ATP Challenger Perugia: Giannessi vince il derby con Travaglia, Napolitano quello con Vanni

di - 12 Luglio 2017
Stefano Napolitano - Foto Marco Wanker

Terminate le partite del primo turno al Challenger perugino con luci ed ombre per i colori azzurri. Federico Gaio prosegue nel periodo non felicissimo, perdendo in due set da un francese, Benjamin Bonzi che a difesa del faentino sta giocando benissimo nel periodo, è in fiducia e ha dimostrato di essere molto concentrato non lasciando nemmeno una palla break per tutto l’incontro, finito 6-1 7-6 per il francese che ha tremato solo un po’ nel tie break. Al secondo turno il francese se la vedrà con l’argentino Andreozzi, che ha battuto la tds numero 1 Delbonis.

Partita durissima quella tra il biellese Napolitano e Luca Vanni che era alla ricerca di punti validi per l’US Open che però non ha trovato per la prestazione di cuore e testa del ragazzo allenato da Cristian Brandi del team Piatti. Oggi il toscano è apparso comunque un po’ sottotono, poco incisivo per i suoi standard al servizio anche perché, va detto, la risposta è il colpo forte di Stefano Napolitano che per altro ha servito piuttosto bene, seppur non ai suoi massimi livelli. Vittoria ottenuta solo 7-6 al terzo ma strameritata per quello visto sul campo, con numerose occasioni sprecate dal biellese che ha diverse cambiali in scadenza in questa settimana dovendo lasciare 55 punti ottenuti per la finale di Todi la scorsa stagione e 17 per i quarti di san Benedetto del Tronto. Per Napolitano ora incontro tosto ma fattibile contro Munoz De La Nava, giustiziere di Moroni.

Spettacolare l’incontro tra lo spezzino Ale Giannessi e l’ascolano Steto Travaglia, qui seguito anche dalla sua famiglia che hanno dato vita ad un match ad alto livello tecnico e di intensità agonistica: la spuntata Giannessi al terzo set perché rimasto più lucido e determinato dopo una lotta furibonda. Scambi molto prolungati sulle due diagonali, con entrambi che provavano a prendere l’iniziativa anche se è apparso fin da subito un filo più centrato il ligure che l’ha spuntata 6-4 al terzo. Per Giannessi si profila un altro derby al secondo turno col siciliano Caruso, in un ottimo incontro tra due contrattaccanti.

Discreta, se consideriamo il valore dell’avversario, la prova dell’avezzanese Gianluca Di Nicola, sconfitto con onore 6-2 6-4 da un Kicker, campione in carica, a tratti ingiocabile. Di Nicola provava a prendere l’iniziativa, ma l’argentino partiva subito con una aggressività totale, e fin dal primo colpo dettava legge. Partenza bruciante e subito 4-0 sotto l’azzurro nel primo set. Poi Di Nicola ha trovato un po’ la chiave del match, l’unica soluzione possibile, cioè servire bene e provare ad attaccare prima di essere soverchiati dalla profondità e pesantezza della palla avversaria. Si è portato sotto ed ha giocato alla pari, finendo col perdere senza farsi travolgere. Per Kicker ora l’incontro contro il francese Sakharov. Al termine del match Nicolas Kicker ha dichiarato: “Proverò ad entrare nei primi 30 del mondo, ma posso farlo solo a patto di faticare tanto e continuare con questo focus sul tennis. E’ molto difficile ma ci proverò. Perugia mi piace tantissimo, è un torneo che mi dà sensazioni piacevoli. Mio figlio è però il bene più importante del mondo, più di tutto per me”.

Tra gli altri incontri vittoria dello spagnolo Granollers, testa di serie numero 5 del tabellone e wild card dell’organizzazione, nel derby contro l’inossidabile Ramirez-Hidalgo, del serbo Djere in passato seguito anche da coach Castellani contro il lituano Berankis che alla fine preda del nervosismo ha spaccato la sua racchetta e della coppia Matteo Berrettini e Flavio Cipolla che continuano la loro strada nel torneo di doppio.

Risultati primo turno:
[ALT] B. Bonzi b. F. Gaio 6-1 7-6
Napolitano b. [6/ALT) L. Vanni 4-6 6-4 7-6
[5/WC] M. Granollers b. R. Ramirez Hidalgo 6-3 7-5
[4] A. Giannessi b. S. Travaglia 6-3 4-6 7-5
[2] N. Kicker b. [Q] G. Di Nicola 6-2 6-4
[7] L. Djere b. R. Berankis 6-7 6-2 6-4

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *