Master della Brianza: Garghentini, Requizo e Colciago i campioni 2018

di - 30 settembre 2018
I vincitori del 38° Master della Brianza: da sinistra, Iseo Colciago, Marydhel Requizo e Stefano Garghentini – foto GAME

Si è chiusa nel pomeriggio di sabato la settimana conclusiva del Master della Brianza 2018, la 38a edizione di quello che è il circuito tennistico per Terza e Quarta categoria più longevo d’Italia. A esultare in ordine cronologico sono stati Stefano Garghentini, Marydhel Requizo e Iseo Colciago, capaci di portarsi a casa titolo e relativi premi. Per quanto riguarda la competizione maschile di Quarta categoria (limitata 4.3), la coppa è rimasta tra le mura del club ospitante e motore di tutta la stagione, il Villa Reale Tennis di Monza. Il 4.4 di casa Garghentini ha superato nell’atto conclusivo l’altro favorito della vigilia, vale a dire il 4.3 del Tc Seregno (Mb) Luciano Caron. Una partita durata meno di un’ora, chiusa col punteggio di 6-1 6-0, in cui il 47enne agente di commercio di Monza non ha mostrato punti deboli. In contemporanea sono scese in campo anche le finaliste del tabellone femminile (limitato a 3.2): la vittoria è andata a Marydhel Requizo (3.3 del Tc Villasanta, Mb), seconda testa di serie, che ha battuto in rimonta la sorpresa della settimana, Alessandra Menegazzo (3.3 del Ct Ceriano, Mb). Un match dai due volti, in cui la Menegazzo si è portata in vantaggio di un set (6-3) approfittando dei tanti errori commessi dall’avversaria. Ritrovato il gioco mostrato durante la stagione nelle varie tappe, la 19enne di origini filippine ha prima pareggiato i conti per poi dominare l’ultimo parziale grazie soprattutto al diritto. 3-6 6-2 6-0 il risultato finale in favore della tennista di Cassina Rizzardi (Como), che studia da geometra.

A concludere la giornata di finali, hanno incrociato le racchette per incoronare il campione del tabellone di “Terza” maschile (limitato 3.2) Iseo Colciago e Marco Mottadelli. Il 3.2 del Tc Anzano del Parco (Co) ha irretito con un gioco fatto di continui cambi di ritmo Mottadelli (3.2 della L&M Tennis Academy). Quest’ultimo non è mai riuscito a trovare la chiave giusta per rispondere ai colpi precisi del maestro, nonchè presidente, del club comasco. Un 6-2 6-2 senza storia dunque in favore del 45enne Colciago, che in maggio si era messo in luce anche ai Campionati nazionali di Quarta categoria giocati sui campi del Foro Italico di Roma in contemporanea con gli Internazionali d’Italia. Con i risultati delle finali, il trofeo riservato ai circoli è andato al Tc Seregno, seguito sul secondo gradino del podio dal Tennis Cesano Maderno (Mb). Dopo le finali, sono seguite le premiazioni, alla presenza degli sponsor e dei partner della manifestazione. A fare da gran cerimoniere è stato Marco Gerosa, responsabile dell’organizzazione dell’intero circuito: “È stata ancora una volta un’annata splendida, segnata da grandi numeri e dall’ingresso di nuovi circoli. Il bilancio – ha sottolineato Gerosa – non può che essere super positivo, cosa che ci dà grande entusiasmo per cominciare già a lavorare sulla prossima edizione”.

I RISULTATI (tra parentesi la testa di serie)

Singolare maschile (Lim. 3.2)

Finale: Colciago (1) b. Mottadelli (3) 6-2 6-2

Singolare femminile (Lim. 3.2)

Finale: Requizo (2) b. Menegazzo (8) 3-6 6-2 6-0

Singolare maschile (Lim. 4.3)

Finale: Garghentini (1) b. Caron (2) 6-1 6-0

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *