Aus Open 2013: I sorteggi degli italiani

di Alessandro Nizegorodcew

Singolare Maschile

Flavio Cipolla – Tobias Kamke (1-3) I precedenti vedono in netto vantaggio il tennista tedesco, che ha sempre messo in difficoltà Cipolla su tutte le superfici. Il romano ha vinto il primo incontro tra i due nel 2009 sulla terra di Reggio Emilia, ma ha perso i successivi tre: 62 75 al challenger di Loughborough (cemento) nel 2011, 63 64 lo scorso anno a Stoccarda (terra), 63 62 ad Auckland (cemento) sempre nel 2012. Per caratteristiche tecniche Kamke è un giocatore che da particolarmente fastidio a Flavio, poiché è potente, piuttosto rapido e non soffre particolarmente i cambi di ritmo. Cipolla è tra l’altro ancora alle prese con un fastidioso problema al polso destro, che lo infastidisce in particolare sul rovescio in top e nei passanti. Kamke ha esordito bene a Doha, passando le qualificazioni (battuto Viola al turno decisivo) e raggiungendo gli ottavi (sconfitto solo da Ferrer). Non è un cattivo sorteggio nel complesso, ma Flavio non parte di certo favorito. (Cipolla 35%)

Paolo Lorenzi – Kevin Anderson (0-1) L’unico precedente risale allo scorso anno, quando il gigante sudafricano si è imposto 63 64 sulla terra verde del torneo Atp di Atlanta. Anderson è uno dei primissimi giocatori in classifica che non sono rientrati tra le teste di serie e sul cemento è molto difficile strappargli il servizio. Il sudafricano è ancora in gioco a Sydney e si conferma in grande forma. Lorenzi non parte battuto, soprattutto dopo l’ottimo torneo di Doha, ma il pronostico è ovviamente segnato. (Lorenzi 20%)

Fabio Fognini – Roberto Bautista Agut (2-0) Nonostante il grande momento di Bautista-Agut, che ha iniziato alla grande la stagione a Chennai, Fognini parte favorito anche in riferimento ai due precedenti. Nel 2010 Fabio si impose a Bercy 62 64, ripetendosi poi lo scorso anno nei quarti di finale a San Pietroburgo (64 76). Fabio sul cemento ha sempre avuto il problema di qualche calo di tensione di troppo, che lo portava a perdere il servizio e a dover fare miracoli per recuperarlo, ma contro lo spagnolo potrebbe anche permettersi un paio di cali, soprattutto nel 3 su 5. Occhio però perché l’iberico è in fiducia. (Fognini 65%)

Simone Bolelli – Jerzy Janowciz (0-1) L’unico precedente risale allo scorso Wimbledon, nel quale il polacco si impose 36 63 63 63. Nei pronostici pre-partita diedi il polacco (allora fuori dai 100) favorito e fui riempito di critiche. Nonostante la partenza buona di Bolelli in questo 2013 e la falsa partenza di Janowicz, il gigante Jerzy parte favorito, soprattutto analizzando la risposta di Simone, non esattamente il suo colpo forte. Simone dovrà giocare in maniera attentissima i propri turni di servizio tenendo altissima la percentuale di prime in campo. (Bolelli 40%)

Andreas Seppi – Horacio Zeballos  (0-1) Non giocano contro da tre anni, ma l’unico precedente vede in vantaggio l’argentino, vincente 76 62 nel Masters 1000 di Miami, torneo che però storicamente vede in difficoltà l’azzurro. Zeballos arriva dalla vittoria convincente nel challenger di San Paolo e da un ottimo 2012. Seppi inoltre non ama giocare contro i mancini. L’occasione però è ghiotta e Seppi a Sydney sta dimostrando di essere in grandissima forma psico-fisica. Andreas parte favorito, sperando di non soffrire la pressione per l’imminente (nel caso di un paio di vittorie a Melbourne) ingresso tra i top-20. (Seppi 70%)

Filippo Volandri – Gilles Simon (0-1) L’unico precedente risale addirittura al 2005 (8 anni fa!), con la vittoria del transalpino 63 26 64 sulla terra di Stoccarda. Il francese non sembra in forma strepitosa in questo inizio di 2013 ma nel 3 su 5 è una garanzia di resistenza fisica e mentale. Volandri non ha le carte in regola per fermarlo. Altro sorteggio poco sfortunato per Filippo, che ha un abbonamento alle testa di serie. (Volandri 5%)

 

Singolare Femminile

Sara Errani – Carla Suarez Navarro (3-2) Non ingannino i precedenti. La Errani ha vinto gli ultimi tre e le due sconfitte risalgono alla notte dei tempi. Il primo turno dovrebbe essere piuttosto agevole. La spagnola ha perso 2 partite su 2 in questo inizio di stagione e non sembra poter mettere in difficoltà Sarita. (Errani 85%)

Camila Giorgi – Stephanie Foretz-Gacon (1-2) Tre precedenti e tre grandi battaglie tra Camila e la tennista francese. L’inizio di stagione dell’azzurra non è stato incoraggiante ma sappiamo come sappia esaltarsi nei grandi appuntamenti (Wimbledon docet). Serve una conferma delle potenzialità da top-20 della Giorgi, che dopo Londra non sono (quasi) più arrivati. La francese a Sydney ha tolto un set alla Kuznetsova, ma ogni discorso è irrilevante quando scende in campo Camila, che può perdere e vincere con chiunque. Pronostico banale ma corretto. (Giorgi 50%)

Roberta Vinci – Silvia Soler-Espinosa (4-0) Saremo brevi. Quattro vittorie su quattro precedenti, nessun set perso, un solo tie-break (poi perso) raggiunto dalla spagnola. Roberta Vinci parte strafavorita. (Vinci 90%)

Francesca Schiavone – Petra Kvitova (1-3) La ceca non è di certo partita nel migliore dei modi in questo 2013, ma la Francesca Schiavone degli ultimi tempi non riserva alcuna garanzia. L’unico vantaggio sarà quello di potersi esaltare in un campo probabilmente importante e con la mente libera con nulla da perdere. Ma probabilmente perdere sarà inevitabile. (Schiavone 20%)