WTA Finals: due importanti novità per il 2016

di - 15 Gennaio 2016

2015-bnp-paribas-wta-finals-singapore-presented-by-sc-global_q24dedkbqzff1ok5zhqek3fyb

di Michele Galoppini (@MikGaloppini)

Siamo ad i primi tornei della stagione ed in pieno fermento per il primo Slam, a Melbourne, e già arrivano importanti novità in vista della fine dell’anno, in particolare per le WTA Finals di Singapore.

Ricorderete tutti le grosse polemiche che si erano scatenate quando fu reso noto, sostanzialmente a due settimane dall’evento, che il WTA del Lussemburgo, poiché avente finale la domenica, non avrebbe contato per la Road to Singapore, praticamente tagliando fuori dalla corsa giocatrici che ancora potevano sperare di qualificarsi, come Ivanovic e Bacsinszky. Perfino le giocatrici erano all’oscuro di questo particolare, tanto che appunto alcune di loro avevano scelto il piccolo stato mitteleuropeo per conquistare gli ultimi punti necessari.

Quest’anno, accettata la richiesta degli organizzatore di spostare la finale al sabato come a Mosca, anche Lussemburgo conterà per il Master, al contrario di quanto proprio la WTA aveva già deciso quando ufficializzò il calendario di questa stagione. Cambiato idea (intelligentemente) e problema risolto.

A tal riguardo, qualora fosse necessario (visto che le Finals cominciano il giorno dopo le finali dei due suddetti tornei), le giocatrici che raggiungeranno l’ultimo atto di Lussemburgo e Mosca e che dovranno poi volare a Singapore potranno usufruire di trasportation privata “offerta” dalla WTA.

Infine, cambia il format per il doppio. Tolti i due gironi da quattro coppie, si ritorna all’eliminazione diretta, con un tabellone ad 8 team. La decisione probabilmente è stata presa per incentivare le top player di singolare che si qualificano anche in doppio (Muguruza ad esempio) a non preferire una competizione all’altra.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *