Il Ct Ceriano punta forte sul vivaio

di - 21 dicembre 2017

La Stagione 2017 è ormai ai titoli di coda ed è tempo di bilanci per il Ct Ceriano Laghetto. Il sapore amaro per la retrocessione della squadra femminile dalla massima divisione in Serie A2 è mitigato dai buoni risultati di un settore giovanile che, in prospettiva, può regalare grandi soddisfazioni al club brianzolo. A tirare le somme di questa annata è il Presidente del Ct Ceriano, Severino Rocco: “È stato un 2017 dai due volti. Da un lato la retrocessione, dall’altro il salto di qualità di tutti i ragazzi e le ragazze del settore giovanile, moltissimi dei quali hanno migliorato la propria classifica. Abbiamo tanti giovani under 16 molto validi che quest’anno hanno fatto benissimo come Nicolò Pirrello e Lorenzo Furia e una squadra under 12 che ritengo tra le più competitive di tutta la regione”. Perché il progetto del Ct Ceriano è quello di valorizzare al massimo un settore giovanile interno che sarà sempre più ‘serbatoio’ per tutte le squadre agonistiche grazie alla preziosa collaborazione di tutto lo staff e in particolar modo del direttore tecnico Silverio Basilico. L’obiettivo dunque è chiaro: costruire squadre maschili e femminili competitive partendo dal vivaio senza l’assillo di dover tornare subito in A1 ma con l’idea di imbastire team che possano giocare nelle massime competizioni e restarci a lungo. E, d’altronde, i primi frutti di questa filosofia sono arrivati proprio con la promozione tre anni fa in Serie A1 di una squadra “provinciale” come Ceriano in mezzo a corazzate del calibro di Roma, Genova o Prato.

Guarda avanti anche la capitana della squadra femminile di Ceriano che nell’autunno 2018 giocherà nel campionato di Serie A2. “Il nostro progetto di valorizzazione del settore giovanile va avanti già da 3-4 anni e va visto in prospettiva. I campionati servono proprio per questo. Nella prossima stagione, oltre alla squadra femminile di A2, avremo in primavera la Serie C con ben due formazioni, una maschile e una femminile. Dopo l’esordio quest’anno in A1 – prosegue – Gloria Stuani, Eleonora Leva e Alessia Anastasio avranno la possibilità di giocare ancora e fare esperienza e, insieme a loro, ci sarà anche un’altra ragazza classe 2002 di grande interesse come Rachele Zingale”. Non solo giovanissime, però. Perché il 2018 del Ct Ceriano sembra improntato a un mix tra freschezza ed esperienza. “Vogliamo dare dei punti di riferimento alle nostre giovani promesse, per questo mi fa piacere annunciare due ritorni importanti per noi come quelli di Clelia Melena ed Elena Rutigliano e la conferma di Alice Moroni. Stiamo anche valutando un nuovo innesto per rafforzare ulteriormente la squadra”. Il 2018 sarà dunque un anno decisivo per il concretizzarsi di un progetto tecnico ambizioso e di medio-lungo termine. Dopo la “favola” delle ragazze in A1, il club di via Campaccio, cuore sportivo di un piccolo centro di 6 mila abitanti, è pronto a stupire ancora.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *