Padova lancia il Futures: domani il via

di - 27 Maggio 2016

Matteo Viola (Ufficio Stampa Tennis)

Dopo Mestre e Vicenza, ora tocca a Padova. Il tennis internazionale resta in Veneto, e passa da due Challenger a un Futures da 10 mila dollari di montepremi, in calendario da sabato 28 maggio a sabato 4 giugno sui campi del Tennis Club Padova. Una novità per la sede di via Libia, inaugurata nel 2010, non per il circolo, che proprio fino a quell’anno organizzava un torneo di successo. Ora si scaldano i motori per il ritorno nel circuito internazionale. A sei stagioni dal successo del tedesco Stebe, poi arrivato fra i primi 100 del ranking mondiale, toccherà al francese Maxime Chazal – n.261 Atp, reduce dalle qualificazioni del Roland Garros – guidare un parterre di nomi di altissimo livello, con tante bandiere italiane sparse qua e là. Il migliore della pattuglia azzurra agli Internazionali Città di Padova sarà il siciliano Gianluca Naso, specialista della terra battuta e capace nel 2015 di vincere ben sei tornei di categoria, seguito dal campano Lorenzo Giustino, dal mestrino Matteo Viola (che si allena proprio a Padova) e da Alberto Brizzi, un nome che agli appassionati patavini evoca piacevoli ricordi. Come quelli della semifinale giocata dal 32enne bresciano nel 2005, oppure quelli della finale persa di misura due anni dopo, in un’edizione particolarmente fortunata, con il tabellone ricco di giocatori poi arrivati fra i primi 50 del mondo. Lo stesso percorso che potrebbero compiere alcuni dei giovani in gara, magari al momento meno noti al pubblico ma dotati delle qualità utili per emergere.

Oltre ai quattro già citati, gli italiani sicuri di un posto nel tabellone principale sono già altri otto, quattro per meriti di classifica (Bellotti, Bortolotti, Giacalone e Massara) e altrettanti grazie alle wild card. La Federazione Italiana Tennis ha premiato due giocatori classe 1996: il lombardo Filippo Baldi, ex stellina da juniores che sta cercando di ripetersi anche fra i grandi, e l’emiliano Cristian Carli, mentre i due inviti a disposizione del circolo sono andati a due giovani agonisti dell’accademia del club: il padovano Luca Giacomini (classe 1997, numero 1.419 del mondo) e il sedicenne marchigiano Giacomo Giunta. Le speranze del Tc Padova sono affidate anche al gigante serbo Danilo Petrovic, 24enne che da qualche tempo ha scelto la struttura veneta per tentare l’aggancio ai primi 300 giocatori della classifica Atp. Sui 10 campi in terra battuta di via Libia si partirà sabato mattina con le qualificazioni, con 64 giocatori – la gran parte giovani italiani – a caccia di uno degli 8 posti ancora liberi per il main draw. Lunedì mattina il terzo (e ultimo) turno delle “quali”, poi i primi incontri del tabellone principale, che entrerà nel vivo negli ultimi tre giorni. Giovedì i quarti, venerdì le semifinali, sabato la finale, a completare nove giorni di grande tennis offerti gratuitamente a tutti gli appassionati.

I GIOCATORI: L’ENTRY LIST UFFICIALE (al 26 maggio 2016)

Maxime Chazal (Fra, 261), Gianluca Naso (Ita, 264), Lorenzo Giustino (Ita, 267), Matteo Viola (Ita, 276), Gavin Van Peperzeel (Aus, 320), Danilo Petrovic (Srb, 352), Alberto Brizzi (Ita, 353), Riccardo Bellotti (Ita, 356), Marco Bortolotti (Ita, 365), Maverick Banes (Aus, 366), Patricio Heras (Arg, 401), Christopher O’Connel (Aus, 451), Tom Kocevar-Desman (Slo), Thales Turini (Bra), Omar Giacalone (Ita, 507), Johan Sebastian Tatlot (Fra, 544), Pascal Meis (Ger, 545), Antonio Massara (Ita, 559), Viktor Galovic (Cro, 586). Wild Card: Filippo Baldi (Ita, 816), Cristian Carli (Ita, 917), Luca Giacomini (Ita, 1419), Giacomo Giunta (Ita, n.r.).

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *