Russia fuori, Croazia al fotofinish

di - 12 Febbraio 2012

di Sergio Pastena

Si chiude il primo turno di Davis con gli ultimi singolari, che erano ancora decisivi in quattro delle otto sfide in programma. In realtà le uniche partite ad avere un certo margine di incertezza erano tre, visto che la Svezia aveva già sorpreso aggiudicandosi il doppio. Andiamo a vedere cosa è successo e approfittiamone per fare un riassunto generale. Come al solito escludiamo Canada-Francia, sfida dedicata ai nottambuli.

Spagna-Kazakistan 5-0

Classica sfida a difficoltà decrescente: Ferrero ha penato cinque set per sbarazzarsi di Kukushkin, ad Almagro contro Golubev ne sono occorsi quattro, il doppio se l’è cavata con tre set e meno di due ore in campo. A completare il cappotto kazako sono stati lo stesso Almagro, che ha regolato in due set Korolev, e Marcel Granollers, all’esordio in un singolare di Davis e subito vittorioso contro Golubev.

Ferrero b. Kukushkin 6-1 4-6 7-6(2) 4-6 6-4

Almagro b. Golubev 6-3 4-6 6-1 6-1

Granollers/M.Lopez b. Korolev/Schukin 6-2 6-3 6-1

Almagro b. Korolev 6-3 6-4

Granollers b. Golubev 6-3 6-7(2) 6-3

 

Austria-Russia 3-2

Non è bastato ai russi il successo al fotofinish della coppia Davydenko/Youzhny, impegnata allo spasimo da Marach e Peya. Alla fine, come prevedibile, è costato caro l’errore di valutazione fatto da Tarpischev nello schierare Kunitsyn come primo singolarista. L’idea era preservare Youzhny in vista dell’ultimo singolare di Haider-Maurer, al quale però i russi sono arrivati già sconfitti. Melzer, infatti, ha letteralmente devastanto un Bogomolov Jr letteralmente inguardabile in questi giorni.

Melzer b. Kunitsyn 6-2 6-7(3) 6-4 3-6 6-1

Haider-Maurer b. Bogomolov Jr 6-1 6-4 6-7(1) 6-2

Davydenko/Youzhny b. Peya/Marach 7-6(1) 6-7(7) 7-5 3-6 6-4

Melzer b. Bogomolov Jr 6-2 6-4 6-1

Kunitsyn b. Haider-Maurer 4-6 6-4 7-6(4)

 

Svizzera-Usa 0-5

Alla fine per gli svizzeri è arrivato il cappotto. Prevedibile, visto che dopo la sconfitta del doppio in campo ci sono andati Lammer e Chiudinelli, per due malinconici singolari di chiusura vinti da Harrison e Isner. Una mazzata durissima e totalmente imprevista, di sicuro la sorpresa più grande di questo primo turno.

Fish b. Wawrinka 6-2 4-6 6-4 1-6 9-7

Isner b. Federer 4-6 6-3 7-6(4) 6-2

M.Bryan/Fish b. Federer/Wawrinka 4-6 6-3 6-3 6-3

Harrison b. Lammer 7-6(0) 7-6(4)

Isner b. Chiudinelli 6-4 6-3

 

Repubblica Ceca-Italia 4-1

Il punto della bandiera, alla fine, ce lo dà Simone Bolelli, dopo che Seppi era stato superato al terzo da Rosol. Restano ben pochi rimpianti, per una squadra che nei limiti del possibile se l’è giocata ma non è riuscita ad opporsi a una squadra molto forte e, per giunta, al gran completo. Ora non resta che sperare in un sorteggio non troppo severo.

Stepanek b. Seppi 4-6 6-4 6-3 3-6 6-3

Berdych b. Bolelli 6-3 4-6 7-5 6-2

Berdych/Stepanek b. Bracciali/Starace 6-3 6-4 6-2

Rosol b. Seppi 4-6 6-3 6-4

Bolelli b. Cermak 6-4 6-4

 

Serbia-Svezia 4-1

Come previsto Tipsarevic ha chiuso il match contro gli svedesi sconfiggendo Ryderstedt in tre set. Lo svedese, come già aveva fatto contro Troicki, ce l’ha messa tutta ma non aveva le armi tecniche per mettere in difficoltà l’avversario. Il solito problema svedese, quello di una formazione che si regge unicamente su Soderling. Nell’ultimo singolare Lajovic ha esordito in Davis, battendo Prpic.

Tipsarevic b. Prpic 6-3 6-3 6-4

Troicki b. Ryderstedt 6-4 6-3 5-7 6-3

Brunstrom/Lindstedt b. Tipsarevic/Zimonjic 3-6 6-3 7-6(4) 6-7(3) 10-8

Tipsarevic b. Ryderstedt 6-2 7-6(5) 7-5

Lajovic b. Prpic 6-4 6-4

 

Giappone-Croazia 2-3

E’ stato Ivo Karlovic il grande protagonista di questa sfida, l’unica arrivata sul 2-2 al singolare decisivo (ndr in attesa di Canada-Francia di stanotte): vittorioso nei due singolari, decisivo nel doppio con una valanga di ace, Ivo ha portato la sua squadra alla vittoria nonostante un Dodig in condizioni non ottimali. Per i giapponesi resta il rimpianto per un’occasione più che buona non concretizzata.

Soeda b. Dodig 6-7(3) 3-6 6-4 6-3 7-5

Karlovic b Nishikori 6-3 6-4 6-4

Dodig/Karlovic b. Ito/Sugita 6-4 6-4 3-6 6-3

Nishikori b. Dodig 7-5 7-6(4) 6-3

Karlovic b. Soeda 7-6(4) 6-1 6-4

 

Germania-Argentina 1-4

Altra sfida che era già chiusa dopo il doppio: decisivo, manco a dirlo, David Nalbandian, che ha trascinato Schwank alla rimonta decisiva. Nella giornata finale Chela ha arrotondato il punteggio contro Mayer, mentre a salvare l’onore di ha pensato il giovane Stebe, vittorioso su Schwank.

Monaco b. Petzschner 6-3 6-3 6-3

Nalbandian b. F.Mayer 2-6 6-0 6-1 7-6(5)

Nalbandian/Schwank b. Haas/Petzschner 3-6 4-6 6-4 6-3 6-4

Chela b. F.Mayer 7-5 7-5

Stebe b. Schwank 7-6(1) 7-5

© riproduzione riservata

11 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *