BranchStats: 30 Settembre 2015

di - 30 Settembre 2015

Fabio Fognini

di Luca Brancher

#‎branchstats‬

– Fabio ‪#‎Fognini‬ festeggia la sua 400esima settimana in top-100 (205 da top-50), Leonardo ‪#‎Mayer‬ la 300esima, curioso che i due siano nati a soli 9 giorni di distanza. Tra i top-50, settimana numero 300 per Sam ‪#‎Querrey‬ e numero 50 per Adrian ‪#‎Mannarino‬;

– Jo-WIlfried ‪#‎Tsonga‬ ha un bilancio di 4 vittorie (Jeremy Chardy: Johannesburg ’09, Michael Llodra Marsiglia ’09, Gael Monfils Doha ’12, Gilles Simon Metz ’15) e 1 sconfitta (Gilles Simon Metz ’13) nele finali ATP contro connazionali, mentre a livello ITF è 1-2. Vittoria contro Sebastien De Chaunac nel future francese numero 4 del 2006 e due sconfitte contro Benjamin Cassaigne e Gregory Carrai nel future francese numero 14 rispettivamente del 2003 e del 2006;

– Michaella ‪#‎Krajicek‬ ha annullato ben due match point consecutivi nello scontro di servizi (ben 49 aces messi in totale a segno) contro la britannica Naomi Broady ad Albuquerque (75.000$) prima di aggiudicarsi il titolo numero 11 della sua carriera. Singolare che i titoli siano giunti a fronte di una sola sconfitta, subita contro Anastasia Pavlyuchenkova nel 100.000$+H di Bratislava del 2008;

Hyeon #Chung è il primo giocatore ad aggiudicarsi 4 titoli challenger nel corso della stagione 2015, raggiungendo quota 5 in totale. Vinti peraltro in cinque Paesi differenti, nell’ordine: Thailandia, Australia, USA, Korea, Taipei;

– Dennis ‪#‎Novikov‬ bissa immediatamente il titolo vergine di Cary a Columbus, superando nuovamente Ryan Harrison (3-3 bilancio finali Ch per quest’ultimo). A sorprendere è Robin ‪#‎Haase‬, che grazie all’agevole successo slovacco a Trnava porta il suo bilancio a 11-2. Singolare come per Facundo Arguello giunga il 4 titolo challenger su 11 finali, battendo nuovamente, così come accaduto lo scorso anno a Itajai, il connazionale Schwartzman;

– Le prime volte: tocca a Ryan ‪#‎Shane‬ a Costa Mesa, a Manuel ‪#‎Sanchez‬ nel future boliviano, mentre in campo femminile i primi successi giungono dopo ben tre sconfitte in finale: Tatiana ‪#‎Korpatsch‬ a segno a Brno, Iva ‪#‎Primorac‬ a Bol e Harmon ‪#‎Tan‬ ad Algiers;

– Vittoria numero 16 per Maxime ‪#‎Authom‬, numero 9 per Stefano Travaglia e Sanam Singh, numero 8 per Maxi Esteves, 7 per Arthur De Greef, 6 per Danilo Petrovic, 4 per Edoardo Eremin, Nikola Milojevic, Tomas Lipovsek Puches e Markus Ericsson, 3 per Summit Nagal e Adrien Puget in campo maschile. Successo numero 10 per Kristina Kucova, 9 per Fatma Al Nabhani, 7 per Isabella Shinikova, e Ysaline Bonaventure, 4 per Hiroko Kuwata, Chiane Ewijk e Viktoria Kuzmova, 2 per Vivien Juhaszova, Caroline Romeo, Katie Swan, Jessica Pieri e Eduarda Piai in campo femminile;

– Da segnalare infine alcuni brutti record in quanto a finali: Scott Griekspoor con la rocambolesca sconfitta odierna nel future serbo ha 1 vittoria su 7 tentativi, Ernesto Escobedo 0 su 5, Federico Zeballos 1 su 6, Miki Jankovic 3 su 12;

– La scorsa settimana, alla settima finale del 2015, e ottava in carriera, Cristina Sanchez-Quintanar si era aggiudicata il primo titolo ITF della carriera a Madrid, ai danni della russa Ekaterina Yashina.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *