Fallo di Piede – Puntata 3

di Giacomo Bertolini

Il peggio e il peggio della settimana con i “Terribili quattro ” di Fallo di Piede

4°POSTO: FLOP WOZNIACKI

Figuraccia e grossissima chance mancata per la danese Caroline Wozniacki nell’importante torneo americano di Charleston, appuntamento in terra verde che vedeva l’ex numero 1 del mondo accreditata della testa di serie numero 2. Dopo aver avuto un bye all’esordio ed aver sfruttato il forfait della Petkovic al terzo turno, la Wozniacki manca clamorosamente la possibilità di volare a vele spiegate sino alla finale facendosi sorprendere in rimonta dalla mediocre svizzera Stephanie Voegele. Continua dunque l’interminabile altalena di risultati della potente danese che, dopo aver dato ottimi segnali di rirpesa con la finale raggiunta a Indian Wells, torna a tentennare nei momenti decisivi, perdendo così per strada punti preziosi per la sua risalita nel ranking e la possibilità di una finale show con Serena Williams. Peggiore top 20 della settimana.

3°POSTO: CANDID EREMIN!

Singolare pesce d’aprile in ritardo per la nostra promessa azzurra Edoardo Eremin, in vena di scherzi da far mancare il respiro anche al più imperturbabile degli appassionati. Dopo aver dichiarato di essersi infortunato e di dover stare lontano dai campi da tennis per circa quattro mesi, Edoardo ha pensato bene di ritirare la notizia, ammettendone la falsità. Ora, con tutto il bene possibile verso i nostri giovanissimi, un piccolo consiglio: cerchiamo di non sfidare la suerte tennistica, suerte che già in passato non è stata propriamente benevola verso le nostre scommesse. In buona sostanza, ok lo “scherzo da tennista”, ma evitiamo di gufarcela da soli, visto che l’intero movimento italiano ha urgente bisogno di nuova linfa dal settore giovanile, grazie!.

2°POSTO: UN BUCO..NELL’ERBA

Incredibile e tragicomico siparietto avvenuto nel confronto di Coppa Davis tra Pakistan e Nuova Zelanda, dove nel bel mezzo delle sfide dominate dai pakistani, una buca tiranna si apre nel campo in erba, destando scompiglio e polemiche in campo. Risultato: partita vinta a tavolino 4-1 dai neozelandesi su decisione del Giudice e fregatura storica per Qureshi&Co. Allora, facendo ordine: contestabilissima la scelta estrema del Giudice arbitro, come del resto risultano comprensibili le delusioni e i ricorsi dei pakistani. Ma un dubbio, atroce, mi rimane: ma chi avrà mandato in avanscoperta la Federazione Pakistana per far ricadere la scelta su uno sperduto campo in Myanmar palesemente non idoneo? Con tutta la simpatia per i poveri pakistani, un tapiro d’oro in chiave Davis non glielo toglie nessuno! Assurdo!

1°POSTO: LLODRA ARBITER ELEGANTIAE

Nuova puntata della rubrica “Bon Ton” in campo curata dal maestro di eleganza Michael Llodra, già notevolmente apprezzato dopo il “civilissimo” braccio di ferro verbale con Benoit Paire. Impegnato come titolare in Coppa Davis nel delicato match di doppio contro gli argentini, l’incontinente francese non ha trattenuto lo stimolo e, coperto solo con un asciugamano, si è messo ad urinare in campo dentro una bottiglietta, purtroppo non scambiata dal transalpino per un integratore nelle successive pause. Sinceramente mi risulta difficile comprendere come un tennista esperto e da sempre portatore sano di classe tennistica debba attirarsi tutte queste critiche, provocando (non si sa bene chi) con questi mezzucci di dubbio gusto proprio alla fine della sua carriera. Francamente incommentabile!