Capri Watch, l’orologio che vale uno Slam

di - 14 Febbraio 2015

Fabio Fognini Capri Watch

di Dario Pennino (DP Sport Management)

Ho realizzato questa intervista prima dell’affermazione a Melbourne della coppia Fognini-Bolelli. Mi ritrovo a scrivere questo articolo dopo la finale vinta. Be’, mi dico, qualcosa è cambiato, evidentemente. Dal titolo, che mi viene spontaneo, si avverte subito. Avrei probabilmente intitolato altro se le cose fossero andate in maniera diversa. Lo scorso novembre avevo intervistato Alberto Bresci di Hydrogen (sponsor di Simone Bolelli), ed ora i signori di Capri, gli Staiano.

Vuoi vedere che porto fortuna? Scrivo questo pezzo sull’aereo Londra-Chicago, dopo varie peripezie a seguito di voli cancellati causa neve in Illinois. Saltato il collegamento da Monaco, mi dirottano in Gran Bretagna, dove sir Andy regna sovrano. Otto ore a disposizione (saranno sufficienti?) per descrivere le encomiabili gesta della coppia tricolore, che vince uno Slam in doppio (maschile) cinquantasei anni dopo Nicola Pietrangeli e Orlando Sirola. Ma è un dato di fatto: il trionfo è straordinario. Lo conferma Rossella Pirozzi, che cura per conto di Orkestra (agenzia PR e marketing su Ischia) la comunicazione di Capri Watch. Ho intervistato Rossella prima della finale all’Australian Open, ma dopo è ben lieta di unirsi all’entusiasmo del popolo dei tennisti italiani. “Volevamo come testimonial un atleta che fosse un lottatore, un combattivo, una persona che sa emergere dalle difficoltà. E chi meglio di un tennista incarna queste doti. Allo stesso tempo, cercavamo una persona semplice, disponibile e simpatica. E anche se in TV non sempre appare come ve lo descrivo, vi assicuro che Fabio è tutto questo!“. “Noi siamo un po’ così, passionali, a volte istintivi, colorati, incarniamo nel nostro carattere l’essenza mediterranea e del Sud. E Fognini è come noi. Tra imprenditore e il suo testimonial ci deve essere per forza un feeling, altrimenti non lo senti tuo – incalza Silvio Staiano, fondatore e stilista del marchio -. Le radici di Capri Watch risalgono agli anni ottanta, quando il papà di Silvio e di Alba ideava i suoi primi modelli. A questo punto posso dire che anche noi abbiamo vinto il nostro Slam e siamo motivati a fare sempre meglio. Abbiamo aperto lo scorso dicembre il primo store monomarca a Napoli, in Via Filangieri 60, dopo il negozio capostipite di Via Camerelle, a Capri. E non nascondo che abbiamo le ambizioni e il giusto entusiasmo per andare lontano, ma sempre con i piedi per terra, con umiltà, volontà ed abnegazione, come ci ha insegnato nostro padre, come sovviene al carattere di questa terra. I miei collaboratori sono straordinari, tutti condividono la nostra filosofia, l’approccio e le motivazioni. Giovani designer, persone del marketing, siamo una squadra coesa. Valeria che cura alcuni aspetti strategici ed il customer care, Capri Graphic e Fabio Federico per la grafica pubblicitaria, e poi mia sorella Alba che invece cura l’immagine dei clienti rivenditori“.

Attualmente la distribuzione va in una direzione tradizionale, attraverso il posizionamento nei negozi di orologi, in Italia e nel mondo. In alcuni casi, realizzano dei corner, degli spazi dedicati, dove l’offerta e quindi la selezione degli articoli è molto vasta. Inoltre, il sito di commercio elettronico www.capricapri.com offre tutta la produzione, non solo orologi, ma anche borse e vari accessori. La collezione delle borse, infatti, è sempre più ampia e variegata, come la Capri-bag con ventiquattro colori di base. “I nostri orologi – prosegue Rossella – sono belli, bellissimi, chiunque può indossarli. Senza dubbio si fanno notare, sono glamour, ma senza ostentazione. Sono accessibili, il range di prezzo di vendita va dai 160/180 euro, sino a 600/700, se ci riferiamo ad esempio ai modelli in ceramica o con zirconi, sfondo madreperla, dipinti a mano. Ci tengo a dire che gli astucci sono un punto di forza, i disegni e i colori ritraggono la famosa piazzetta di Capri“.

Tra i modelli di successo, il Multijoy, caratterizzato da un quadrante elegante, impreziosito da cristalli colorati di varie dimensioni e dai riflessi luccicanti, che vanno dall’azzurro intenso del mare, al rosso dei tramonti e al verde delle piante secolari. Millefiori collection, invece, pur essendo una diretta discendente del Multijoy, si distingue per la sua tecnica costruttiva. Raffinato, dai colori che incorniciano il quadrante in madreperla. Inoltre, i Race Lux, cronografi dotati di cassa 46 mm. ed impermeabili fino a 100 metri e 10 atmosfere. Tutti gli orologi godono di una garanzia esclusiva di cinque anni.
Ed ora, non ci resta che contare il tempo sino alla prossima affermazione di Fabio Fognini, che eleverà al cielo un trofeo, con il suo Capri Watch al polso, magari in una competizione di singolo.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *