ITF: Cecchinato vince in Sardegna

di - 24 Marzo 2014


(Marco Cecchinato – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

PASSEGGIANO SMIRNOV E CECCHINATO, COLPO PAZ

Cherkassy (10.000$ Ucraina): Sembra già avere il suo dominatore assoluto il circuito Future, ancora una volta marcato a fuoco da un successo del tennista ucraino Artem Smirnov. Altra settimana gestita alla perfezione da parte del 26enne ucraino che, determinato a rientrare nei top 300, si concede il quinto centro del 2014, superando nel derby di finale il coetaneo Dmytro Badanov 62 46 62. Per Smirnov, partito come secondo favorito, trattasi del 18esimo trofeo Future della carriera. Italiani assenti sul cemento di Cherkassy.

Santa Margherita di Pula (10.000$ Italia): Copione perfettamente rispettato anche sul rosso di Santa Margherita di Pula dove a farla da padrone è stato il nostro Marco Cecchinato, meritatamente vincitore del suo primo titolo stagionale. Cammino convincente per la testa di serie numero 1 del torneo che, fatta eccezione per il match di quarti contro Caruso, non ha mai faticato per arrivare al successo, conquistato poi in finale per 64 62 contro l’austriaco Dennis Novak(6). Quarto acuto in carriera per il 21enne azzurro, attualmente numero 176 Atp. Gli altri italiani al via: altra ottima semifinale per Marrai, quarti per Caruso, Bellotti e Naso.

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): E a proposito di vittorie piuttosto scontate spostiamoci adesso in Egitto dove, a interrompere la striscia vincente del tennista di casa Safwat, ci ha pensato il numero 2 della lista Jaroslav Pospisil, veterano ceco classe 1981 al primo colpo dell’anno. Marcia impeccabile per il numero 201 del ranking che, senza lasciare per strada neppure un set, fa suo il 16esimo trofeo complessivo, demolendo in finale l’ostica promessa egiziana per 61 62. Sulla terra di Sharm bene Travaglia eliminato da Pospisil in semifinale, secondo turno per Torroni.

Taverne (15.000$ Svizzera): In Svizzera adesso per il 15k su carpet di Taverne, dove firma il successo casalingo il 21enne di Lohja Henri Laaksonen, numero 236 del mondo ma solamente al primo titolo in carriera. Cammino complesso impreziosito da diverse vittorie tirate per la testa di serie numero 6 del tabellone, bravissimo poi nell’atti conclusivo a rimontare un set di svantaggio all’esperto tedesco Puetz, ko 46 64 76. Incolore il bilancio della nutrita pattuglia azzurra al via: solo Basso si issa sino ai quarti di finale.

Porec (10.000$ Croazia): E dopo la lunga scia di vittorie ampiamente pronosticabili largo adesso alle prime sorprese con il colpo, tra le mura amiche di Porec (terra), del giocatore croato Duje Kekez, top 600 di 20 anni al secondo ruggito in carriera. Settimana da lode per il tennista di casa che, da outsider, azzecca un torneo perfetto (nessun set perso, coronato in finale con lo spettacolare 61 61 rifilato senza troppi complimenti al grande favorito Gerard Granolers-Puyol(2). Gli italiani in Croazia: quarti di finale con ritiro per Alessandro Giannessi.

Altri tornei della settimana: battesimo casalingo per la rivelazione Paz

Rosario (10.000$ Argentina): Sceglie la terra rossa di Rosario per sbloccarsi e presentarsi nel circuito Future la promessa argentina Juan Pablo Paz, vincitore a sorpresa del suo primo titolo in assoluto. Torneo sorprendente per il 19enne di Quilmes che, senza grossi problemi, si regala la prima gioia in carriera e un nuovo best ranking tra i primi 750 al mondo, grazie al 63 64 siglato in finale contro il connazionale Cachin. Italiani assenti.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: JUAN PABLO PAZ (ARG)
MIGLIOR AZZURRO: MARCO CECCHINATO

© riproduzione riservata

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *