ITF: Si rivede la Lucic


(Mirjiana Lucic-Baroni) 

di Giacomo Bertolini

LUCIC RINASCE, DE VROOME E KONTAVEIT SUPER

Joue-Les-Tours (50.000$ Francia): Veterane alla riscossa nel torneo più importante della settimana, il 50k di Joue-Les-Tours, vinto dalla 31enne croata Mirjiana Lucic-Baroni. Primo centro del 2013 e soprattutto ritorno al successo dopo 3 anni per la numero 110 Wta, capace, da numero 3 del seeding, di avere la meglio in finale della belga An-Sophie Mestach(8), sconfitta al termine di uno scontro generazionale per 64 62. Per la tennista nata a Dortmund sesto titolo Itf della carriera, azzurre assenti sul cemento del torneo francese.

Tampico (25.000$ Messico): Ben più giovane invece il successo nel torneo messicano di Tampico, con il titolo finito nella mani della baby promessa olandese Indy De Vroome, classe 1996. Cammino esaltante per la 17enne di Cromvoirt che, senza alcuna sbavatura, ha proceduto spedita fino alla finale, ben gestita contro la serba Doroteja Eric(4) 64 63. Per l’attuale numero 307 al mondo, accreditata qui della sesta testa di serie, trattasi del secondo titolo dell’anno e della carriera. Italiane non presenti sul duro del torneo di Tampico.

Margaret River (25.000$ Australia): E giovanissimo ruggito anche nel torneo australiano di Margaret River (cemento), che come i precedenti non vedeva azzurre ai nastri di partenza. Brilla infatti la stella della scommessa estone Anette Kontaveit, dominatrice del torneo sin dal primo turno sebbene fuori dalla rosa delle prime teste di serie. Tutto facile per la 17enne di Tallinn anche in finale, ko Irina Falconi (Usa, 3) 62 64. Nono centro per la numero 268 del ranking.

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Sussulto russo invece nel 10k su cemento di Sharm che ha visto la doppietta singolo-doppio della classe ’94 Yana Sizikova, regina senza alcun patema da numero 1 del seeding. Percorso netto senza esitazioni per la numero 382 Wta, brava a far suo il suo secondo titolo della carriera contro l’ucraina Helen Ploskina (classe 1997), sconfitta con un perentorio 62 62. Tra le azzurre in Egitto convince Valeria Prosperi con la sua semifinale.

Ruse (10.000$ Bulgaria): E dal percorso netto della Sizikova in Egitto a quello bulgaro della ceca Diana Sumova, dominatrice in lungo e in largo del 10k su terra di Ruse. Altro giovane colpaccio a referto dunque con il secondo centro dell’anno e della carriera della 19enne Somova che, da testa di serie numero 7, non ha mai tremato durante tutta la settimana, compreso il delicato match di finale, vinto per 61 63 contro la coetanea macedone Lina Gjorchesa(6). Ingresso nelle top 600 assicurato per la ceca, tra le azzurre al via ottimi i quarti raggiunti dalla Matteucci, esce subito Arcidiacono.

Altri tornei della settimana: nuova finale Brianti, ma colpisce ancora Rus

Sant Cugat (25.000$ Spagna): Si chiude la rassegna dei più importanti appuntamenti Itf della settimana con il 25.000 dollari iberico di Sant Cugat, che ancora una volta ha visto il ritorno in finale di una ritrovata Alberta Brianti, migliore azzurra della settimana. Vola la Brianti ma a sorridere è nuovamente la scatenata Arantxa Rus, implacabile nei tornei Itf dopo un’annata Wta disastrosa. Settimana dir poco positiva per la numero 5 del tabellone che, a suon di successi (questo è il quarto stagionale), sta precipitosamente tornado a ridosso delle top 200, dimostrando di essere tornata in grande fiducia grazie alle sue incursioni negli appuntamenti minori del circuito. Per la 22 mancina di Delft successo in finale per 64 26 62 e trofeo numero 10 della carriera. Tra le altre nostre rappresentanti iscritte sulla terra di Sant Cugat si ferma al secondo turno la Grymalska, eliminazione diretta per Sanesi e Bona.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: INDY DE VROOME (NED)