Challenger Alessandria: Il risveglio di Crugno..

di - 26 Maggio 2008

Joao Souza

di Riccardo Bisti
Ufficio Stampa

Ultimate le qualificazioni, scendono in campo tutti i big del torneo alessandrino. Giocheranno le prime tre teste di serie, con il nostro Thomas Fabbiano che sfiderà Diego Hartfield. L’unica incognita restano le condizioni atmosferiche.

E’ stato un lunedì quasi senza pioggia, ma il Challenger di Alessandria “Trofeo Cassa di Risparmio” (30.000€, terra) non ha ancora visto giocarsi un match all’aperto. La giornata di lunedì è stata una vera maratona di tennis, iniziata alle 9 del mattino e conclusa in tarda serata con l’ultimo match di terzo turno, il derby azzurro tra Giancarlo Petrazzuolo e Stefano Ianni. Si è giocato su due campi coperti, uno presso il Centro Borsalino di Alessandria e l’altro a Casale Monferrato. Tra i match di secondo turno è spiccato il successo di Marco Crugnola sul canadese Peter Polansky, uno dei giovani più interessanti del circuito. Dotato di un buon servizio e di un dritto molto solido, il canadese ha fatto il bello ed il cattivo tempo per tutto il primo set, vinto con il punteggio di 6-2. Poi il tennis vivace del varesino ha preso forma, e grazie a qualche errore del canadese ha rovesciato l’inerzia del match, finendo per vincere con il punteggio di 2-6 7-5 6-4. “Polansky è un bel giocatore” ha poi detto Crugnola “Con ottimi fondamentali e molto regolare. Ma quando sono riuscito ad essere più aggressivo il match è girato dalla mia parte”. Crugnola, giocatore dotato di braccio e talento, sta provando a tirarsi su dopo un periodo difficile. “Continuo a soffrire di problemi alla spalla, ma sembra che il peggio sia passato. Questa è una vittoria importante, speriamo bene”. In serata, poi, Crugnola ha battuto Matsuketvitch e ha aggiunto il suo nome a quello dei primi due qualificati: il francese Benoit Paire (vincitore su Leonardo Azzaro nel turno decisivo) e lo spagnolo Josè Antonio Sanchez De Luna, che ha messo fine alla corsa di Enrico Burzi, sconfitto in tre set piuttosto combattuti. Nella giornata di martedì, tempo permettendo, scatterà il tabellone principale. Sono previsti otto match di singolare e tre di doppio: tra i match in programma spicca l’esordio di Flavio Cipolla, opposto alla wild card Andrea Stoppini. Scenderà in campo anche Alberto Martin, la seconda testa di serie, opposto al rumeno Catalin Gard. Da seguire il match tra giovanissimi (sono entrambi nati nel 1988) Oleksandr Dolgopolov jr. e Joao Souza, con il brasiliano che ha mostrato un tennis brillantissimo già durante gli allenamenti. Ma il match clou della giornata sarà indubbiamente Fabbiano-Hartfield, con il giovane pugliese che va a caccia di un altro scalpo importante. “Non conosco molto Hartfield, ma so che viene da un periodo negativo. Speriamo che non riprenda a giocare bene proprio contro di me!” E’ stata la battuta di Thomas dopo l’allenamento pomeridiano. In caso di pioggia il programma verrà modificato, spostando gli incontri al coperto. C’è inoltre la possibilità che alcuni match vengano giocati presso il Centro Sportivo Comunale Orti, altro impianto cittadino. Le previsioni del tempo, purtroppo, prevedono pioggia per Mercoledì e per Giovedì.

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *