Bolelli e Fognini, non riesce l’impresa

di - 4 Giugno 2015

Bob e Mike Bryan

di Salvatore Petrillo

Semifinale di alto livello quella in programma tra i gemelli Bryan, alla ricerca dell’ennesimo alloro, e la copia italiana, attualmente regina nella Race. Si parte col mancino di Camarillo al servizio, e subito l’impressione é che nello scambio gli azzurri possano reggere bene. Si procede “onserve” fino al 2-2, poi una grande difesa di Fabio e una grande copertura a rete di Simo regalano le prime pelle break del match: basta la prima, perché una grande risposta in lungolinea col rovescio bloccato si Bolelli regala il primo strappo del match agli azzurri. Sarà però l’ultimo game del set per i “neri”: il vantaggio infatti dura poco, perché un paio di errori del budriese regalano l’immediato contro break agli americani, che rimettono la testa avanti sul 4-3. I twins continuano a spingere, piazzano un ulteriore break nell’ottavo gioco e chiudono al primo set point.

Simone e Fabio sembrano accusare il colpo, scivolando subito 0-30, ma un grande Fognini infila 4 vincenti, risollevando il primo game. É evidente come sia il ligure quello più caldo tra i due italiani, mentre Bolelli sembra far fatica ad entrare nel match. Di contro i Bryan mantengono i loro altissimi standard, ed il break é solo rimandato al terzo game, che porta il punteggio sul *2-1. Sembrerebbe l’epilogo del match, i californiani sembrano inattaccabili al servizio, ma sul 4-3 ci sono due palle break per gli azzurri: la prima é annullata col servizio, tanti rimpianti sulla seconda, dove arriva l’errore di Fognini, forse ingannato dal mezzo salto di Bolelli a rete. Tutto facile per i Bryan a questo punto: arriva un ulteriore break a suggellare il duplice 6-3 che manda gli americani in finale.

Peccato per i ragazzi di casa nostra: ancora una dimostrazione di forza in questo torneo, dove hanno dimostrato di essere tra le migliori coppie del circuito, ma il match di oggi ha messo in evidenza, una volta di più, come i Bryan siano di un altro livello. Dopo l’eliminazione ai quarti di 12 mesi fa, arriva un’altra finale a Parigi, dopo la vittoria del 2013, dove andranno alla ricerca del sedicesimo Slam della loro sfavillante carriera.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *