Nargiso: “Quinzi ascolti le persone giuste”

di - 8 Luglio 2013

di Alessandro Nizegorodcew

“Il primo consiglio che posso dare a Gianluigi è di ascoltare solo le persone che fanno parte del suo entourage”. Così Diego Nargiso, attraverso i microfoni di Radio Manà Manà Sport durante la trasmissione Buongiorno Roma, avvisa Gianluigi Quinzi,recente vincitore del torneo juniores di Wimbledon. Chi meglio di Nargiso, l’ultimo tennista italiano a trionfare nel prestigioso torneo nel 1987, può dispensare suggerimenti al giovanissimo marchigiano: “Appena vinci Wimbledon, come è successo a me, arrivano persone che cercano di dare pareri, quindi, con equilibrio, è necessario circondarsi di gente che voglia solo aiutarti a farti diventare un giocare e non che cavalchi l’onda per avere visibilità o soldi.” L’ex tennista campano apprezza il carattere spavaldo di Quinzi ma lo avvisa, perché la parte difficile deve ancora arrivare: “Gianluigi è un ragazzo sfrontato. Quando ho vinto io Wimbledon Junior usavano l’aggettivo guascone, un guascone napoletano; anche lui è così e questa è una qualità caratteriale importante perché vincere aumenta la sicurezza in sé stessi. All’inizio, grazie proprio al suo carattere, non avrà difficoltà nel circuito Atp, i problemi arriveranno dopo, quando bisognerà tentare l’approdo ai top-30 e tutti si aspetteranno che Gianluigi scali la classifica in poco tempo“. Diego Nargiso, infine, esprime la sua opinione su Quinzi tennista. “Ha 17 anni ed è forte fisicamente, è solido, la sua palla viaggia bene. E’ ancora acerbo dal punto di vista tecnico, e meno male perché vuol dire che può migliorare e diventare veramente forte. Per sua fortuna c’è ancora da lavorare, tecnicamente e tatticamente. E’ mancino e deve sfruttare gli angoli oltre ad utilizzare con più astuzia il servizio mancino. La prima cosa che gli insegnerei è quella di giocare maggiormente da mancino.

ASCOLTA L’INTERVISTA INTEGRALE


Check this out on Chirbit

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *