Lemon Bowl 2013: I Risultati Finali

di - 6 Gennaio 2013


(Luca Nardi – Foto Andrea Ranalli/Mosquitos)

dal Lemon Bowl, Alessandro Nizegorodcew

LEMON BOWL 2013: LA PAOLETTI CENTRA IL POKER, NARDI SCONFIGGE LA SERBIA

GIORGIA DI MUZIO VINCE LA MARATONA UNDER 12 CON LINDA CAGNAZZO 

La ventinovesima edizione del Lemon Bowl Babolat è giunta al termine con le finali del 6 gennaio. Grandi partite, livello altissimo, pubblico entusiasta. Questo il menu della giornata conclusiva che ha portato i migliori junior a conquistare la rinomata coppa di limoni. Una storia di successo, quello del Lemon Bowl, che dal 1985 ha visto al via 35.152 giovani agonisti tra i quali Jankovic, Ljubicic, Ancic, Tipsarevic, Kournikova e tanti altri divenuti poi grandi campioni

Il Poker di Matilde. Senza storia la finale del torneo under 10 femminile, che ha visto trionfare per il quarto anno consecutivo (2010 e 2011 nell’under 8 e 2012 e 2013 nell’under 10) l’umbra Matilde Paoletti. La giovanissima campionessa del TC Perugia ha lasciato solamente due giochi (62 60) alla pur brava Asia Serafini. Nel torneo maschile grande affermazione del marchigiano Luca Nardi (Coopesaro) che grazie al suo diritto potente e preciso ha scardinato le difese del bravissimo serbo Mateja Janicijevic grazie al punteggio di 64 63. Da segnalare che Nardi aveva sconfitto in semifinale l’altro fortissimo serbo Mededovic, consolidandosi quindi come vera bestia nera dei giocatori slavi.

Di Muzio, maratona vincente. Giorgia Di Muzio ha conquistato dopo una lunga battaglia la finale del torneo under 12 femminile. Nulla ha potuto nel tie-break finale la pugliese Linda Cagnazzo, altra tennista da tenere d’occhio nei prossimi anni. 63 36 76 il punteggio finale in favore della Di Muzio, che ha palesato una maggiore forza mentale nei momenti salienti dell’incontro. Nel maschile rimonta vincente del romagnolo Michele Vianello, che dal 3-5 del primo set contro Andrea Fiorentini, ha messo in fila un parziale di 10 giochi a 2 chiudendo tra gli applausi del pubblico col punteggio di 75 62.

Under 14: Vincono Liucci e Rizza. Francesco Liucci e Camilla Rizza sono i vincitori dell’edizione 2013 del Lemon Bowl Babolat. Il campano si è sbarazzato di Emidio De Cola col punteggio di 67 60 61 dopo un primo set molto combattuto. Nel femminile affemrazione in due set per la marchigiana Rizza grazie al risultato di 62 64 su Livia Palma.

Occhipinti, trionfo che arriva dal Sud. Arriva dal capoluogo di provincia più a Sud d’Italia (Ragusa) la campionessa del tabellone under 16 femminile. Emilia Occhipinti si è imposta in tre set sulla marchigiana Francesca Giuliani dimostrando un gioco potente e allo stesso tempo piuttosto vario. Nel maschile agevole affermazione per il campano Daniele Iamunno, che con un netto 63 64 ha battuto la testa di serie numero 1 Marco Micunco. “La vera finale è stata ieri contro Summaria” – ha raccontato il campano – “che ribatteva colpo su colpo ogni mia accelerazione. E’ stata una grande semifinale che sono però riuscito a portare a casa. Ora ripartirò con tornei ETA sperando in un grande 2013.”

Under 8, vince Porto San Giorgio. Le Marche continuano a far sognare il tennis italiano. La finale maschile under 8 è stata in realtà un vero e proprio derby tra due bravissimi ragazzi del circolo di Porto San Giorgio. I due allievi del maestro Antonio Di Paolo hanno dato vita ad alcuni punti molto spettacolari, che hanno sancito la vittoria di Andrea Meduri , ragazzo dal servizio micidiale, su Andrea Di Felice col punteggio di 61 61. “Sono due ragazzi molto bravi” – ha spiegato il maestro Di Paolo – “Il servizio è fondamentale insegnarlo sin da giovanissimi e infatti gli dedichiamo molto tempo all’inizio di ogni allenamento.” Nel femminile la vittoria è andata alla campana Maria Pia Vivenzio su Martina Cudazzo.

Tutte le informazioni, le foto, le interviste, i podcast degli interventi di Radio Manà Manà e i commenti delle passate edizioni del torneo sono disponibili sul sito web ufficiale: www.lemonbowl.it

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *