Ultima Chiamata per Bolelli: Infantino

di - 15 Dicembre 2011

di Alessandro Nizegorodcew

Tra addetti ai lavori la notizia era ufficiosa già da un circa un mese, ma ieri sera, durante Tennis Club su Supertennis, il presidente Binaghi ne ha dato l’ufficialità: Eduardo Infantino e Pablo Martin seguiranno Simone Bolelli per quanto concerne la stagione 2012.

Eduardo Infantino, collaboratore ormai da anni della Federazione Italiana Tennis, seguirà l’azzurro in alcune settimane e supervisionerà, nelle altre, il lavoro del suo collaboratore (ed ex coach di Fabio Fognini) Pablo Martin.

Sembra davvero essere l’ultima chiamata per il gotha del tennis per Bolelli e la scelta di Infantino potrebbe essere quella migliore. La preparazione invernale verrà svolta a Tandil, dove saranno anche Giannessi e i giovani e giovanissimi giocatori italiani. Bolelli (così come Giannessi) potrebbe saltare gli Australian Open per poter effettuare un lavoro intenso e molto lungo, così da avere le batterie cariche sino a fine anno. Se il lavoro atletico facesse bene a Simone così come ha fatto a Giannessi e Gaio lo scorso anno, forse potremo anche vederne delle belle l’anno prossimo.

Un salto di qualità a livello atletico potrebbe significare un salto di qualità mentale. Ci si sente più forti, ci si sente maggiormente in forse nelle fasi decisive di un terzo set. Ciò che spesso è mancato a Bolelli negli ultimi anni.

Nel complesso, le nostre due maggiori speranze, i nostri due maggiori talenti, ovvero Fognini e Bolelli, saranno seguiti nel 2011 da due dei più grandi coach internazionali: Josè Perlas e Eduardo Infantino (nella foto piccola). O adesso o mai più!

© riproduzione riservata

40 commenti

  1. monet

    Bolelli NON salterà nessun australian open,dal momento che è nella lista dei qualificati e giocherà le quali e il doppio assieme a Fogna,anche se perchè cosi non fosse credo che le attenzioni di Barazza x le convocazioni di coppa Davis si sposterebbero sicuramente su qualcun altro che di sicuro gioca qual torneo

  2. Kill Bill

    Ieri ho visto a supertennis il Presidente che annunciava il probabile , ne discuteranno in consiglio federale, rientro di Seppi nella squadra di coppa.
    Se rientra Seppi chi ne farà le spese ?

  3. andrew

    dipende se Seppi accetta di fare le pulizie nei Centri Estivi, pulire gli schizzi di brufolo dagli specchi nelle camere e altre mansioni dedicate ai reprobi..

  4. monet

    che sappia io gli altri giocatoriche vanno a far visita ai centri estivi non fanno pulizie ,ma ottengono dei cadeux che schifo non fanno prorprio,fosse cosi tutte le …pulizie 🙂

  5. Alessandro Nizegorodcew

    @monet
    Vuol dire che ha cambiato la programmazione. Inizialmente si era detto questo. Non sto inventando nulla ovviamente

  6. Alessandro Nizegorodcew

    Seppi ha dato sua disponibilità e vuole tornare fermamente, come annunciato da Sartori più di un mese fa in diretta a Spazio Tennis.

  7. Kill Bill

    Si ma più che la disponibilità di Seppi mi pareva interessante quella del Presidente che gongolava all’idea del rientro di un’altro figliol prodigo.

  8. cataflic

    scusate tutti, ma se a Seppi gli va di tornare per un qualsiasi motivo a me sembra solo una opzione in più da spendere sul campo.
    Non che un turno di Davis significhi poi sto gran che, ma visto che sono tutti adulti avranno trovato un compromesso.
    Se poi saranno xmilaeuro tolti al movimento o dati a caio invece che sempronio…sono professionisti e ognuno gioca il proprio match!

  9. Stefano Grazia

    e infatti dovrebbe essere cosi’, chiaro e tondo: vuoi giocare, ti do tot, non vuoi giocare, grazie lo stesso, ci sentiamo la prossima volta … poi se io ti ho dato tot quando non eri nessuno, magari mi aspetto che quando ti convoco tu venga, almeno un po’ di riconoscenza…ma se un anno vuoi provare a migliorare il ranking o sei un po’ depresso, vabbe’, fammi sapere…chiaro che magari potrei privilegiare un altro che e’ sempre stato fedele alla causa ( e che quindi si becca il cadeaux), ma senza stare a fare tutto sto casino, o no? e ognuno verra’ giudicato per le sue azioni…
    che poi, in effetti, che la Svizzera con Federer e Wavrinka non abbia ancora mai vinto la Davis…ci dice quanto conta esattamente la Davis per un giocatore del calibro di Federer…E attenzione, io sono sempre stato un fautore della libera scelta e un assertore che la Davis conti come il due di briscola ( fino a che non la giocheranno ogni 2 anni a sede unica tipo Worl Cup di soccer o rugby), ma se fossi svizzero e anche se non lo sono, un po’ mi rugherebbe questa reiterata scarsa considerazione dell’algido Roger… Eddai, ma un anno il primo turno avresti anche potuto giocarlo o no, tanto ci sono stati 5-6 anni in cui vincevi anche con le mani in tasca e invece di andare ad allenarti con quel junior francese mancino a Dubai, che ti costava? poi se al turno successivo ti toccava Nadal sulla terra, potevi sempre rinunciare … mah, questa davvero non l’ho mai capita …poi, una volta vinta la coppa in quegli anni che l’hanno vinta altri che con Federer e Wavrinka l’avrebbero persa, potevi dire quando sarebbero venuti a bussare alla porta: gia’ dato… e nessuno avrebbe osato dire nulla … insomma, capisco piu’ la rinuncia di Bolelli e Seppi di quella di Federer, ma in linea di massima ognuno dovrebbe poter fare quello che gli pare ed essere giudicato per le sue scelte, nel bene e nel male…per esempio e’ difficile criticare la kournikova per aver fatto sempre piu’ la diva e le marchette che la tennista: se era una pro, altro non faceva che andare ove la pagavano di piu’… ma al tempo stesso, ancora maggiore il rispetto per una Sharapova che potrebbe smettere e vivere di rendita o fare solo esibizioni e pubblicita’, e invece continua a farsi il mazzo per tornare al top …piu’ apprezzabile lei di Serena che invece chissa’, da sempre l’impressione di fare tennis fra una pausa e l’altra e non di fare delle pause nella sua stagione tennistica … mi rimane il dubbio che fra qualche anno rimpiangera’ di aver sprecato l’occasione di essere ricordata come la piu’ grande di tutte, perfino fi Steffi e Martina…ma anche li’, che diritto abbiamo noi di giudicare una che ha fatto una barca di soldi, fa la vita che fa e quando scende in campo quelle 5-6 volte all’anno di solito vince…al massimo, non la tifo ( ale’ ju, grande maria, forza kim, sublime sammy!) e penso che sia una tamarra borazza…ma poi, chissa’, magari e’ piu’ intelligente e simpatica di molte altre … non e’ mai detto…non mi ricordo nemmeno piu’ perche’ partendo da seppi sia arrivato a parlare di serena, potenza dei six degrees of separation …

  10. darione

    Ma non capisco, Fognini scarta il coach argentino Pablito Martin in quanto non lo ritiene alla sua altezza, e se lo prende Bolelli??? Mah, ogni crapa ha il suo cervello.

  11. Alessandro Nizegorodcew
    Autore

    Non credo che il discorso di Martin fosse perché l’argentino non è all’altezza..

  12. monet

    assolutamente no!! è un ottimo coach,ma ultimamnet si era interroto quel feeling che il giocatore cerca nel suo allenatore a allora la cosa migliore è cambiare per avere nuovi stimoli e ricomnciare a allenarsi con voglia e caparbietà

  13. luca

    Seppi sa tanto di tanto di fidanzato che torna dalla sua ex che lo mollato e trattato male solo per farsi qualche sveltina ogni tanto..mi spice perchè persavo che al contrario di qualche altro avesse le palle per dire NO. magari in futuro si sarebbe cercato di tenere rapporti migliori con i giocatori..evidentemente non gli conveniva più..cmq vewlo pietoso per tutta la vicenda

  14. Leo caperchi

    Pablo martin e’ bravo ma fabio non ha cambiato dicendo che e’ scarso ma che cercava nuovi stimoli.e mimsembra sia stato molto ma molto coerente prendendo un number one come perlas che per fabio e’ una presa di responsabilita’ ,quindi avanti e pedalare,bene la scelta e sotto.
    La domanda non dovrebbe essere quella secondo me…ma perche’ unomserio e preparato come furlan e’ riuscito ad incidere poco?perche’ cambiare uno di esperienza cosi?bisogna spingere tutti qui allenatori e giocatori.cosa fara’ furlan,lo sapete?

  15. Stefano"andrew" Grazia

    vediamo se riesco a rubare la battutacad andrew:
    cosa fara’ furlan?
    ma non l’aveva preso l’inter?

  16. darione

    A Caperchi voglio dire solo questo,, una presa di responsabilita’ da parte di Fognini??, ma come parliamo di un uomo di 25 anni, ma accidenti va bene che siamo una nazione di bamboccioni come ci hanno definito, però dopo aver sentito un intervista di tommasi nella quale dice che vorrebbe che in campo Fognini si comportasse un pochino meglio, forse ci vorrebbe un domatore di leoni..

  17. monet

    io vorrei che continuasse a comportasrsi nella stessa maniera,ma….vincendo nettamente di più!! 🙂
    in fondo quando le racchette le tira lui è un maleducato,se le tira dioko o murray…gli sono scappate dalla mano
    ormai è una etichetta di fabbrica,evidenziata sopratutto dai numerevoli ”amici ” di braccobaldo shaow!!!

  18. andrew

    ecco Monet…

    io direi di iniziare dal vincere come Djokovic, Murray o Safin…poi, qualche racchetta buttata e l’atteggiamento strafottente non è un dramma…

    anzi, se diventa così forte, poi può anche ritirarsi anche se non seriamente infortunato…

  19. monet

    hai ragione tu andrew,se diventa forte,visto che è una pippa che da 3 anni è nei 50,ma tu sei talmente….naif,che controbbatterti sarebbe una occasione sprecata per poeter star….zitti 🙂

  20. andrew

    dai, se togli le lenti distorcenti del genitore, forse capisci che Fognini (il bambino della nebbia) non può essere attualmente paragonato a Djokovic o Murray, e a dire la verità, neanche a Chela…

  21. monet

    verissimo,spero neanche a …andrew!!!!mai detto di avere un fenomeno,sei tu che vuoi tirarmi i coiones,ma io non abbocco 🙂 orai sei famoso,che ti abbia dato fastidio il lancio della pallina di santiago al nostro…presidentissimo? ai posteri l’ardua sentenza,a me invece quella pippa di mio figlio!!

  22. Già..sarebbe proprio bello se Fabio vincesse qualche partita in più! E’ dai tempi del grande John che il binomio talento/”pazzia” non raggiunge risultati eccelsi e di conseguenza il tennis mi annoia…Safin era bravo e pazzo, ma non è scoccata la scintilla…
    Alè Fabio: un piccolo salto di qualità e qualche vittoria in più, così per godere evito di andare a vedere il senior tour…. Vi immaginate un tennista italiano che vince e si arrampica alla sedia dell’arbitro gridando “non puoi dire sul serio!” in puro genovese?!? Ahahah…Il grande John è inarrivabile, ma con un’avvitatina alla testolina le qualità per stare fisso nei primi 20 per qualche anno ci sono…Babbo Natale? Dove sei? Questa è la mia letterina di Natale…

  23. tilden

    Seppi gicoa in Davis perché vuole giocare le Olimpiadi a Londra sull’erba e se non gioca in Davis non puo’ essere ammesso

  24. luca

    Avrebbe fatto meglio a ricorrere al Tas come la Bartoli! antipatica come poche ma che nel caso ha pienamente ragione..

  25. Qualunque giudice sentenzierà che “la Bartoli ha torto a prescindere” per “oltraggio al pudore tennistico”.
    P.S.: la giustizia in Francia funziona un pelino meglio che da noi…anzi, funziona e basta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *