ATP Miami: Djokovic contro tutti

di - 23 Marzo 2015

Andy Murray

di Luca Fiorino (@LucaFiorino24)

Abbandonato il deserto di Indian Wells si riparte subito dal caldo umido di Miami per il secondo Master 1000 della stagione che, come da tradizione, si disputa la settimana consecutiva al torneo californiano, sempre ed ovviamente sul duro. Torneo combined, vide la sua prima edizione nel febbraio del 1985 e presenta oggi un tabellone a 128 con 32 bye riservati alla teste di serie, proprio come negli Slam.

Storia del torneo

Il giocatore con il maggior numero di titoli vinti a Key Biscayne è Andre Agassi, vincitore in ben 6 edizioni. A seguire Novak Djokovic con 4 successi ed attuale detentore del torneo vinto lo scorso anno in finale su Rafael Nadal e Pete Sampras, vincitore in 3 occasioni. Solo 2 trionfi per Roger Federer (assente quest’anno  in Florida) ed Andy Murray, mentre non ha ottenuto nessun titolo Rafael Nadal, arrivato però quattro volte in finale.

Wild card, defezioni e rientri

Sono cinque le wild card assegnate dagli organizzatori. A beneficiarne sono Ryan Harrison, Thanasi Kokkinakis, Kyle Edmund, Hyeon Chung e Andrey Rublev. Prima apparizione per Chung e Rublev in un Master 1000 che avranno un esordio non del tutto proibitivo rispettivamente contro Marcel Granollers e Pablo Carreno Busta. Non ci saranno Roger Federer, che tornerà a Montecarlo dopo la finale persa settimana scorsa, Andreas Seppi, semplice riposo in vista della stagione su terra, Tommy Haas, la cui spalla non è del tutto guarita, Mardy Fish, non pienamente recuperato, Marin Cilic, eliminato settimana scorsa per mano di Juan Monaco e non ancora pronto a giocare due tornei ravvicinati, Nick Kyrgios, infortunatosi alla caviglia e Richard Gasquet, tormentato dai cronici problemi alla schiena. Da segnalare il rientro di Juan Martin Del Potro che si spera abbia totalmente superato i problemi al polso, Jo-Wilfried Tsonga, reduce dall’infortunio all’avambraccio sinistro ed al primo torneo del 2015 e Gael Monfils.

Tabellone

Nel primo spicchio di tabellone è presente la testa di serie numero uno, Novak Djokovic. Il fresco vincitore di Indian Wells, aiutato da un sorteggio abbastanza benevolo,  debutterà a Miami contro il vincitore del match tra Paolo Lorenzi e Martin Klizan per doversela poi vedere molto probabilmente al terzo turno contro Gilles Muller, battuto recentemente agli Australian Open. Agli ottavi Pablo Cuevas, Tommy Robredo e la sempre presente mina vagante Alexandr Dolgopolov. Nell’ipotetico quarto il serbo potrebbe affrontare David Ferrer, il cui tabellone si presenta non privo di insidie, a partire già dal terzo turno con Lukas Rosol, o ancor peggio agli ottavi con uno tra Ivo Karlovic e Gilles Simon. Sorpresa in arrivo.

Nel secondo quarto è presente Kei Nishikori, testa di serie numero 4 grazie alla rinuncia di Roger Federer. Esordio del giapponese contro il vincente della battaglia dei rovesci ad una mano tra Golubev e Youzhny. Al terzo turno si spera di poter assistere al match tra il tennista di Shimane ed il nostro Simone Bolelli, impegnato in un insidioso primo turno contro Baghdatis e ad un eventuale secondo turno altrettanto difficile contro Viktor Troicki. Agli ottavi il giapponese (nella speranza che ci sia in realtà Simone) affronterà uno tra Bautista Agut e Goffin seppur, a nostro modo di vedere, non ci sarebbe da meravigliarsi se entrambi i tennisti dovessero fermarsi prima e lasciare posto al giovane Borna Coric o ad un improbabile quanto atteso exploit di Jerzy Janowicz. Nel quarto di finale probabile dunque che a scontrarsi con Nishikori sia la testa di serie numero 5, Milos Raonic, reduce da una ottima semifinale ad Indian Wells. Secondo e terzo turno sulla carta agevoli per il canadese, dovrebbe incontrare uno tra Grigor Dimitrov, Juan Martin Del Potro o John Isner agli ottavi di finale, per un match tutt’altro che scontato. Tutto dipenderà dalle condizioni dell’argentino, dalla voglia e dall’ispirazione del bulgaro e dalla forma e costanza al servizio dell’americano, apparso in leggero miglioramento nell’ultima settimana.

Sorteggio piuttosto buono anche per Andy Murray, testa di serie numero 3 del seeding, anche lui come Raonic in arrivo in Florida dopo un discreto torneo in California. Secondo e terzo turno ampiamente alla portata dello scozzese (Donald Young e Santiago Giraldo non sono dei grossi ostacoli, tutt’altro), agli ottavi di finale sfiderà uno tra Kevin Anderson e Sam Querrey, tennisti che in passato non ha mai sofferto più di tanto. Probabile avversario  del britannico nei quarti di finale Stan Wawrinka, seppur lo scarso stato di forma attuale ed il tabellone riservato allo svizzero suggeriscano tutt’altro. Per la testa di serie numero 7 infatti lo attende un secondo turno tosto, contro l’emergente Thanasi Kokkinakis ed un terzo turno sulla carta un pochino più morbido con colui che ha eliminato il nostro Fognini ad Indian Wells, Adrian Mannarino. A proposito di Fognini, il buon Fabio è in questa parte di tabellone e gli incontri che lo aspettano non si presentano per niente facili. Secondo turno con col vincente tra Go Soeda e Jack Sock (con lo statunitense nettamente favorito) e un papabile terzo turno contro Feliciano Lopez. Non facile, forse sapendo di non avere i favori del pronostico il nostro connazionale giocherà più sciolto. Ottavo di finale dunque tra Wawrinka e Feliciano Lopez? Così sembra, ma anche qui mi sento di dissentire e sento puzza di exploit, magari un Kokkinakis o il rientrante Sock.

Nell’ultimo quarto di tabellone, il finalista della scorsa stagione, Rafael Nadal, esordirà in un incontro tutt’altro che semplice con il vincitore del match tra Sergiy Stakhovsky e Nicolas Almagro. Terzo turno e ottavo di finale in cui potrebbe affrontare ancora spagnoli, rispettivamente Fernando Verdasco e Guillermo Garcia-Lopez. Ernests Gulbis infatti è ad oggi un’assoluta incognita. Il maiorchino dovrebbe affrontare ai quarti di finale Tomas Berdych. Il ceco è nella parte di tabellone in assoluto più interessante ed imprevedibile. Secondo turno facile per lui, sfiderà uno tra Chung e Granollers, al terzo turno già la situazione potrebbe farsi più intricata, con il sempre temibile Bernard Tomic che, a dire il vero, si è ritirato settimana scorsa ad Indian Wells. Ottavo di finale difficile da pronosticare visto che né Gael Monfils né Jo-Wilfried Tsonga potranno essere al top della forma.

Probabili Quarti di finale:

Djokovic – Ferrer

Nishikori – Raonic

Wawrinka – Murray

Berdych – Nadal

Situazione italiani

Come già detto non prenderà parte al torneo Andreas Seppi, l’altoatesino ha deciso di rinunciarvi per preparare al meglio la stagione sulla terra rossa. In sua assenza le nostre speranze sono rivolte a Fabio Fognini e Simone Bolelli. I due hanno però un tabellone molto complicato, soprattutto il bolognese. Primo turno ostico contro Marcos Baghdatis, turno successivo contro Viktor Troicki sempre temibile su queste superfici e terzo turno con Kei Nishikori. Arrivare alla sfida contro il giapponese sarebbe già una mezza impresa. Discorso un po’ diverso per Fognini, agevolato dal bye al primo turno ma che dovrà affrontare al secondo turno un pimpante Jack Sock (difficile che Soeda piazzi la sorpresa). Lo statunitense al rientro dall’operazione al bacino ad Indian Wells si è subito presentato bene, seppur qualcuno gli abbia fatto notare di aver messo su qualche kg di troppo. Se dovesse scalare il primo impervio scoglio di nome Sock, Fognini affronterebbe al terzo turno Feliciano Lopez, altro ostacolo non facile da superare. Potremmo accontentarci di vedere il tennista ligure approdare agli ottavi, complicato ottenere di più al momento. Per quanto riguardo Paolo Lorenzi, se dovesse riuscire ad eliminare al primo turno Martin Klizan, il suo torneo finirebbe al secondo turno: ad attenderlo infatti ci sarebbe il numero uno al mondo Novak Djokovic.

MIAMI MASTERS 1000 – IL DRAW

Djokovic Bye
Lorenzi vs Klizan
Jaziri vs Qualificato
Muller Bye

Cuevas Bye
Hewitt vs Bellucci,
Dolgopolov vs Berankis
Robredo Bye

Simon Bye
Kukushkin vs Johnson
Qualificato vs Qualificato
Karlovic Bye

Rosol Bye
Groth vs Qualificato
Delbonis vs Vesely
Ferrer Bye

Nishikori Bye
Golubev vs Youzhny
Baghdatis vs Bolelli
Troicki bye

Goffin Bye
Haider-Maurer vs Coric
Janowicz vs Qualificato
Bautista Agut Bye

Dimitrov Bye
Pospisil vs Del Potro
Rublev vs Carreno Busta
Isner Bye

Chardy Bye
Harrison vs Melzer
Andujar vs Gabashvili
Raonic Bye

PARTE BASSA

Wawrinka Bye
Kokkinakis vs Berlocq
Sousa vs Ramos-Vinolas
Mannarino Bye

Fognini Bye
Soeda vs Sock
Thiem vs Schwartzman
F.Lopez Bye

Anderson Bye
Estrella Burgos vs Querrey
Nieminen vs Matosevic
L. Mayer Bye

Giraldo Bye
Edmund vs Qualificato
Young vs Lu
Murray Bye

Berdych Bye
Granollers vs Chung
Istomin vs Qualifcato
Tomic Bye

Monfils Bye
Qualificato vs Lajovic
Smyczek vs Qualificato
Tsonga Bye

Gulbis Bye
Monaco vs Qualificato
Struff vs Becker
Garcia-Lopez Bye

Verdasco Bye
Qualificato vs Qualificato
Stakhovsky vs Almagro
Nadal Bye

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *