Il 2016 parte col botto: Djokovic, Federer e Nadal subito in campo!

di - 30 Dicembre 2015

RETE Federer

di Federico Mariani

Ci siamo! Una manciata di giorni ancora e non saremo più costretti a dover aprire i livescore e trovare un triste vuoto, quel vuoto che accompagna il mese dicembrino dell’appassionato di tennis. La notte di San Silvestro resta l’ultimo baluardo festaiolo che separa il mondo dall’avvio della stagione targata 2016, al via ufficialmente il 4 di gennaio.

Se il mese che si accinge all’epilogo ha costretto il tennis-dipendente a dover forzatamente guardare altri sport fino a sfiorare la crisi d’astinenza, la prima settimana di competizioni ufficiali potrebbe tramutarsi in overdose tanto è fitta di appuntamenti.

Saranno, infatti, ben tre gli appuntamenti griffati Atp nella prima settimana dell’anno, tutti con 250 punti come posta in palio per il vincitore: Brisbane, Doha e Chennai. A questi si aggiungono ben quattro tappe del circuito Challenger per completare un ricchissimo quadro generale. Vediamo ora chi saranno i protagonisti in gara e dove andranno a giocare gli italiani.

Doveroso partire da Doha, ricco torneo qatariota che vanta un lussuoso campo di partecipazione. Saranno ben quattro i top ten ai nastri di partenza con la partecipazione di Novak Djokovic e Rafa Nadal ad impreziosire il torneo copiosamente finanziato dai petroldollari. Nole guiderà il gruppo nell’unico torneo tra i sedici disputati nel 2015 che non lo ha visto raggiungere quantomeno la finale (sconfitto da Karlovic) davanti a David Ferrer nello scomodo ruolo di defending champion, e Tomas Berdych che dodici mesi fa raggiunse la semifinale. Proprio il ceco, tra i migliori, negli ultimi anni ha consolidato coi risultati il ruolo di sprinter, capace di esprimersi decisamente bene nei primi mesi dell’anno tra Australia ed indoor europeo. Doha verrà invasa anche da una copiosa troupe azzurra che vedrà il diretto ingresso in tabellone di Seppi, Bolelli e Lorenzi, a cui si è aggiunto Marco Cecchinato, che da alternates è passato in main draw dopo già tre forfait (Gasquet, Pella, Darcis).

A Brisbane Roger Federer bissa la partecipazione in un torneo che dodici mesi fa lo vide alzare l’ottantatreesimo trofeo condito dalla vittoria numero 1000 sul circuito maggiore proprio nell’atto conclusivo vinto in tre set contro Raonic. Anche il canadese conferma la sua partecipazione australiana e partirà come terza testa di serie alle spalle (oltreché del già citato Federer) di Kei Nishikori con Grigor Dimitrov a completare un lotto di pregevole fattura. Non ci saranno, invece, rappresentanti del tennis azzurro in Australia. Nell’ATP250 indiano di Chennai, infine, sarà nuovamente protagonista assoluto Stan Wawrinka a caccia del poker, il terzo consecutivo, dopo i successi conquistati nel 2011, 2014 e 2015.

Nella settimana che battezza la nuova stagione sarà invece a fermo ai box Fabio Fognini. Il 2016 del numero uno d’Italia troverà, infatti, avvio con sette giorni di ritardo nell’ATP250 neozelandese di Auckland per poi prendere ovviamente parte agli Australian Open. A tal proposito, la carriera australiana del ligure non depone in suo favore: in otto partecipazioni Fabio ha centrato solo una volta gli ottavi di finale (2014, sconfitto da Djokovic), racimolando in totale una misera vittoria nelle altre sette edizioni. Oltre a Seppi, due volte tra i primi sedici con l’epico scalpo di Federer colto dodici mesi fa, il primo Major stagionale con le relative condizioni climatiche piuttosto estreme pare esaltare poco i portacolori azzurri, con Bolelli mai oltre il secondo turno (raggiunto in tre occasioni) così come Lorenzi (una sola vittoria per il senese) o anche Volandri e Starace se si manda lo sguardo al recente passato.

Come detto in apertura, i riflettori della prima settimana non saranno puntati solo a livello Atp. Si disputeranno, infatti, ben quattro prove del circuito Challenger: a Noumea Federico Gaio è direttamente in tabellone e, con ogni probabilità, verrà raggiunto da Giustino e Giannessi momentaneamente in cima alla lista degli alternates. Ad Happy Valley sarà, invece, protagonista Matteo Donati per cominciare col piede giusto un 2016 cruciale per l’astro nascente alessandrino. A Bangkok è dentro Roberto Marcora, mentre sceglie la terra argentina Bellotti che sarà ai nastri di partenza a Mendoza.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *