Presentato a Milano il Wta Croatia Bol Open

di - 9 Maggio 2019
La presentazione italiana del torneo tenuta al Tc Milano Alberto Bonacossa

Il tennis del circuito Wta, le spiagge, il sole, il mare cristallino e un concentrato di storia, cardine di numerose attrazioni turistiche. In una parola: Bol, splendida cittadina dell’isola croata di Brač (Brazza in italiano). Lì, una location da favola, si gioca un torneo femminile della categoria “125K Series”. Significa 125.000 dollari di montepremi e 160 Wta punti in palio per le campionesse del circuito professionistico femminile. Nel 2019 si va a caccia dell’erede di Tamara Zidansek, la ventunenne slovena regina lo scorso anno. Ma il Croatia Bol Open che si svela oggi agli appassionati italiani e che va di nuovo in scena da martedì 4 a domenica 9 giugno, vuol dire soprattutto una settimana di tennis in un paradiso dell’Adriatico, a due passi dal mare e da alcune delle spiagge più belle del mondo. Oltre alle giocatrici in gara nella quarta edizione, che si conosceranno alla pubblicazione dell’entry list (tre settimane esatte prime del via), il BlueSun Tennis Center è pronto ad accogliere turisti, appassionati e curiosi con un totale di 26 campi da tennis in terra battuta e un Centrale da oltre 2.000 posti a sedere. Qui, a cavallo degli Anni ’90 e i primi Anni 2000 hanno giocato anche campionesse Slam del calibro di Amelie Mauresmo, Kim Clijsters e Iva Majoli.

“IL TORNEO SI APRE ALL’ITALIA” – Insomma, Bol è pronto a farsi largo nel cuore degli appassionati – anche italiani – come il posto ideale dove regalarsi una vacanza all’insegna di sport di alto livello (a prezzi assolutamente popolari: l’abbonamento per l’intera settimana di torneo parte dal prezzo di 13 euro), cultura e divertimento. “Vogliamo aprirci sempre più all’Italia, perché siamo vicini di casa e perché il tennis sta vivendo un momento fantastico – spiega Feliks Lukas, direttore del torneo croato -. Da noi si respira aria di grande tennis e tanta voglia di divertirsi in una cornice mozzafiato. A chi non è mai stato, posso dire che assistere a un evento di livello come il nostro – prosegue – in un paradiso come Bol è un’esperienza unica, assolutamente da provare”. Sì, perché non manca nemmeno un fitto programma di attività collaterali pronto a diventare parte integrante della manifestazione, con l’obiettivo di offrire ai presenti la miglior esperienza possibile.

IL CORNO D’ORO E I PANORAMI MOZZAFIATO – Al resto ci pensa il fascino innato di Bol, che dal mare sale fino ai 778 metri del monte San Vito (Vidova gora), il più alto di tutte le isole dell’Adriatico, capace di offrire un panorama mozzafiato sul Corno d’Oro (Zlatni Rat), la spiaggia di sabbia bianca a forma di corno diventata l’emblema dell’isola nel mondo. E non solo per la sua particolare conformazione, che si addentra nel mare per circa cinquecento metri, ma anche perché a seconda dell’influsso dei venti e delle correnti marine muta la propria forma e la propria posizione. Ma a Bol, facilmente raggiungibile perché situata vicino a Spalato, da vedere oltre ad alcune delle tenniste più forti al mondo c’è anche tanto altro, fra grotte, ville, chiese e palazzi, con influenze che spaziano dal barocco al gotico-rinascimentale. Il tutto con la possibilità di soggiornare in una delle strutture convenzionate con il torneo.

BIGLIETTI… CONTRO LA VIOLENZA – Da non dimenticare, infine, la grande attenzione del Croatia Bol Open al sociale: infatti, l’intero ricavato della vendita dei biglietti verrà devoluto come gli anni scorsi a un centro di assistenza in Dalmazia che si occupa di fornire assistenza a donne vittime di violenza domestica. Un motivo in più per partecipare all’unico appuntamento targato Wta dell’intera penisola balcanica, col tennis a far da vetrina a un’isola tutta da scoprire.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *