ITF: primo squillo per Di Nicola, a segno anche Bellotti

di - 24 Maggio 2016

Santillan

Di Giacomo Bertolini

E’ la settimana di Gianluca Di Nicola nel circuito Future, con l’azzurro che festeggia il suo primissimo titolo in carriera davanti al pubblico del 10k su terra di Frascati. Settimana di sofferenze e match maratona per il giovane azzurro classe 1995 che, partito come outsider, ha messo a segno una serie di rimonte vincenti sin dal secondo turno, sino alla finale vinta contro un ottimo Daniele Capecchi per 57 63 62. Da segnalare sempre a Frascati il successo in doppio di Sinicropi/Vavassori e le buone semifinali di Ghedin e Bahamonde. Rimanendo sempre in tema di successi italiani a brillare è anche Riccardo Bellotti, che tocca il traguardo di 20 trofei Future dopo aver sbancato il 10k di Bol (ko Nagy in finale 76 60), costretto alla resa in finale invece Erik Crepaldi, che sul cemento portoghese di Setubal cede netto al padrone di casa Joao Dominguez 63 62 per poi rifarsi con il titolo in doppio. E Portogallo grande protagonista (a sorpresa) della settimana anche grazie al più rodato Pedro Sousa, che dimostra di voler far sul serio andandosi a prendere il quinto titolo stagionale ad Hammamet, il giapponese Akira Santillan (19 anni) torna a far sentire la sua voce scuotendo, sia in singolo che in doppio, il 25k sul duro di Wuhan. E sulla scia della doppietta di Santillan segnaliamo anche il bis singolare-doppio per lo svedese Isak Arvidsson a Bastad, mentre è tempo di “battesimo” Itf anche per il classe ’97 Jaume Munar, talento spagnolo numero 454 Atp, uscito vincitore dal 10.000 dollari sul rosso di Vic (sconfitto l’australiano De Minaur 76 75).

Meno fortunata, passando al circuito femminile, la settimana Itf per le nostre ragazze, anche se non sono mancate diverse sorprese degne di nota. La finale della settimana è stata indubbiamente quella andata in scena nel ricco 50k su erba di Kurume, con la 20enne tennista di casa Kyoka Okamura capace di battere al fotofinish la ben più esperta Nigina Abduraimova (76 16 75), più rapido l’epilogo del 50k cinese di Zhengzhou, con Anastasia Pivovarova a segno contro Jing-Jing Lu con un duplice 64. Il 25.000 dollari sulla terra di Caserta fa segnare un best ranking più che meritato al numero 189 Wta alla costante bulgara Isabella Shinikova , vincitrice del suo quinto allora del 2016 contro la slovena Jakupovic (62 46 62). Nello stesso torneo sono cadute per mano della futura vincitrice molte azzurre, a partire da Martina Di Giuseppe, che ha avuto anche match point contro la bulgara. Ottima la settimana di Anastasia Grymalska, che ha fatto gli straordinari in molti incontri, salvando match point sulla via della semifinale, prima di arrendersi sempre alla Shinikova. Vittoria di marca sudcoreana invece nel 25k asiatico di Goyang, che ha visto primeggiare la 23enne mancina Na-Lae Han. Le sorprese: da Sharm El Sheikh spunta Theo Gravouil, tennista francese classe 1998 al primo centro in assoluto, mentre la campionessa Patty Schnyder continua le sue incursioni vincenti nel mondo Itf regalandosi la coppa del 10.000 dollari svedese di Bastad (ko la norvegese Stokke 61 63).

TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: AKIRA SANTILLAN (GIA)

MIGLIOR AZZURRO: GIANLUCA DI NICOLA

TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: KYOKA OKAMURA (GIA)

MIGLIOR AZZURRA: ANASTASIA GRYMALSKA

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *