno continua.

TUTTI I RISULTATI DELLE FINALI DELL’OPEN BNL AL TC AMBROSIANO (MILANO)

Open BNL

Finale singolare maschile: R. Bonadio b. M. Vianello 6-3 6-2

Finale singolare femminile: C. Scala b. A. Brianti 7-6 2-6 6-2

Finale doppio maschile: R. Bonadio / R. Sinicropi b. F. Marchetti / D. Della Tommasina 6-4 6-3

Finale doppio femminile: F. Prati / S. Guglielminotti b. V. Losciale / F. Arcidiacono 6-0 6-3

TERZA CATEGORIA

Finale femminile: Alice Pascuzzi b. Silvia Preda 6-3 6-2.

Finale maschile: Federico Pavan b. Oscar Campagnani 6-4 6-1.

QUARTA CATEGORIA

Finale singolare maschile: Enrico Rozzi b. Saulo Castelli 6-1 6-0

Finale singolare femminile: Serena Tibaldi b. Alice Maya Resmini 6-1 6-2

Finale doppio maschile: Nicolò Nespoli / Federico Roveda b. Gianbattista Riva / Paolo Savini 6-4 6-3

Finale doppio femminile: Alessia Battesini / Anna Maria Bosio b. Raffaella Trezzi / Patrizia Nanì 6-3 2-6 10/6.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *