Coppa Davis: Seppi pareggia i conti

di - 6 Marzo 2015

Andrey Golubev e Andreas Seppi

di Salvatore Petrillo

Dopo la sconfitta di Bolelli contro Kukushkin, Andreas Seppi scende in campo per pareggiare i conti contro Golubev, kazako di nascita ma italiano d’adozione.

Il padrone di casa parte molto aggressivo, ma nel primo game dal 40-15 subisce la rimonta di Seppi che arriva a piazzare il break alla prima occasione. Nel game seguente Golubev ha due occasioni non consecutive per rientrare, ma un Seppi molto centrato le annulla entrambe. Andreas è molto paziente nel muovere l’avversario e incisivo soprattutto col dritto, non ha problemi al servizio e sul 5-3 ottiene un ulteriore break alla prima occasione: 6-3 in 35 minuti.

Il secondo set parte Seppi ancora solido al servizio, mentre Golubev parte con due doppi falli, recupera, ma concede una palla break, che l’azzurro trasforma immediatamente. Il secondo set scivola via praticamente senza sussulti, seguendo i servizi e senza alcuna palla break fino al settimo game: qui l’italiano è costretto ai vantaggi, mentre nel nono deve recuperare da 0-30 prima e annullare una pericolosa palla break sul 30-40, ma grazie a un solido servizio chiude al primo set point. L’Italia è sul 2-0 dopo un’ora e dodici minuti.

Nel terzo set, ormai spalle al muro, Golubev comincia a tirare a tutto braccio, e nel secondo game brekka Seppi grazie a un ottimo game di risposta. Il kazako è molto più reattivo rispetto a inizio match e vola sul 3-0, l’intensità degli scambi aumenta e Golubev sembra molto più a suo agio. Tuttavia sui turni di servizio dell’altoatesino non riesce a essere più incisivo e in un settimo game avaro di prime restituisce il break all’azzurro. Golubev perde qualche occasione sul 5-4 servizio Seppi, ma il russo naturalizzato sparacchia due dritti, e si arriva al tie-break. Seppi approfitta della prima seconda di servizio di Golubev e ottiene il minibreak sul 3-2, che però restituisce grazie ad un rovescio lungolinea ad aprire il campo e successivo dritto a sventaglio. Arriva un ulteriore minibreak per Golubev, che risponde benissimo e va sul 4-3 e servizio. Dopo un brutto errore di dritto, Seppi torna a rispondere bene, e va a servire sotto 4-5, senza minibreak; qui, sulla seconda dell’azzurro, il kazako si fa aggressivo e si procura due set point: la prima viene annullata con un’ottima seconda esterna, ma alla seconda, con un mezzo pasticcio a rete, Seppi consegna il terzo set al Kazakistan: 2-1, due ore esatte di gioco.

Il quarto set parte in maniera molto lineare: non ci sono palle break, ma Golubev torna ad essere aggressivo, spinto dal set appena conquistato. Nel quinto game, sul 40 pari, Seppi tira fuori un passante incredibile, il livello si alza tantissimo, entrambi ricorrono a soluzioni splendide e, annullando la prima palla break del set, conquista un game di importanza capitale. Infatti Seppi riesce ad andare velocemente 15-40 nel game seguente: arriva prima un ace, poi un sanguinoso doppio fallo che manda Andreas a servire in vantaggio 4-2. E’ il colpo di grazia: Seppi tiene il servizio rapidamente a 0 e chiude al quinto match point: finisce 6-3/6-3/6-7/6-2 per l’azzurro.

Golubev con 31 vincenti ma ben 50 unforced, Seppi chiude con un ottimo 79% di rendimento con la prima e 58% con la seconda, in un match che poteva essere chiuso in maniera più rapida probabilmente. Domani i doppisti scenderanno in campo sull’1-1.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *