Serie A1: domenica l’esordio in casa del Tc Crema. “Campionato difficile: puntiamo alla salvezza”

di - 29 Giugno 2020
La formazione del Tennis Club Crema (Foto GAME)

Si deciderà tutto nell’arco di 15 giorni. È l’effetto della riforma del Campionato di Serie A1, anticipato al periodo estivo e con la fase a gironi ridotta a sole tre giornate, a partire da domenica 5 luglio. Il Tennis Club Crema giocherà la prima in casa, contro un Tennis Club Genova 1893 che – se al completo – può contare su numerosi big, capeggiati da un top 100 Atp, l’ungherese Marton Fucsovics. Poi i cremaschi dovranno affrontare due trasferte consecutive contro altrettante neopromosse. Ma guai a pensare che sarà un compito facile, visto che sia il Tennis Comunali Vicenza, in Veneto il 12 luglio, sia il Tennis Club Sinalunga, avversario nel senese sette giorni più tardi, sono squadre assolutamente all’altezza del torneo. I vicentini possono vantare due big del nostro tennis come Marco Cecchinato e Thomas Fabbiano, ai quali si aggiungono lo sloveno Aljaz Bedene e lo spagnolo Pedro Martinez, mentre i toscani fanno affidamento sull’esperienza di Luca Vanni, al quale si aggiungono dei giovani di talento. In sintesi, il compito del Tc Crema non sarà per niente facile, a maggior ragione date le incognite legate alla presenza delle due punte di diamante del team, Paolo Lorenzi e Adrian Ungur, entrambi residenti all’estero (uno negli Stati Uniti, l’altro in Romania) e perciò alle prese con delle difficoltà legate agli spostamenti fra i vari Paesi.

“Siamo capitati in un girone tosto – spiega Armando Zanotti, capitano del Tc Crema –, perché tutte le avversarie hanno ottimi giocatori. Bisognerà capire le loro disponibilità, ma ci troviamo comunque di fronte a una stagione complicata. Tuttavia non disperiamo: i giovani del vivaio continuano a crescere (Samuel Vincent Ruggeri è numero 42 del ranking mondiale under 18, ndr), siamo pronti e non vediamo l’ora di iniziare. Per ora non guardiamo troppo lontano: data anche la situazione particolare è giusto affrontare un match alla volta, con l’obiettivo di conquistare la salvezza”. Per agguantarla ci sono tre strade: accedere alle semifinali scudetto (ci va la prima di ognuno dei 4 gironi), chiudere al secondo posto (salvezza diretta) oppure mantenere la categoria nei play-out (26 luglio-2 agosto), che prevedono un tabellone a otto squadre con tutte le terze e le quarte classificate. Oltre a data e formula dei gironi, presenti altre due novità: il Tc Crema giocherà per la prima volta sulla terra battuta all’aperto e in caso di terzo set è previsto il match tie-break a 10 punti anche negli incontri di singolare. Una novità che renderà le sfide più frizzanti, anche se per il momento non è prevista – da regolamento federale – la presenza del pubblico. L’augurio dei club è che la situazione possa evolvere positivamente nel corso delle settimane.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *