Cronache dal Foro Italico – Volume 14 – “Quel Hewitt che non ti aspetti”

di - 27 Aprile 2010

Lleyton Hewitt

di Alessandro Nizegorodcew (articolo in partnership con Tennis.it)

Roma, 27 Aprile 2010 – Lleyton Hewitt ha superato il primo turno del Masters 1000 di Roma, sconfiggendo il russo Youzhny col punteggio di 6-4 4-6 6-3. L’australiano ha disputato un match molto solido e concreto, approfittando delle solite disattenzioni del russo, che veniva comunque da un buon periodo di forma. Hewitt, dopo essersi fatto rimontare un break di vantaggio nel secondo set (era avanti 6-4 4-2), ha piazzato l’allungo decisivo sul 3-3 al terzo, mettendo a segno due break consecutivi. Una vittoria abbastanza a sorpresa per l’australiano, che è reduce da alcuni problemi fisici.

Lopez avanza. Feliciano Lopez ha resistito agli iniziali assalti del tedesco Benjamin Becker, portando a casa con una certa tranquillità il suo incontro. Nel primo game, infatti, lo spagnolo ha dovuto annullare due pericolose palle break (entrambe con il servizio). Da quel momento in poi è stata pura accademia e di palle break per il tedesco non se ne sono viste più.

Wawrinka schiacciasassi. Prova maiuscola per lo svizzero Stanislas Wawrinka. L’elvetico ha regolato in due rapidi set, a suon di colpi vincenti, l’austriaco Jurgen Melzer. Wawrinka si è staccato subito nel primo set e Melzer non è mai riuscito a rientrare nel match. Sia con il diritto che con il rovescio, Stanislas ha dominato lo scambio. Con il servizio a disposizione (che oggi ha funzionato alla grande), Wawrinka ha concesso appena 6 punti a Melzer in tutto l’incontro.

Kubot dura un set. Non ce l’ha fatta il polacco Kubot a sovvertire il pronostico che lo vedeva sfavorito contro lo spagnolo Nicolas Almagro. E pensare che Kubot era partito fortissimo, salendo subito sopra di un break. Con il diritto, da fondo campo, il tennista slavo ha tirato vincenti su vincenti, chiudendo a volte lo scambio con le sue consuete volé stoppate. Almagro ha recuperato lo svantaggio, portando il set al tie-break. Qui è stato però bravissimo Kubot a mettere a segno alcuni colpi molto spettacolari, chiudendo il tie-break con una splendida risposta di rovescio. Dopo un primo set sontuoso, Kubot è calato di intensità e, come prevedibile, Almagro ha preso in mano le redini dell’incontro, grazie anche ad un servizio più incisivo (nel terzo set ha conquistato l’88% di punti con la prima palla). Punteggio finale in favore di Nico 6-7 6-2 6-3.

Hanescu regale. Dopo l’esordio strepitoso contro Michael Berrer, Victor Hanescu si è qualificato per il terzo turno, superando l’argentino Juan Monaco per 7-6 6-4. Incredibile il match del romeno al servizio. 85% di prime in campo! Hanescu è stato bravo a giocare i punti importanti nel tie-break del primo parziale (vinto 7-4) e ad effettuare il break nel secondo set alla seconda opportunità.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *