Challenger Genova: Trionfo finale di Fabio Fognini

di - 7 Settembre 2008

Comunicato Stampa
Challenger Genova

Fabio Fognini scrive per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro del Genoa Open Challenger-Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio. Supera nella finalissima Gianluca Naso in due set (6-4, 6-3), davanti agli spalti completamente gremiti dello Stadio Beppe Croce di Valletta Cambiaso (Genova).
Una vera festa di tennis con due “amici” come Fognini e Naso a contendersi il Trofeo. Proprio loro, allenati da Leonardo Caperchi (oggi direttore della Scuola Tennis di Valletta Cambiaso) sono cresciuti tennisticamente lungo 4 anni di allenamenti comuni. Nessun segreto insomma.
Una finale tutta italiana di ottimo livello. Fognini ha subito dato ritmo alla sua gara portandosi addirittura sul 4-0. Il recupero di Naso (4-4), già vincitore ieri sera del doppio, non ha comunque impedito al ligure di chiudere 6-4 il primo parziale dopo tre palle set annullate.
Subito avanti anche nel secondo set, Fabio Fognini ha spinto molto al servizio, confermandosi duro da superare. Tra i tanti dritti pesanti da fondo campo anche qualche perla. Da applausi una palla corta liftata che ha baciato il net appoggiandosi nel campo di Naso.
Da parte sua il trapanese non è riuscito a cambiare marcia soffrendo molto la regolarità di Fognini che ha firmato il break decisivo al quarto game (3-1). Bassa la percentuale della prima palla e qualche errore di troppo, in particolare di rovescio. Per il secondo anno consecutivo Naso si ferma all’ultimo atto (lo scorso anno perse la finale con Flavio Cipolla).
Sono molto felice per essere riuscito a partecipare – spiega a caldo Fognini – e ringrazio gli organizzatori per aver atteso fino all’ultimo per cedermi la wild card. In molti si auguravano che io giocassi qui e con piacere ho partecipato e… vinto. Mi dispiace per Gianluca che nel secondo set non è riuscito a dare il meglio. Io adesso voglio riposarmi un po’ e tornare a casa, ma aver vinto qui, nella mia Liguria, è davvero una soddisfazione immensa”. Adesso Fognini potrà pensare alla convocazione per la Coppa Davis. Sarà azzurro il prossimo 19 settembre a Montecatini contro la Lettonia.

A consegnare i riconoscimenti a Fabio Fognini, il consigliere della Banca Popolare di Novara, Giancarlo Menini, e Paolo Messina, in ricordo dell’Ingegnere Giorgio Messina, grande organizzatore di eventi tennistici scomparso recentemente.
Il premio a Gianluca Naso arriva dal suo ex coach Leonardo Caperchi. “E’ dura per due volte giocare la finale e perderla – ammette Naso – ma giocare qui a Genova per me è davvero speciale. C’è un bel feeling. Non c’è due senza tre ? Vedremo, anche se perdere una terza finale sarebbe durissima da accettare. Intanto ringrazio il pubblico di Genova che nella finale di doppio mi è stato vicino fino a tardi e che in questa sfida con Fognini non mi ha mai fatto mancare calore ed appoggio.”

DOPPIO A NASO E TRUSENDI
Nella finalissima del doppio vittoria ieri sera per la coppia Naso-Trusendi che ha sconfitto in due set (6-2, 7-6) la coppia Galvani-Vicini. Buon match soprattutto nel secondo parziale con diverse chance di break da una parte e dall’altra. Naso, finalista anche in singolo, subentra con Trusendi (wild card scelta dalla Fit per questa edizione) al duo Giorgini-Vagnozzi che trionfò nel 2007. A Naso e Trusedni va così il Trofeo “Gian Vittorio Cauvin” mentre i secondi piazzati hanno ricevuto il premio della Fit Liguria intitolato a Eugenio Gollo, indimenticato dirigente del mondo tennistico ligure e nazionale.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *