Cipolla: “Buon inizio ma la strada è lunga”

di - 7 Febbraio 2011


(Flavio Cipolla in azione a Burnie)

Flavio Cipolla è uno dei giocatori più in forma di questo inizio di stagione. Una vittoria challenger, oltre a due quarti di finale e la qualificazione ottenuta agli Australian Open. Abbiamo raccolto alcune dichiarazioni del tennista romano, che ci ha raccontato il vittorioso torneo di Burnie, in attesa del primo turno nel challenger di Caloundra.

“A Burnie ho giocato bene tutte le partite, in maniera molto solida e con pochissimi errori. Sono stato un po’ fortunato per il ritiro di Guccione in finale, ma credo di aver meritato questa vittoria per quanto fatto vedere nell’arco della settimana. A Singapore, la settimana prima, a dir la verità mi sentivo più in forma e in fiducia; c’è anche da dire che in Tasmania le condizioni di gioco erano complicate a causa del vento. Il match più duro del torneo di Burnie è stato sicuramente quello di semifinale contro Ito: il giapponese è un giocatore completo e molto concreto; è stata una partita davvero combattuta con alcuni scambi piuttosto lunghi. Sono partito molto bene, ma il secondo set si stava complicando; sono stato bravo a salvare un paio di giochi complicati sul 3-4 e sul 5-6. Nel tie-break, poi, lui ha commesso qualche errore di troppo. In generale, come inizio di stagione non mi posso lamentare. Ho fatto parecchi punti e espresso un buon livello di gioco. Sento un po’ di amaro in bocca perché sentivo di poter andare avanti sia a Noumea che a Singapore. Sono comunque contento, ma la strada è ancora lunga per raggiungere ciò che voglio ottenere, quindi sono tutto tranne che appagato.”

© riproduzione riservata

10 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *