Itf Roma Real (10.000$): Il Resoconto del I Turno di Qualificazione

di - 8 Marzo 2009

Martina Caregaro
(Martina Caregaro – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew

Caregaro b. Lambiase 61 61
Avevo visto giocare Martina Caregaro la prima volta proprio al torneo del Real l’anno passato. Nella circostanza aveva battuto una tennista polacca intorno al 300 Wta, per poi perdere da Federica Quercia al secondo turno di main draw. La Martina Caregaro che ho visto oggi, seppur contro un’avversaria non irresistibile, è tutt’altra cosa: grande consapevolezza del proprio tennis, della propria forza; colpi molto più incisivi, piedi sempre più veloci. La partita odierna non ha mai vissuto di momenti palpitanti, se si eccettua la lunga attesa per l’arrivo del giudice arbitro a causa di una contestazione della Lambiase. Al secondo turno per la valdostana, impegno sulla carta piuttosto agevole contro Carlotta Sartori, classe 1991, che non sembra avere il tennis per mettere in difficoltà l’allieva di Francesco Elia.

Mecchi b. Grazioso 75 63
Non ho avuto modo di vedere l’incontro, ma ho potuto raccogliere le impressioni a caldo della vincitrice Costanza Mecchi: “Sono contenta, ho giocato davvero un buon match. Sono partita male, trovandomi subto sotto 4-2; da quel momento però ho preso in mano le redini dell’incontro. La preparazione è andata molto bene e spero di poter disputare una stagione di alto livello. Intanto spero di superare le qualificazioni qui a Roma. Fino ad ora ho giocato tre tornei in Portogallo, senza però riuscire a qualificarmi. Mi è servito soprattutto per mettere partite nelle gambe. Dopo questo torneo dovrei giocare a Pomezia, mentre successivamente avrò la serie B e dovrò quindi rinunciare ad alcuni tornei.

Martina Di Giuseppe
(Martina Di Giuseppe – Foto Nizegorodcew)

Di Giuseppe b. Schutting 62 26 63
Una partita fortemente condizionata dalle precarie condizioni fisiche della tennista laziale, come confermate dal coach Francesco Elia: “Martina ha avuto un problema di tendinite al ginocchio a Lione settimana scorsa; abbiamo deciso di giocare questo torneo solo perché è a Roma, altrimenti avremmo rinunciato. Oggi infatti ha giocato una partita piuttosto mediocre, ma è comunque bastato per vincere.” Da segnalare comunque alcune smorzate di rovescio come sempre di pregevole fattura, con l’estone spesso e volentieti giunta sulla pallina al terzo rimbalzo..

Martina Trevisan
(Martina Trevisan – Foto Nizegorodcew)

Trevisan b. Mendo 63 63
L’inizio è stato tutto di marca veneta, con la Mendo capace di tenere alto il ritmo da fondo, chiudendo quando possibilità con accelerazioni vincenti. Martina, al primo match all’aperto dell’anno, ha iniziato molto contratta, commettendo una lunga serie di errori; la giocatrice toscana è venuta fuori alla distanza, dimostrando tutto ciò che di buono si dice da tempo su di lei. La cronaca: il primo set ha visto la Mendo salire subito 3-0, prima di subire un parziale di 6 giochi consecutivi. Il secondo set, dopo un iniziale equilibrio, ha visto prevalere ancora una volta la Trevisan, che ha portato a casa l’incontro. Chiara Mendo, veneta classe 1993, ha destato una buona impressione. I fondamentali sono certamente di buon livello. La Mendo si allena a Padova, mentre giocherà la coppa a squadre, insieme a Martina Trevisan, per il Tc Prato. Per il profilo approfondito della toscana, vi rimando al prossimo articolo di Roberto Commentucci

Chiara Mendo
(Chiara Mendo – Foto Nizegorodcew)

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *