Tennis Europe Report: inarrestabile Stamat

di - 31 Marzo 2015

Giulio Zeppieri

di Salvatore Petrillo

TEJT14&U, Cup der Nordverbaende, Isernhagen (GER)

La testa di serie numero 8 Fynn Kuenkler regala una grossa gioia ai tifosi di casa, imponendosi a sorpresa nell’Under14 tedesco. Il tedesco nei quarti fa fuori la tds 3, il connazionale Ehrenschneider dopo tre set, poi, curiosamente, in semifinale e in finale approfitta del ritiro delle prime due tds, nell’ordine Dawid Taczala e Andrew Paulson, ritiri avvenuti, rispettivamente, sul 5-1 e sul 6-1/5-2, sempre a favore del vincitore. Eliminato al secondo turno l’ottimo Nicolo Pes (classe 2000, 3.3), che parte dalle qualificazioni e cede solo al terzo alla tds 2 Andrew Paulson.

Continua l’ottimo momento di Lian Tran, che questa volta deve faticare molto di più rispetto a 7 giorni fa, ma riesce comunque a imporsi nel torneo teutonico. La tds numero 4 ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio prima in semifinale sulla numero 1 del seeding Chantal Sauvant e poi la WC locale Eva Lys, battuta per 7-5/4-6/6-2.

TEJT14&U, GD Tennis Cup (Acrylic), Antalya (TUR)

A spuntarla in Turchia è, a sorpresa, il tedesco Moritz Stoeger. La tds numero 4 fa il colpo del torneo in semifinale, battendo Lukas Jirousek, poi in finale necessita di tre set per battere il padrone di casa Bora Sengul. Ottimo torneo per Giulio Zeppieri (classe 2001, 3.3, tds 9) e Giacomo Magnani (2001, 4.3) fermati ai quarti rispettivamente da Lukas Jirousek e Bora Sengul, secondo turno per il qualificato Ervin Haris Eminefendic (4.1) e Marco Matteoli (3.3), primo turno per Francesco Maria Missere (Q, 4.2), Andrea Cugini (3.3) e Andrea Terenziani (Q, 3.5).

Vitalia Stamat concede un incredibile tris. La moldava, infatti, dopo essersi imposta nelle prime due settimane di tornei ad Antalya, vince anche il GD Tennis Cup, in una finale purtroppo non disputata a causa del ritiro di Anna Shanidze georgiana che aveva disputato un torneo fantastico, eliminando in semifinale la padrona di casa e prima favorita Azradeniz Comlek. Solo 13 games persi in 4 partite per la moldava, sintomo di uno stato di forma straripante.

TEJT14&U, Morris Goldsmith Memorial (Acrylic), Jerusalem (ISR)

Curioso epilogo in Israele, con il padrone di casa Yair Sarouk che si impone non disputando gli ultimi due match. La testa di serie numero 4 approfitta infatti dei ritiri di Maxim Chernov (8) in semifinale e soprattutto di Oleksiy Shestakov, favoritissimo che sembrava lanciato verso il secondo torneo consecutivo.

La russa Veronika Pepelyaeva sfrutta al meglio la WC concessale dagli organizzatori e porta a casa il trofeo, battendo in finale l’ucraina Yaroslava Gadiatska (7) con un rapido 6-4/6-2. La Gadiatska aveva eliminato al termine di una dura semifinale la prima favorita Maria Novikova, mentre la Pepelyaeva aveva eliminato nei quarti la numero 2 Khirin e in semifinale la numero 4 Zadorozhna.

TEJT14&U, Minsk Star (Acrylic), Minsk (BEL)

Nella sorprendente finale tra qualificati, a spuntarla è l’ucraino Illya Beloborodko, che batte con un eloquente 6-0/6-1 Andrei Inyatkin. Il vincitore compie l’impresa in semifinale, quando batte 7-6/6-3 il forte russo Danil Spasibo. Vittoria nel derby russo nell’altra semifinale, con Inyatkin che elimina Vasilyev. Fuori al primo turno Kirill Yarmoshuk (2).

Nessuna sorpresa invece nel tabellone femminile, dove ha imporsi è Vlada Koval, prima testa di serie. Torneo perfetto per la russa, che in finale batte 6-4/6-4 Kseniya Yersh (4). Va fuori sorprendentemente ai quarti Ekaterina Spirina, battuta dalla Kardava.

TEJT14&U, XXIII Taca International Maia (Clay), Maia (POR)

Tanti nomi illustri presenti nell’Under 14 portoghese, dove a imporsi è il forte bulgaro Adrian Andreev, accreditato della terza testa di serie. Battuto in finale con un netto 6-1/6-3 Nicolas Alvarez Varona, numero 6 d’Europa, che in semifinale era riuscito ad eliminare in tre set il numero 1 Jack Draper. In semifinale invece Andreev ha eliminato l’ottimo Filippo Moroni  (3.3), decima testa di serie, bravissimo ad eliminare, tra gli altri, la seconda testa di serie Zgirovsky. Bravi e sfortunati gli altri due azzurri, con Gianluca Quinzi che si imbatte in Jack Draper negli ottavi, mentre Mattia Bernardi deve arrendersi 6-2/6-4 ai sedicesimi a Varona.

Brava la maltese Helene Pellicano, terza testa di serie, che si impone nel torneo riservato alle ragazze, approfittando anche delle premature uscite di Anastasia Tikhonova (1) al secondo turno e di Andjela Skrobonja (2), sempre al secondo match. Facile vittoria in finale per la maltese, che vince per 6-1/6-4 sulla francese Manon Leonard (4). Brave a qualificarsi le due azzurre Sara Ziodato e Aurora Allasia, fermate al primo turno.

 

© riproduzione riservata

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *