Ancora Nole: agli altri le briciole


di Sergio Pastena
Novak Djokovic: impossibile dire qualcosa di nuovo, ogni aggettivo è già stato usato. Rischia prevedibilmente contro Federer, ma passa e infligge l’ennesima sconfitta a Nadal. Neanche lo svizzero o il maiorchino sono andati tanto vicini al Grande Slam quanto lui in questa stagione. Voto: 10 e lode
Rafael Nadal: l’orgoglio c’è sempre, contro Djokovic non si arrende mai. L’impressione è che il serbo al momento sia una spanna abbondante sopra di lui, ma per il resto poco da dire. Voto: 9
Roger Federer: un ottimo torneo, un’occasione immensa sciupata contro Djokovic. In generale, tarando i giudizi sugli avversari sempre più forti e sull’età sempre meno verde, la sua estate non è stata certo da buttare. Voto: 8
Janko Tipsarevic: forte come mai lo era stato in passato. Se davvero, come detto più volte, vuole assaltare la Top Ten, il 2012 dovrà essere l’anno. La mano c’è, resta da vedere se riuscirà a scrollarsi da dosso la vocazione da choker che fin qui lo ha limitato. Voto: 8
Donald Young: non si poteva pretendere che battesse Murray di nuovo, ma sembra finalmente aver fatto un bel salto di qualità. Magari è tardi per dominare il mondo, ma continuando su questa strada le soddisfazioni dovrebbero arrivare. Voto: 7,5
John Isner-Andy Roddick-Mardy Fish: mentre le nuove leve maturano con immensa calma, loro reagiscono e tengono su quel che resta dell’America tennistica. Voto: 7,5
Andy Murray: siamo alle solite. Lo scozzese cos’è? Se vuole essere il Noah di turno, uno di quelli che ti vincono uno Slam e fanno un’ottima carriera, tanto di cappello. Se ambisce a qualcosa di più cominci a svegliarsi negli Slam, visto che coi tre tenori è dietro 2-9 nei majors. Il solito 7 d’ufficio: avesse almeno portato al quinto Nadal… Voto: 7
Flavio Cipolla: mai sfortuna fu più immeritata come quella che lo ha beccato in pieno contro Dolgopolov. Voto: 7
Stanislas Wawrinka: qualcuno lo avvisi che a gennaio gli scadono un botto di punti. Voto: 5,5
Jurgen Melzer: fuori contro Kunitsyn, non si può dire che si sia guadagnato la pagnotta. Voto: 5
Nicolas Almagro: yuhuuuuuu, c’è qualcuno? Voto: 5
Victor Troicki: nessuno citi Federer e Wimbledon, la realtà è che Falla quest’anno sul duro le aveva beccate anche da Giovanni Lapentti. In Colombia ringraziano. Voto: 4,5