Impressioni dal Tiro a Volo.. Burnett Protagonista Indiscussa..

di Alessandro Nizegorodcew

Nella splendida cornice dell’Antico Tiro a Volo, circolo romano situato nel quartiere Parioli, si sono disputati alcuni incontri di primo turno del torneo da 75.000$. Italiane sugli scudi, tra conferme e sorprese.

Burnett, giocatrice vera = La vittoria di Nastassja Burnett contro la più quotato tedesca Wienerova è stato certamente il match del giorno. La giovanissima azzurra ha disputato una grandissima partita, non lasciando mai l’iniziativa alla sua avversaria. Un ottimo servizio, davvero molto migliorato, e una risposta devastante, hanno tolto il ritmo alla Wienerova, che, sostanzialmente, non è mai stata in partita. Il primo set è un monologa italiano, con Nasty che in un amen è volata 4-0, per chiudere poi 61. Nel secondo set la tedesca ha provato a fare qualcosa di più, raggiundendo i vantaggi in un paio di giochi importanti; qui Nasty ha dimostrato di avere sangue freddo, risolvendo la questione con il servizio e alcuni colpi vincenti. La partita si è sostanzialmente chiusa quando la Burnett si è portata 5-2 dopo un game combattuto. La Burnett ha dimostrato di essere molto cresciuta dalla scorsa stagione, sia tennisticamente che fisicamente. Il diritto, colpo meno efficace, è migliorato sensibilmente, così come il servzio, fondamentale con il quale riesce adesso a procurarsi alcuni punti diretti. Per analizzare in maniera esaustiva la prestazione di Nastassja Burnett, abbiamo raccolto le sue dichiarazioni post partita: “Sono contentissima. Ho rinunciato al Roland Garros Junior per disputare questo torneo e la scelta si è rivelata azzeccata. Ora sono al numero 46 junior e non avevo un bisogno immediato di partecipare allo Slam parigino. Ora l’obiettivo è muovere la classifica Wta; oggi in particolare, con questi 7 punti, ho raddoppiato i ptuni che avevo acquisito fino ad oggi. Ho giocato davvero benissimo, riuscendo ad essere sempre molto aggressiva con il servizio e con la risposta. Il servizio è un colpo che ho migliorato tanto; riesco a dare più forza alla palla e, grazie a questo, riesco a prendere l’iniziativa sin dai primi scambi. Il diritto anche l’ho migliorato, lo sento più sicuro ed efficace ed impatto la palla più avanti. Sul rovescio non c’è da lavorare tanto, è il mio colpo naturale. A rete anche non sto giocando male, considerando che prima non ci andavo mai! Fisicamente c’è tanto lavoro da fare: sto facendo tanti allenamenti sugli spostamenti, in particolare verso il diritto e sui piedi, per arrivare meglio sulla palla; devo rinforzare le gambe e cercare di colpire la palla facendo un passo più avanti. Piano piano stiamo migliorando tutto.” Nonostante questo ottimo risultato raggiunto sulla terra battuta, la superficie preferita di Nasty è un’altra: “Io gioco meglio sul veloce. Sulle superfici rapide infatti, ho la possibilità di sfruttare tutte le mie caratteristiche.” In conclusione vi segnaliamo la programmazione della Burnett: Campobasso, una settimana di allenamento, torneo di preparazione a Wimbledon Junior, per giocare poi lo slam londinese.

Gabba, vittoria sul filo di lana = Bella vittoria anche quella di Giulia Gabba, che ha superato la grande decaduta Lucic. La Lucic, certamente non al meglio dal punto di vista mentale, ha avuto degli sprazzi di grande tennis e Giulia, molto concentrata, è stata bravissima nel lasciar sfogare la sua avversaria, per aggredirla nei momenti di estrema difficoltà. Dopo aver vinto il primo set 64, la Gabba è stata molto attenta nel non lasciarsi scappare la Lucic, che si era portata sul 3-1. L’incontro, dopo il 3-3, si è trascinato al tie-break, nel quale la Lucic è volata 5-3 grazie ad un’accelerazione impressionante, da top ten. La Gabba però si è prontamente portata sul 6-5 in proprio favore, non sfruttando però un match a causa di uno scellerato errore di rovescio, davvero comodo. La Lucic ha poi letteralmente regalato l’incontro grazie ad un doppio fallo e ad un errore clamoroso di diritto a campo aperto. Iniezione di fiducia essenziale per la Gabba, alla ricerca della migliore condizione pisco-fisica.

Italiane sugli scudi = Giornata trionfale per i colori azzurri, arricchita dalla vittoria di Maria Elena Camerin, che ha dovuto soffrire però non poco per raggiungere il secondo turno, dove sfiderà proprio Giulia Gabba. Ricordiamo che hanno superato il primo turno anche Tax Garbin e Corinna Dentoni

Video intervista a Nasty Burnett realizzata da Alessandro Nizegorodcew e Roberto Commentucci, con il supporrto tecnologico e psicologico di Grigo

[youtube ldgwfkwLxLY]