Murray sull’Everest dello Sport

di - 9 Luglio 2013

Lo scozzese Murray vince Wimbledon ed entra nella storia del tennis, dello sport internazionale. Dopo 77 anni lui riporta la nazione britannica sul trono del tennis con il suo successo e batte Djokovic in tre set. Già da 77 anni un britannico non vinceva il torneo. Nel 1936 è stato Fred Perry a vincere il titolo a Wimbledon.  

Murray ha chiuso la partita del finale a Wimbledon in solo tre set: 6-4, 7-5, 6-4, lasciando il numero uno del ranking- Novak Djokovic– alle sue spalle, portando la vittoria nella Gran Bretagna. Murray ha mostrato un´ottima condizione fisica, colpi di grande precisione e una concentrazione eccezionale, non diventando troppo nervoso durante tutta la partita. Il suo avversario serbo invece registra troppi errori verso la fine della partita rispetto al suo standard che lo aveva portato al numero uno del ranking. Murray è partito forte già dall’inizio. Djokovic invece non ha mostrato la sua solita mobilità. Eccezionale è anche stato il secondo set: Il britannico Murray non si arrende sotto 4-1, invece recupera e chiude 7-5. Il terzo set l’ha portato alla vittoria.

Nel 2012 Murray aveva lottato contro Roger Federer, dal quale però veniva sconfitto in una partita durissima. Il trionfo di quest’anno è assolutamente meritato, e le lacrime dell’anno scorso valevano la pena per questa vittoria forse ancora più bella e inaspettata. Adesso Murray ha rotto la maledizione dei britannici che a Wimbledon non vincevano più da 77 anni. Per il serbo Djokovic è stata la seconda finale in carriera a Wimbledon- lui aveva già vinto nel 2011 contro Rafael Nadal. La vittoria di Murray è anche stata un po’ una sorpresa: secondo le scommesse sportive in anteprima della finale dovrebbe aver vinto Novak Djokovic che quest’anno aveva celebrato tante partite di successo e che è il numero uno del ranking del tennis mondiale.

Come si può capire anche da tutti i risultati di Wimbledon 2013 sia Djokovic sia Murray hanno dimostrato la loro professionalità ed il talento durante le partite nel corso di Wimbledon. Non è da sottovalutare la professionalità di Murray che ha già spesso avuto l’occasione di giocare contro i migliori del tennis. Come afferma lui stesso in un´intervista dopo la finale di Wimbledon la sconfitta nel 2012 è stata una delle giornate più difficili della sua vita. Adesso invece è molto contento di aver incontrato Djokovic in una partita alle pari, una partita dura con scambi interminabili- entrambi hanno giocato un grandissimo tennis!

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *